1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti
    vorrei acquistare un appartamento in comproprietà con il mio compagno, padre di mio figlio. Premetto che lui è già comproprietario con la sua ex moglie di un appartamento acquistato con le agevolazioni prima casa nel 2007(appartamento ora in vendita causa separazione).
    Il mio quesito è:
    dato che anticipo io il capitale iniziale vorrei intestare a me la maggior parte dell'immobile (anche l'80% magari). E' possibile???? La parte di sua proprietà quindi lui l'acquisterebbe come seconda casa??? e come funziona per gli interessi del mutuo??? (vorremmo fare un mutuo al 50% sperando che ce lo passino visto che lui paga già un mutuo)
    Ad oggi sul mutuo gravante sull'appartamento di cui sopra lui scarica gli interessi in quanto in tale appartamento vivono sua moglie ed i suoi figli.
    Vuol dire che non potrebbe scaricare anche gli interessi di un nuovo eventuale mutuo???
    E con la vendita del suo appartamento cosa cambierebbe???
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, andiamo per ordine e spero di commettere errori:
    Si è possibile

    Sulla base di quello che riporti , si per il tuo compagno sarebbe seconda casa, per completezza di indico i requisito per accere alle agevolazioni prima casa
    - di non essere titolare esclusivo (proprietario al 100%) o in comunione con il coniuge (la comproprietà con un soggetto diverso dal coniuge non è ostativa) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di un'altra casa di abitazione nel territorio del Comune dove sorge l'immobile oggetto dell'acquisto agevolato;
    di non essere titolare, neppure per quote o in comunione legale con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra casa di abitazione acquistata, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni fiscali prima casa.


    Su questo posso darti un indicazione, perchè non sono molto ferrato sul creditizio... ma sicuramente qualcunaltro del forum che si interessa di creditizio ti potrà essere più esaustivo, comunque credo che il tuo compagno non possa accedere a mutuo agevolato prima casa in quanto già proprietario e di conseguenza non possa scaricarsi gli interessi , ma ripeto la mia indicazione in tal senso è da prendere con il beneficio... vedrai che altri ti risponderanno. Fabrizio
     
  3. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    bhe ma in realtà non è il coniuge ma la sua ex moglie

    Aggiunto dopo 7 minuti :

    Un'altra domanda che mi pongo è:
    come posso tutelarmi in caso di sua morte???
    cosa succede della sua parte di proprietà???
    Come faccio ad avere io il diritto di abitazione fino alla mia morte????
    (basta avere la quota maggiore a garantirmi questo diritto????)



     
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Purtroppo , la famiglia di fatto o more uxorio , nel nostro ordinamento giuridico riceve una tutela minore rispetto alla famiglia " legale " derivante dal matrimonio e nel caso specifico - acquisti compiuti durante la convivenza- non esiste il regime di comunione legale tra conviventi per cui chi ha compiuto l'acquisto è proprietario del bene, salvo la possibilità per il compagno di proporre azione di indebito arricchimento, qualora dimostri che nell'acquisto è compresa una propria partecipazione materiale o morale... questo significa che :
    In caso di sua morte , attualmente, la sua quota rientra nell' asse ereditario degli eredi legittimi.
    Penso che un passaggio con un notaio ed un avvocato potrà indicarti la strada migliore per tutelarti, perchè la tua situazione è un pò particolare ( compagno, convivenza e figlio ) .
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Concordo con Fabrizio.

    Per avere il diritto di abitazione, basta chiederlo al notaio quando rogiterete.

    Credo anche che non sia il caso che lui si intesti anche solo parte di un immobile, prima del divorzio, se no - se lui dovesse morire - eredita anche la moglie separata....

    Silvana
     
  6. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    si prima del divorzio sappiamo che eventualmente potrebbe anche ereditare la moglie separata. Ma qualcuno mi ha detto (e non so se sia vero) che acquistando la maggiore, in caso di sua morte, conserverei (anche senza essere coniuge) il diritto di abitazione. Mi chiedo se questo sia vero!!!
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il diritto di abitazione non dipende dalla quota, ma dalla volontà delle parti.

    Silvana
     
  8. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    per cui bisogna specificarlo in sede di acquisto o fare una scrittura privata???
     
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Dirlo al notaio che lo inserirà a rogito.

    Silvana
     
  10. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma se lui riacquista adesso non può riacquistare con i benefici prima casa considerando che nel suo appartamento vivono la sua ex moglie e i suoi figli???

     
  11. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se ancora non ha avuto la sentenza di divorzio ... per legge la ex moglie è ancora considerata coniuge a tutti gli effetti civili pertanto non può beneficiare delle agevolazione prima casa. Teoricamente parlando nulla vieta fino ad un momento prima della firma sulla sentenza di divorzio il ricongiungimento. In questo momento ( un avvovato eo un notaio potrà essere molto più preciso ) penso che un acquisto potrebbe comunque innescare problemi risolvibili certamente ma con l'ausilio di un Notaio.
    Fabrizio
     
  12. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    ma io ad ottobre posso chiedere il divorzio e a quel punto il coniuge diventa ex coniuge (quindi non dovrebbe essere ostativo all'acquisto con i requisiti prima casa)
    inoltre a maggio 2012 scadranno comunque i termini dei 5 anni dall'acquisto della prima casa
    Se non dovessi riuscire a divorziare in tempo potrei sfruttare quest'altra possibilità????
     
  13. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Allora

    Aggiunto dopo 5 minuti :

    Allora cerchiamo di capirci perché con lo stesso nickname stanno scrivendo 2 persone( mi sembra ) : punto primo puoi chiedere il divorzio? La sentenza di divorzio si ha dopo tre anni dalla richiesta, fino ad allora sei sempre legalmente sposato con tutto ciò che ne deriva in obblighi e doveri. Poi i 5 anni sono per la plusvalenza che e' un 'altra cosa.
     
  14. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    si ad ottobre scadranno i tre anni per il divorzio... (dunque si con lo stesso nickname scrivo sia io che la mia compagna)
    ma cos'è la plusvalenza scusate??? io so che se acquisti una casa con le agevolazioni prima casa e rivendi prima dei cinque anni devi pagare la differenza tra l'aliquota agevolata e quella ordinaria.
    Giusto???? allora mi chiedevo ma visto che io sono separato e in quella casa non vivo piu io perchè non posso usufruire di nuovo di tali agevolazioni????
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè finchè non vendi la casa, rimane sempre di tua proprietà ed è la tua prima casa, anche se affidata alla ex moglie.

    Silvana
     
  16. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    in questi giorni pensavo ad una possibilità:
    la mia compagna potrebbe acquistare la quota di proprietà della mia ex moglie???
    a questo punto la casa sarebbe in comproprietà al 50% tra me e la mia compagna
    però c'è il mutuo (io sono il mutuiatario e la mia ex terza datrice di ipoteca)
    bisognerebbe rifare anche quello???

     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E dove andresti ad abitare, visto che nella casa c'è la tua ex ?

    Silvana
     
    A studiopci piace questo elemento.
  18. emmettina

    emmettina Membro Junior

    Privato Cittadino
    bhe ovviamente lei a quel punto dovrebbe andare via....
    questa è solo una soluzione per estrometterla


     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina