1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve sto acquistando una casa in donazione, l'agente imm. (sono stato ingenuo a fidarmi) mi ha detto solo dopo la firma della proposta d'acquisto della provenienza dell'immobile l'unica fortuna che ho inserito la clausola del mutuo, ho dovuto insistere per metterla e per fortuna l'ho messa. La banca comunque mi sta per concedere il mutuo manca la relazione notarile preliminare, la casa e' stata donata da un nonno (deceduto l'anno scorso) nel 2004 ad una nipote e la madre ha l'usofrutto al fratello (l'altro nipote) sono stati dati 200.000 euro per rendere equa la donazione, oltre alla madre che deve firmare la rinuncia del rogito chi altro deve firmare per rinuncia alla donazione per nn incorrere in problemi successivi al rogito???
    Un'altra cosa siccome la proposta irrevocabile di acquisto accettata e' scaduta l'8 aprile e in quella dato non avevo ancora la risposta da parte della banca se mi tiro indietro perdo i 5000 euro allegati alla proposta??? E la provvigione dell'agente immobiliare??

    Da premettere che a me l'immobile interessa e non poco, solo che piu' passa il tempo e meno mi fido dell'Agenti Immobiliari, ora mi chiama per farmi togliere la clausola del mutuo, perche' secondo lui la relazione notarile serve solo per il rogito!!! Mah!

    Grazie per un'eventuale risposta
     
  2. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    mai comprare casa pervenuta da donazione.
    se hai messo la sospensiva mutuo con una scadenza e a quella scadenza la banca non ti aveva concesso il mutuo, potevi ritirarti dal contratto senza perdere la caparra e senza pagare nessuna provvigione.
    pero' adesso hai detto che la banca ti sta concedendo il mutuo..................
    la stessa banca????
     
  3. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    una banca in data 04/04/2011 mi ha detto che e scritto qualche riga che per ottenere il mutuo molto probabilmente avrei bisogno di un garante, in data 8/04/11 scadevano i 15 giorni della proposta d'acquisto da allora non ho piu' firmato niente, e il compromesso non è stato piu' fatto, la banca sta aspettando la relazione notarile preliminare, il fatto della donazione non puo' essere intesa come un vizio???

    un'altra banca...
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' un vizio.

    Silvana
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se sapeva della donazione e non te l'ha detto è una scorrettezza. La clausola del mutuo non dipende da lui: o meglio te la può far mettere, ma è il proprietario che la deve accettare.

    Le firme non bastano. Il problema della donazione riguarda soprattutto gli eredi che possono 'saltare' fuori successivamente e dei quali magari non sei neanche a conoscenza. Per quello l'unica soluzione è la retrocessione che, se è già morto il donante, non è possibile.

    non li perdi

    nemmeno
     
  6. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per le risposte, visto che siete cosi gentili ne approfitto, l'Agenti Immobiliari mi ha chiamato oggi per dirmi che mi vuole incontrare per togliere la clausola del mutuo perche' lui non puo' tenere fermo l'immobile alla lunga, a me sembra piu' una strategia per chiudere in fretta la trattativa e assicurarsi la provvigione...perche' dovrei togliere la clausola relativa al mutuo?? c'e' un motivo?? manca solo la relazione preliminare del notaio (a questo punto secondo me importantissima)...purtroppo non mi fido piu' di questo agente immobiliare visto che non mi ha fatto vedere l'atto di provenienza finche' non firmavo la proposta di acquisto ed ora capisco anche perche' non voleva farmi mettere la clausola del mutuo!
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma la proposta è stata controfirmata? se si aspetti secondo le date che avrai indicato, se no aspetti la delibera. Io credo che non sia controfirmata
     
  8. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La proposta e' stata accettata e' scadeva l'8-04-11 ma in quella data avevo solo qualche riga di una banca che mi diceva che molto probabilmente per me ci voleva il garante...poi mi sono rivolto ad un'altra banca e in quella data non avevo ancora risposta, oggi sto aspettando la relazione notarile preliminare

    Dovevamo fare il compromesso il 15/04 ma non e' stato fatto perche' nn avevo avuto risposte dalla banca
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    quindi vuole farti rifare la proposta senza la sospensiva? In realtà, essendo la proposta scaduta, siete tutti sulla parola. Se sei avanti con la banca, io chiederei un incontro col proprietario e gli spiegherei la situazione a voce: a volte l'incontro a 4occhi trasmette tranquillità. C'è il rischio di perdere l'immobile, ma se rifai proposta senza sospensiva rischi la caparra
     
  10. Livingston69

    Livingston69 Membro Ordinario

    Mediatore Creditizio
    Premettendo che tutti gli interventi precedenti, degli amici del forum, sono piu che mai validi e da tenere assolutamente in considerazione, se la casa ti interessa veramente ti posso consigliare di :
    1) se devi rifare la proposta vincolala nuovamente alla concessione del mutuo.
    2) Esistono banche che concedono mutui sulle donazioni. ( Che Banca, Barclays, Unicredit)
    3) Chiedi all AI un incontro con il venditore, se lo rifiuta... "qui gatta ci cova":ok:
     
  11. lucatonzani

    lucatonzani Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    con la clausola sospensiva del mutuo l'Agenti Immobiliari non doveva versare la caparra al venditore e nemmeno percepire la provvigione.
    Inoltre non tutte le banche accettano di erogare mutui con garanzia su immobili ricevuti in donazione tanto più con donazioni così fresche e con donante deceduto da solo 1 anno.
    I problemi su acquisti di immobili donati possono ricadere anche sul futuro acquirente infatti il diritto dell'erede leso è più forte di quello degli acquirenti e di quello delle banche. C'è da dire che sono problemi più ipotetici che reali (ma potrebbero accadere). Chiedi consiglio e fatti illuminare dal tuo notaio di fiducia.
     
  12. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    per oggi ho fissato un incontro in agenzia con il venditore!! vedremo che succedera'...

    grazie dei consigli
     
  13. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    non generalizziamo.

    Ricordo (come ho già detto altre volte) che l'eredità è distinta in due parti:

    - la quota disponibile, della quale il testatore è libero di disporre;
    - la quota di legittima (o riserva), della quale il testatore non può disporre a favore di estranei perché spettante per legge ai legittimari.

    solo la quota di legittima può essere "ridotta" dall'intervento di figli illegittimi o di fratelli sconosciuti che rendono agitati i sogni delle banche ..

    se il valore della casa donata rientra nella quota disponibile, essa non può essere MAI soggetta a riduzioni da parte di eredi.

    di seguito allego la tabella per calcolare la quota disponibile:

    [​IMG]

    in questo caso
    se la casa è stata stimata al momento della successione € 200.000, nel peggiore dei casi bisogna controllare che il patrimonio del deceduto fosse superiore a 800.000 (moglie viva e 2 o più figli vivi) per essere sicuro di non incorrere in alcun problema con banche od eredi.
     
  14. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sono stato in agenzia, ho incontrato il venditore, disponibilissimo, anche a fare tutto senza
    caparra, oggi mi ha chiamato la banca ha avuto la relazione notarile preliminare e per il
    consulente della banca possiamo gia' fissare la data del rogito con conseguente stipula,
    l'unico mio dubbio infatti mi sono preso due giorni di tempo sono le insistenze dell'agente I.
    nel chiudere la trattativa e soprattutto di togliere sta benedetta clausola del mutuo (non capisco
    perche') un ultimo quesito da porvi.
    da premettere in questo momento abbiamo un accordo diciamo formale, l'assegno di 5000 € non e' stato ancora
    incassato non ho pagato ancora provvigioni all'agente immobiliare. Siccome ho un accordo formale
    per forza devo fare un accordo senza questa famosa clausola del mutuo??
    al 99,9% il mutuo dovrei averlo dopo la telefonata di oggi del consulente
    perche' e' cosi insistente questo Agenti Immobiliari ?? sara' che ha perso in fiducia...
    il venditore ripeto disponibilissimo, e' proprietario di un altro immobile e suo fratello ha ricevuto
    200.000 come controparte
     
  15. lucatonzani

    lucatonzani Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    l'Agenti Immobiliari senza clausola potrebbe pretendere la provvigione (la clausola è un evento futuro e incerto), con la clausola dovrebbe aspettare la delibera della banca o, in assenza, il rogito notarile. L'Agenti Immobiliari dovrebbe curare gli interessi delle parti, non i suoi. I suoi si concretizzano se l'affare va a buon fine e perché vada a buon fine, deve curare gli interessi delle parti. Se al venditore sta bene così, lui cosa vuole? Alcuni Agenti Immobiliari si dimenticano questo dettaglio: il nostro interesse (la provvigione) si concretizza solo al momento che le parti hanno concretizzato i loro; perché spingere un cliente a fare ciò che non vuole? Non si stanno comprando le caramelle! Questo è un atteggiamento che fa tanto "venditore porta a porta". E' vero che spesso noi Agenti Immobiliari lavoriamo a vuoto: troviamo una casa da vendere e dopo pubblicità, telefonate, tempo e litri di benzina troviamo chi la compra, assistiamo il cliente nella stipula della proposta condizionata, ci spendiamo affinché il venditore l'accetti, seguiamo il compratore per il mutuo, reperiamo documentazione varia ecc... e poi tutto può saltare per il mutuo e a noi non ci paga nessuno, ma questo è il nostro lavoro se pur fastidioso, a chi non piace può pure cambiarlo.
     
    A Sim piace questo elemento.
  16. fnm

    fnm Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve,
    eccomi di nuovo qua, avevo deciso rassicurato dal notaio e dopo aver incontrato il venditore, nonostante mi rodeva dare i miei soldi a quell'Agenti Immobiliari
    oggi mi presento dal notaio per il rogito e sorpresa???
    l'agente immobiliare il quale aveva l'esclusiva di vendita si dimenticato a dir suo di far fare il CDU dal comune, a quel punto il notaio ha rinviato il rogito a data da destinarsi, sia io che il venditore eravamo delusi e arrabbiati, anche perche il signor Agenti Immobiliari prede 5.500 euro (3%) da me e 3.500 dal venditore!!

    a sto punto posso citarlo per danni!??? altro che 3%!!! il professionista! scusate lo sfogo ma sono piu' che arrabbiato.

    Aggiunto dopo 13 minuti :

    deciso di acquistare, scusate ma dal nervoso mi mangio le parole...
     
  17. Bonomix

    Bonomix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Situazione identica...

    Buonasera a tutti.
    Sto impazzendo da una settimana dietro ad un caso identico al nostro amico.

    Ho fatto un'offerta che lunedì 29/8/2011 valuterà.

    Nell'offerta ho messo la clausola salvo buon fine concessione mutuo. Avrei anche trovato chi me lo potrebbe erogare...anche senza garante. Il problema però...è sembre quello: come tutelarsi dalla possibilità che le due mamme dei due cugini proprietari dell'immobile possano un giorno svegliarsi e richiedere la loro parte di eredità non avuta dalla povera loro mamma scomparsa solo questo marzo scorso? La donazione fu fatta nel 2003...quindi...mancano 12 anni alla fine dei 20 anni dall'atto...e quasi 10 dalla morte della donante.
    Potrebbe servire l'atto formale di rinuncia all'eredità delle due signore? Ammesso naturalmente che lo possano e vogliano fare...visto che così rinuncerebbero a tutta la eventuale eredità ricevuta dalla pora mamma...
    La clausola del mutuo mi consentirebbe di riprendere l'assegno di 5000€ consegnato all'agente? Anche dopo l'accettazione della proposta?

    Che incubo...anche se alla casa ci tengo da morire...è carina e messa tutta per bene...ma non ci dormo la notte!!!

    Aggiunto dopo 5 minuti...

    Buonasera a tutti.
    Sto impazzendo da una settimana dietro ad un caso identico al nostro amico.

    Ho fatto un'offerta che lunedì 29/8/2011 valuterà.

    Nell'offerta ho messo la clausola salvo buon fine concessione mutuo. Avrei anche trovato chi me lo potrebbe erogare...anche senza garante. Il problema però...è sembre quello: come tutelarsi dalla possibilità che le due mamme dei due cugini proprietari dell'immobile possano un giorno svegliarsi e richiedere la loro parte di eredità non avuta dalla povera loro mamma scomparsa solo questo marzo scorso? La donazione fu fatta nel 2003...quindi...mancano 12 anni alla fine dei 20 anni dall'atto...e quasi 10 dalla morte della donante.
    Potrebbe servire l'atto formale di rinuncia all'eredità delle due signore? Ammesso naturalmente che lo possano e vogliano fare...visto che così rinuncerebbero a tutta la eventuale eredità ricevuta dalla pora mamma...
    La clausola del mutuo mi consentirebbe di riprendere l'assegno di 5000€ consegnato all'agente? Anche dopo l'accettazione della proposta?

    Che incubo...anche se alla casa ci tengo da morire...è carina e messa tutta per bene...ma non ci dormo la notte!!!

    Aggiunto dopo 8 minuti...

    Buonasera a tutti.
    Sto impazzendo da una settimana dietro ad un caso identico al nostro amico.

    Ho fatto un'offerta che lunedì 29/8/2011 valuterà.

    Nell'offerta ho messo la clausola salvo buon fine concessione mutuo. Avrei anche trovato chi me lo potrebbe erogare...anche senza garante. Il problema però...è sembre quello: come tutelarsi dalla possibilità che le due mamme dei due cugini proprietari dell'immobile possano un giorno svegliarsi e richiedere la loro parte di eredità non avuta dalla povera loro mamma scomparsa solo questo marzo scorso? La donazione fu fatta nel 2003...quindi...mancano 12 anni alla fine dei 20 anni dall'atto...e quasi 10 dalla morte della donante.
    Potrebbe servire l'atto formale di rinuncia all'eredità delle due signore? Ammesso naturalmente che lo possano e vogliano fare...visto che così rinuncerebbero a tutta la eventuale eredità ricevuta dalla pora mamma...
    La clausola del mutuo mi consentirebbe di riprendere l'assegno di 5000€ consegnato all'agente? Anche dopo l'accettazione della proposta?

    Che incubo...anche se alla casa ci tengo da morire...è carina e messa tutta per bene...ma non ci dormo la notte!!!
     
  18. ccc1956

    ccc1956 Membro Senior

    Altro Professionista
    se non ri concedono il mutuo avendo messo la sospensiva mutuo ti riprendi l'assegno.
    dovevi mettere nella proposta di acquisto...............l'immobile non proviene da donazione.
    adesso i rischi ci sono.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina