1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti, mi sono iscritta a questo forum per avere un parere. Circa 11 anni fa mia madre con il compagno di allora ha acquistato una casa. Lei è titolare della nuda proprietà mentre l'uomo dell'usufrutto. Ora mia madre (la relazione è finita da 10 anni) vorrebbe disfarsi di qualsiasi titolo proprietario su quell'immobile e avevamo pensato alla donazione della nuda proprietà a me, visto che sono l'unica che ne gioverebbe. Volevo quindi sapere come fare questa donazione, i costi più o meno e i miei diritti e doveri nel caso in cui diventi proprietaria della nuda proprietà. Un altro quesito che vorrei proporre è questo. L'usufruttuario in questione non vive più in Italia e si disinteressa totalmente di questa casa. C'è la possibilità che venga meno il diritto di usufruttuario per usucapione, data la totale non curanza della casa? (Si trova nel paese in cui vivo io, quindi la curo io). Spero di essere stata chiara e di poter ricevere un chiarimento. Cordiali saluti
     
  2. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Come nuda proprietaria non avresti alcun diritto di un pieno proprietario
    L usucapione non lo menzionare proprio. In tal caso non esiste.
    Per quanto riguarda le modalità di estinzione del diritto di usufrutto le cause di estinzione sono previste dall'art. 1014 del codice a cui ti rinvio. Tuttavia potresti azionare, dimostrandolo il 1015 codice civile , comma 1. Quindi la mancata cura dal bene facendolo così deteriorare da parte dell odierno usufruttuario.
     
    A Limpida e H&F piace questo messaggio.
  3. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, per quanto riguarda la donazione della nuda proprietà , questa può e deve essere fatta innanzi al notaio con atto pubblico, e tieni presente che se vorrai rivendere la nuda proprietà o la proprietà intera (se ricongiunta ) per 10 anni dalla morte del donatore o 20 dalla donazione potresti avere problemi nel venderla, Tornando alla nuda proprietà, questa non comporta nessun onere particolare , in quanto è l'usufruttuario che ( almeno sulla carta ) avendo diritto ai frutti della cosa ne paga anche le spese ( esempio IMU , ecc.ecc. ) in effetti il nudo proprietario è tale proprio perchè spogliato di tutti gli oneri e gli onori derivanti dalla proprietà piena, la nuda proprietà diventerà piena ( si dice anche " ricongiungerà " ) nel momento in cui l'usufruttuario morirà oppure premorte deciderà di cederla o venderla al nudo proprietario, tieni presente che l'usufrutto può essere ceduto ( donato ) a terze persone che non siano il nudo proprietario, ma queste cesseranno di avere diritto all'usufrutto alla morte dell'usufruttuario originario.
    Per quanto riguarda la possibilità di usucapire l'usufrutto... questo non è possibile, l'usufrutto non è usucapibile ( almeno fin ora , poi qualche Cassazione dirà il contrario ) il fatto che la persona si disinteressi e che tu ti occupi della casa non ti da diritto ad usucapirne l'usufrutto , anzi ironia della cosa se abiti la casa o la usi , potresti essere chiamata dall'usufruttuario a pagargli un fitto... a tal proposito non conosco i rapporti ma io fossi in te chiarirei la questione con la persona. Spero di essere stato chiaro e per altri chiarimenti chiedi pure. Fabrizio
     
    A Bagudi e Limpida piace questo messaggio.
  4. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Grazie per le risposte. Da come ho capito dovrei innanzitutto andare da un notaio e procedere con la donazione della nuda proprietà da mia madre a me. Non credo che l'usufruttuario voglia cedere il suo diritto a terzi (però è sempre meglio chiedere). Credo sia meglio prima procedere così e poi aspettare di diventare l'unica proprietaria e poter acquistare l'usufrutto. Ma signor Fabrizio che mi dice dell'art. 1015 sopracitato?
     
  5. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ma perché mettersi in mezzo alle donazioni? Non cambia nulla e in più come detto da studiopc vai incontro a grattacapi. Lascia tutto come si trova e fai agire tua madre. Comunque il Tizio potrebbe anche fare una rinuncia al suo diritto se non gliene frega nulla. Sarebbe più semplice.
     
  6. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Perchè mia madre vuole togliersi tutte le proprietà! Ed io sinceramente in un futuro vorrei essere proprietaria di quella casa!
     
  7. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    E tu in futuro lo sarai ugualmente all apertura della successione. Poi, sei figlia unica o no?
     
  8. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    No ho 3 fratelli!
     
  9. Michele_BS

    Michele_BS Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Sempre meglio chiedere, per essere sicuri, decisamente. Anche in base alla risposta dell'usufruttuario saprai meglio come procedere...
     
    A Limpida piace questo elemento.
  10. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ah vabeh e pensi così di aggirare l ostacolo? E pure con una donazione! Oh Madonna dei pazzi, scusa la battuta.... un domani la tua donazione potrà essere impugnata dai coeredi qualora vai a ledere la loro quota di legittima. Allora acquista mediante compravendita la nuda proprietà e alcun problema in futuro.
     
  11. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Allora Luna, io ho scritto qui per avere un parere..
    Cmq io nn voglio aggirare la questione.. sn sicura che i miei fratelli nn impugneranno la donazione perchè hanno già proprietà loro e volevo agire così per risparmiare qualcosina visto che ho 25 anni, una laurea e nessun lavoro da potermi permettere un mutuo o roba del genere!
     
  12. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Non puoi fare nulla che ti metta al sicuro fino all apertura della successione. Tranne la compravendita, lo capisci? No scusa tu adesso sottolinei che hai una laurea e non è un bel modo di vantare i propri titoli. La legge è legge e non la puoi cambiare, mi spiace. Quindi, a questo punto fai come vuoi. Tanto un notaio appena ti sente si mette a ridere. Chi ti dà la sicurezza che anni or sono i tuoi fratelli non ti daranno grattacapi? Hai 25anni... cresci. E non risponderò più a tale discussione. Tanto, tempo perso.
     
    A H&F piace questo elemento.
  13. Luna_

    Luna_ Moderatore Membro dello Staff

    Altro Professionista
    E cara dottoressa qui sul forum non trovi ignoranti ma gente che anche senza laurea ne sa più di un titolato. E inoltre in molti una laurea la hanno.
     
    A H&F piace questo elemento.
  14. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ma infatti io nn voglio cambiare la legge, vorrei solo capirla.. Ho detto della laurea perchè veramente non so se mai avrò modo di accedere ad un mutuo. Mi sembrava meno dispendiosa la donazione (per adesso). E poi lei non mi conosce affatto, come si permette di rispondere in modo così personale.. "Cresci".. Eviti di rispondere a questa discussione così non si prende troppa rabbia!
     
  15. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Se seguissimo tutti la stessa regola, non ci sarebbero risposte.
    Domande senza risposte.
    Chi come Luna- usa toni forti, lo fa con genuinità e per aiutare chi ha posto la domanda.
    I miei nipoti ( 8 ) sono tutti laureati e non sanno prendere nessuna decisione pratica.
    Tu pensi di acquistare l'usufrutto ? Te lo farà pagare caro.
    Io trovo il primo consiglio di Luna_ : perfetto.
     
  16. dott.ssabarbara88

    dott.ssabarbara88 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Io non voglio vantarmi di avere la laurea che sia chiaro!!!!!!!! Ho solo sottolineato che non ho un futuro lavorativo roseo pur avendo sempre lavoricchiato in nero e avendo studiato! Ora sono tirocinante in duo studio tributario: i miei titolari sono diplomati ragionieri e revisori dei conti: ho solo da imparare da loro che hanno più di 20 anni di esperienza! Ho fatto la cameriera, la baby sitter, la posteggiatrice di auto, l'hostess e chi più ne ha più ne metta... Come cavolo farò ad accedere ad un mutuo con i tempi che corrono??? Credo che Luna l'abbia presa sul personale! Cmq mi rivolgerò ad un notaio e chiederò spiegazioni a lui, visto che qui è andata a finire male!
     
  17. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Presumo che il notaio ti sconsiglierà la donazione. Opterà per la vendita simulata.
    Sei ammirevole per il tuo passato lavorativo e credo che nessuno qui volesse criticarti.
    Ma mi permetto di dire che tu non hai dato il giusto valore ai consigli già ricevuti qui.
    Ti possono assicurare che è vero quello che dice Luna_ sulle capacità professionale di molti membri del forum, che, a mio parere, ne sanno molto di più certi notai.
    Inoltre nel forum trovi una corretteza poco comune in molte altre professioni.
    Qui non c'è interesse di lucro e ciò che ti è stato detto è l'opione di professionisti.
    Io non entro nel merito delle risposte, ma indirettamente mi sono pronunciato.
    Non è possibile per me litigare ogni giorno con altri membri su questioni che non interessano neanche chi ha posto il quesito. Ci sono tanti notai e molti utenti scrivono qui nel forum che sono stati mal assistiti da notai.
    Non tutti i notai sono incapaci o poco affidabili, ma è anche vero che non tutti i notai sono affidabili e capaci. Io parlo con le prove in mano.
    Buon proseguimento.
     
    A Luna_ piace questo elemento.
  18. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se evitiamo accuratamente di scendere in " fiorettate " riusciamo a capirci tutti e meglio... tornando al problema manifestato da dott.ssabarbara88, io credo che la soluzione migliore, purtroppo, non esista vista la presenza di altri 3 fratelli, la vendita fittizia o la donazione potrà essere impugnata comunque, oggi o domani, anche al solo scopo di far perdere tempo o recare fastidio, si potrebbe tentare la strada di una donazione premorte da parte della genitrice di un cespite per ognuno dei fratelli con la sottoscrizione di soddisfazione da parte di tutti gli eredi innanzi al notaio... purtroppo credo ( ma la mia opinione è sempre opinabile ) che altro modo non ci sia per il passaggio della proprietà, per quanto riguarda invece la possibilità di ricorrere al decadimento dell'usufrutto ( art. 1014 del C.C. ) oltre all'impossibilità temporale ( 20 anni per richiamarlo ) credo sia difficile da dimostrare in quanto l'usufrutto in generale è un diritto reale di godimento dei frutti della cosa non necessariamente esteso all'uso... stesso discorso secondo me vale per il richiamato art. 1015 del C.C. che prevede la possibilità di cessare il diritto di usufrutto qualora l'usufruttuario abusi della cosa o la faccia deteriorare, ma prima di poter dare un giudizio sarebbe opportuno capire bene l'immobile in oggetto da chi materialmente è usato oppure se è lasciato andare in rovina, credo che in sintesi sia opportuno valutare la cosa con l'ausilio di un amico avvocato( ribadisco amico ) il quale potrà dare un consiglio avendo ben presente la situazione. Fabrizio
     
    A Limpida piace questo elemento.
  19. gatto _silano

    gatto _silano Membro Ordinario

    Privato Cittadino

    Perche' parlare di vendita fittizia:fate una vendita reale con assegno circolare intestato alla venditrice dato davanti al notaio e nessuno potra' impugnare nulla ( comunque informarsi prima col notaio sulla procedura se corretta)
     
  20. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Fermo restando la necessità di procedere ad una vendita reale, con tanto di passaggio di soldi, senza successiva restituzione onde evitare una causa per vendita fittizia che sarebbe persa a priori , cito ad esempio (ma sono tante) la sentenza n. 22030 del 2 settembre 2008 della Suprema Corte di Cassazione, consiglio di valutare la necessità di queste operazioni che comunque possono essere oggetto,un domani, di ricorso o altro da parte dei legittimi eredi, ricorso che potrebbe essere scongiurato in presenza di un accordo premorte. Fabrizio
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina