1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. liquify

    liquify Membro Junior

    Privato Cittadino
    Come comportarsi in questi casi?
    "Quello che vuole l'agente immobiliare è la provvigione. Appena matura il
    diritto a esigerla. Ossia, quando l'affare è concluso (preliminare, o
    proposta d'acquisto accettata di cui l'acquirente è venuto a conoscenza),
    indifferente se poi l'affare va a buon fine (rogito notarile). Per avere
    questa certezza, ad esempio, spesso procede così: casa da 200.000 ,
    provvigione del 3% dal compratore e 2% dal venditore. Spettanze del
    mediatore: 10.000 (3% 2%). All'atto della compilazione della proposta
    d'acquisto, l'acquirente chiede: «quanto dovrei lasciare di caparra?».
    L'agente fa due conti, per esempio sa che il venditore si aspetta subito il
    5% di anticipo, ossia 10.000 , ma dice: «eh, sarebbe bene una caparra del
    10%», e si fa fare un assegno intestato all'agenzia («garantiamo noi», è la
    frase che ho sentito dire di solito) di 20.000 . Va dal venditore, e gli
    dice: «lei accetta la proposta, firma qui, io le giro 14.000 del compratore
    come caparra, lei mi fa in cambio un assegno di 4.000 per la sua parte di
    provvigione, e siamo tutti contenti. E' come se la caparra fosse addirittura
    di 14.000 , lei voleva 10.000 di anticipo ed eccoli lì, poi tanto doveva
    pagarmi comunque, meglio così, no?». Bene. Torna dal compratore con la
    proposta accettata, gli fa firmare l'avvenuta conoscenza dell'accettazione,
    e a quel punto (con l'acquirente vincolato, che non può più tirarsi indietro
    pena la perdita di quanto versato) dice: «Al venditore bastava il 7% di
    caparra, comunque ora l'affare è concluso, tengo direttamente io gli altri
    6.000 che in ogni caso lei mi deve come provvigione». Dopodiché, in più di
    qualche caso, chi si è visto si è visto, e se ci sono poi problemi dal
    notaio, affari loro. Variante al tutto: effettuare gli scambi di denaro in
    contanti, con la solita scusa di risparmiare sull'IVA. Ancora meglio, e
    ancora meno tutele e possibilità di rivalsa di compratore e venditore in
    caso di intoppi o sorprese che possano saltare fuori dopo. Molto comodo,
    l'articolo 1755. "
     
  2. miciogatto

    miciogatto Membro Supporter

    Privato Cittadino
    La soluzione è semplicissima: scappare dagli agenti che chiedono di intestare l'assegno all'agenzia. Assegno intestato al venditore. Sempre.
     
    A sarda81, Tobia, ingelman e ad altre 5 persone piace questo elemento.
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    In tutte le categorie ci sono le pecore nere.
    l'agente immobiliare descritto da liquify certamente esiste ma è solo una piccola
    sporca percentuale del totale.
    Purtroppo sono quelli che fanno notizia.
     
    A sarda81, FRANCY80, ingelman e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ma di cosa si sta parlando? E' una storia inventata oppure una storia vera. Perché a me non risultano questi balzelli. Vorrei conoscere chi fa l'assegno di caparra intestato all'agenzia. Perché e a che titolo si è raccontata una barzelletta simile?
     
    A dormiente, Irene1, andrea boschini e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Penso proprio che non sia una barzelletta.
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Non accettare una pratica illegale. Punto.

    Ma anche non diffondere notizie tendenziose, senza casi concreti.
     
    A dormiente, leolaz, Silvio Luise e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    infatti credo si tratti proprio di questo
     
    A dormiente e Irene1 piace questo messaggio.
  8. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @liquify... se vuoi ti posto decine di casi diversi del cliente acquirente/venditore che pensa di essere " furbo " ...ma fortuna vuole la stragrande maggioranza non e' cosi, quindi si evita di scrivere e di romanzare ;)
     
    A PROGETTO_CASA, dormiente e leolaz piace questo elemento.
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Avete ragione.... e io che pensavo fosse un troll...
     
    A leolaz e Rosa1968 piace questo messaggio.
  10. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Wow, ma sei stato alla "Al Capone real estate"?
     
    A Irene1 e specialist piace questo messaggio.
  11. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Beh, raccontato in questo modo sembra quasi che sia una prassi adottata da tutti e ciò non è vero. Sarebbe meglio circostanziare un singolo episodio alla volta.
    Per inciso, che logica ci sarebbe poi nel chiedere il 3% all'acquirente ed il 2% al venditore? Semmai viceversa.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  12. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non solo concordo in pieno con quanto dici ma poi, un mezzo truffatore che fa cose assurde per avere quello che la Legge gli garantirebbe, che senso ha? Come minimo metterebbe in piedi tutta questa trama per il 5/6% non trovi? Il nostro amico ha scritto qualcosa frutto della propria fantasia, secondo me, diciamo qualcosa di verosimile ma non del tutto vero
     
    A dormiente, Bagudi e specialist piace questo elemento.
  13. leolaz

    leolaz Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Questo è fuori discussione, come dire: "quello che vuole l'operaio è la busta paga". Mi sembrerebbe assurdo il contrario. Per il resto il post mi sembra assolutamente generico e fuorviante, nonchè come dice @Bagudi tendenzioso.
     
    A dormiente e Rosa1968 piace questo messaggio.
  14. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io saranno secoli che non sento una cosa del genere, dell'assegno intestato all'agenzia intendo.
    Ma stai parlando di qualcosa di concreto?
     
    A dormiente piace questo elemento.
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    spesso l'agente procede così... non lo sai?
     
  16. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'agente o la gente? :^^:
     
    A dormiente piace questo elemento.
  17. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    io faccio fatica a vedere quelli intestati a me figuriamoci quelli per conto del venditore..
    :triste:




    :p
     
    A Bagudi e dormiente piace questo messaggio.
  18. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E poi alla stipula notarile cosa dichiara acquirente venditore ed agenzia?
    Che la caparra l'ha versata l'agenzia e l'assegno di mediazione è l'assegno che doveva essere della caparra ma che non è perchè in realtà i soldi li ha dati all'agenzia?
    L'assegno sempre intestato alla parte venditrice, e la provvigione a conclusione dell'affare anche con proposta accettata senza nessuna sospensiva al preliminare o al rogito a seconda dei casi.
     
    A leolaz piace questo elemento.
  19. Franca81

    Franca81 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti, scusate ma questa cosa sta capitando proprio a me! Oramai sono mesi infiniti che sto cercando di comprare casa e dopo innumerevoli tentativi non andati a buon fine per altrettanti innumerevoli problemi, ho trovato una casa che mi piace ed ho deciso di provare con la proposta... l agente immobiliare mi ha subito detto che con la proposta non accettera' un assegno intestato al propietario perche' non intende assumersi il rischio di trattenere in giacenza nel proprio ufficio un assegno non intestato all agenzia. Secondo loro dovrei fare l assegno di caparra di 5mila euro a loro e se la proposta non viene accettata me lo rendono. Sinceramente e' una cosa che non riesco proprio a capire. La mia proposta sara' vincolata al mutuo quindi non capisco come i proprietari dell immobile possano riscuoterlo, non e' illegale? L agente immobiliare mi ha anche detto che potrebbe accadere che il proprietario riscuota prima dell accettazione del mutuo e che quindi e' per mia tutela intestarlo a loro. Cosa ne pensate? Qualcuno puo darmi consigli per proseguire in modo diverso?
     
  20. Agenzia Castello

    Agenzia Castello Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma non esiste, l'assegno MAI intestato all'agenzia quello della proposta, con proposta subordinata al mutuo l'assegno lo trattengono loro in deposito, se la proposta va a buon fine e ti danno il mutuo vi ritrovate e fate un preliminare e allora in tal sede consegnano l'assegno oppure a mutuo approvato si va diretti in stipula se la consegna della casa è subito.
    Il discorso che non si assumono il rischio di tenere un assegno non ha senso, gli assegno sono non trasferibili anche glieli rubassero che se ne fanno?
     
    A sarda81, andrea b, Bagudi e ad altre 3 persone piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina