1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Andre83

    Andre83 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    BuonGiorno

    volevo chiederle un informazione in merito ad una compravendita, ho acquistato un immobile ad Aprile 2014, adesso riguardando l’atto notarile ho notato che sul foglio catastale allegato all’atto il balcone risulta essere piccolo dallo stato di fatto attuale ed inoltre la veranda risulta con una copertura più corta-

    Come posso procedere?

    Ho letto che addirittura possibile chiedere ad un giudice la nullità dell'atto.

    Vi ringrazio anticipatamente per i vs consigli

    Andrea
     
  2. PROGETTO_CASA

    PROGETTO_CASA Ospite

    Che le planimetrie catastali, soprattutto quelle vecchie, non siano sempre fedeli accade spesso.
    Semmai si tratta di rifare una migliore identificazione grafica.
    Quello che è piu' importante è la presenza di una veranda che mi auguro sia condonata o abbia la licenza edilizia.
     
  3. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Il problema più serio potrebbe riguardare non tanto la difformità dalle catastali quanto dalla situazione urbanistica comunale.
    Devi necessariamente rivolgerti ad un tecnico per effettuare le dovute indagini.
     
    A PROGETTO_CASA e Irene1 piace questo messaggio.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Tenendo presente che la planimetria catastale l'ha firmata al rogito...
     
    A PyerSilvio, PROGETTO_CASA, Maria Antonia e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. Andre83

    Andre83 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si ne sono consapevole anch'io, infatti ho chiesto consiglio di come procedere... sentendo un mio amico geometra ci sono anche gli estremi di annullamento dell'atto notarile, nel caso in cui il vecchio proprietario nn mi sistemerebbe la situazione a livello economico.
     
  6. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Io in 15 anni non ho mai visto annullare un rogito, cmq in atto il notaio è chiaro, fa vedere la planimetria e chiede alle parti se è conforme, quindi di cosa stiamo parlando, ora va bene che in Italia non esiste la certezza del diritto però mi pare un tantino eccessivo. Se c'è la difformità te la devi regolare a tue cure e spese e ammesso che sia sanabile la cosa ti potrebbe costare un bel po, infatti se è in zona vincolata potrebbe non essere sanabile o esserlo previa autorizzazione in sanatoria dell'edilizia privata e della paesaggistica essendo in esterno, per darti un'idea dei miei clienti, anch'essi caduti in un acquisto come il tuo, per un dente di 1 metro del balcone hanno speso tra sanzioni e pratica 5 mila euro. Fai conto che mi "odiano" ancora adesso perché sono stato io a far notare alle parti l'incongruenza tra la planimetria catastale e lo stato di fatto.
     
    A Procion82, Sim, PyerSilvio e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  7. nuova H&F

    nuova H&F Membro Attivo

    Privato Cittadino
    C'è anche il "falso in atto pubblico", di cui sei reo anche tu.
    Invece di sentire tecnici, parla con un avvocato od il notaio : sconsiglieranno l'azione di annullamento.
     
    A Procion82, Sim, Bagudi e 1 altro utente piace questo messaggio.
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mah.... mi sembra che si parli di annullamento di rogito troppo facilmente...
     
    A Procion82, PROGETTO_CASA, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Va di moda. Il giorno del rogito nessuno é attento poi saltano fuori le incongruenze. Non solo maneggiano la planimetria con un tempo medio di 3 mesi con almeno 4 visite. Ma poi leggono che anche il rogito si può annullare e wallà ora verifico ops ho trovato e pronti via.
    Nulla contro l'utente però l'attenzione e le verifiche vanno fatte prima e durante. Dopo potrebbe essere troppo tardi.
     
    A Procion82, Sim, francesca7 e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  10. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :ok:
    Tutto secondo me volge alla presunta opportunità di ottenere in via giudiziale un risarcimento pecuniario a fronte del ripristino o del minor valore dell'immobile riscontrato il vizio.

    Questo avvalora sempre di più l'ipotesi che il proprietario venditore in presenza di presunte (qui si parla di presunte) irregolarità ha sempre un fianco scoperto.

    Fino a prova contraria si tratta di presunte irregolarità urbanistiche ma nulla esclude un errore della rappresentazione grafica.

    Da dire che quel che gioca a sfavore dell'acquirente è che le planimetrie allegate all'atto sono le stesse che anch'egli ha firmato nonostante la dichiarazione di conformità rilasciata dal venditore avallata dallo stesso acquirente.

    Prima di parlare di abusi o difformità urbanistiche gli stessi andrebbero dimostrati ... come farlo è abbastanza semplice (richiedere il progetto originario e verificarlo in base allo stato di fatto dell'immobile)

    se la veranda è stata realizzata successivamente in forza di autorizzazione Comunale è facilmente verificabile se esiste una pratica edilizia (superDia .. wonderDia .. i fabtastici 4 .. piano casa .. i nomi cambiano da regione a Regione, ma sempre di pratica Urbanistica si tratta) ... facilmente verificabile.

    Se realizzata in assenza di autorizzazioni (sorta spontaneamente) dovrebbe esistere una concessione in sanatoria dalla quale si evince al superfice condonata ... tutte cose riguardanti l'urbanistica che nell'atto dovrebbero essere riportate ...


    Quoto in pieno


    Possibile che te ne sei accorto solo ora? .... non sarà che niente niente in via informale esisteva una tacita accondiscendenza per un difetto tollerato anche a fronte della determinazione del prezzo?

    Scusa la domanda, non per mettere in discussione la tua buona fede, ma mi piace fare l'avvocato del diavolo
    (sai gli avvocati e i Giudici interpretano le leggi ma sono maliziosi).
    Cito prendendo spunto per un eventuale interpretazione

    :fico:
     
    A andrea87, Sim, alessandro66 e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  11. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ah ah :D:D anch'io le generalizzo sempre "architetture spontanee"...

    Quoto totalmente.

    Necessita aggiungere che se è difforme ormai oggi è proprio difficile trovare un notaio bandito che rogita lo stesso....
     
  12. gtgt

    gtgt Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In questo caso è stato il venditore a sistemare il tutto prima della vendita (cioè quando hai fatto notare la difformità), giusto?
     
    A nuova H&F piace questo elemento.
  13. alessandro66

    alessandro66 Membro Senior

    Privato Cittadino
    Che mi hai fatto ricordare...pensieri impuri!:maligno:

    Come i funghi???:risata:[DOUBLEPOST=1415284080,1415284013][/DOUBLEPOST]
    E quando se ne accorge...se non glielo dicono le parti...
     
    A nuova H&F e ingelman piace questo messaggio.
  14. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Al momento, avendo dichiarato lo stato dei luoghi in atto pubblico, la difformità è tua a meno di avere ampia documentazione a dimostrazione del contrario come già è stato detto.... Quindi in teoria hai comprato così come hai dichiarato in atto e poi ti sei allargato/rimpicciolito la veranda ecc.

    Comunque, colleghi, la gente è cambiata.... è una guerra.
     
    A Tobia, nuova H&F, andrea87 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  15. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io ormai agli appuntamenti vado direttamente in mimetica o tenuta anti sommossa :D

    ciao Sim fà piacere rileggerti ;)
     
    A Bagudi, alessandro66 e Sim piace questo elemento.
  16. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Periodo molto intenso, direi come mai.... ma finora molto onore!! :basito:

    Comunque i clienti si presentano già alle visite con la scappatoia in tasca e l'imputazione pronta. Tira brutta aria...... e cadono bombe d'acqua (ammazza!!!)
     
    A Rosa1968 e ingelman piace questo messaggio.
  17. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    hai sentito che grandine 10 minuti fà?
    era diventato notte fonda
    lampi tuoni fulmini è saette ....
    sarà il mercato in ebollizione :occhi_al_cielo:
    Ps. occhio al Tevere li da te sei a rischio :D
     
    A Sim piace questo elemento.
  18. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Si, si, è il mercato in ebollizione.... qualcuno avrà venduto e non sarà stato pagato
     
  19. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    no è gmp .... gli è sfuggito un affare!
     
    A Sim e Bastimento piace questo messaggio.
  20. Luca1978

    Luca1978 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Certo, considera oltretutto che in genere sono pratiche con gli uffici comunali abbastanza lunghe, in questo caso il nataio indicò in atto il protocollo della pratica in sanatoria e trattenne la somma massima che era prevista per la sanzione, in modo da tutelare parte acquirente. In questo caso siamo andati prima in atto della fine della pratica in quanto parte venditrice a sua volta si era impegnata per un acquisto e non potevamo andare oltre. Cmq dopo 6 mesi arrivò la sanzione, se non ricordo male sui 2mila euro, i venditori pagarono e si ritirarono dal notaio la somma di 6mila euro che avevano lasciato in garanzia.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina