1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    sto acquistando un immobile da un privato e ho già firmato una proposta di acquisto con caparra controfirmatoria incassata dal venditore. Al catasto l'immobile è tutto classificato A2 mentre da ulteriori ricerche al comune risulta 1/3 dell'abitazione ad uso ufficio A10. Sul preliminare si parla esplicitamente di tutto l'immobile a uso abitativo A2. Il venditore sapeva che una parte dell'immobile era ad uso ufficio A10 ma non mi ha avvertito e ha cercato di minimizzare il tutto.
    Entro la data del rogito non si riesce a sistemare la situazione ed il notaio, con difformità tra catasto e urbanistica, non fa il rogito.
    Posso rivalermi sul venditore visto che risulta inadempiente? Come posso muovermi?
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    lo devi convocare con raccomandata A.R. entro 15 gg dalla data del rogito.
    Se al momento del rogito non avrà riportato l'immobile allo stato originario ossia non potrà venderti quanto promesso sarà inadempiente quindi potrai recedere o risolvere il contratto. Fino ad allora non è inadempiente.
     
    A RmDavide piace questo elemento.
  3. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' un classicone: certo che puoi rivalerti, con doppio della caparra (se avete scritto "confirmatoria", se no semplice restituzione) e con il pagamento di eventuali danni patiti (purchè reali e purchè non abbiate scritto "acconto", in quel caso deve solo darti in dietro i tuoi soldi), ma devi lasciargli ancora un tempo ragionevole per sistemare tutto.
    Convocalo ufficialmente con una raccomandata per il rogito, se non fa in tempo mettilo in mora dandogli altri 15/20 gg e se ancora non è pronto agisci contro di lui, soprattutto se pensi sia stato in cattiva fede. Ultima cosa: in futuro compra tramite agenzia...In bocca al lupo.
     
    A ROSFRUM e RmDavide piace questo messaggio.
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Spostate la data del rogito.

    E se avesse già speso la tua caparra ?
     
  5. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ringrazio tutti per le risposte ed integro:
    - confermo che caparra è confirmatoria.
    - purtroppo nell'intero immobile è finita la percentuale da utilizzare ad uso abitazione quindi almeno in breve tempo non è possibile fare il cambio da A10 a A2.
    - Il venditore potrebbe aver speso la mia caparra.

    Infine per completezza di informazione: avrei dovuto fare un secondo pagamento di caparra confirmatoria prima del rogito che non ho fatto visto che ho scoperto questa difformità. Il venditore voleva ridarmi subito la caparra rifacendomi un assegno ma volevo sapere bene cosa fare visto che questa storia mi ha creato numerosi problemi.

    PS. La prima offerta l'avevo fatta con un agente immobiliare di mia fiducia che avrei pagato io ma è stata rifiutata a malo modo dal venditore perchè non voleva nulla a che fare con le agenzie. Era un campanello di allarme che non ho colto.
     
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Già.
    Venditore truffaldino... come se poi i nodi non venissero al pettine...

    Se ti voleva ridare i soldi, approfittane.
     
  7. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Vai da un avvocato e chiedigli i danni: se ritieni che il doppio della caparra sia un rimborso non congruo, puoi richiedere, in sostituzione, che il risarcimento del danno avvenga in base alle regole generali. Ovviamente se il preliminare/proposta conteneva le garanzie circa la sussistenza della conformità edilizia.
     
  8. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Sul preliminare, nella descrizione dell'immobile, c'è scritto che "tutto l'immobile è a uso abitazione". Dal catasto risulta tutto A2 ma al comune no.
    Inoltre sempre nel preliminare c'è scritto che in caso di vincoli non eliminabili alla data del rogito il proponente può recedere dal contratto preliminare.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    cosa cambia se non sono stati fatti dei lavori difformi? basta una semplice declassazione
     
  10. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    L'immobile ha l'unico problema che al catasto è A2 mentre al comune 1/3 dell'immobile è A10. Il declassamento al catasto mi porterebbe a non poter comprare quella porzione come prima casa, a dover pagare maggiori tasse e a non poter utilizzare in tranquillità quella porzione di casa visto che in teoria non posso metterci letti, cucina, ecc, essendo un ufficio A10.
     
  11. leolaz

    leolaz Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Il Catasto birbacchione ti fa pagare la rc interamente sull'A2
     
  12. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ci dev'essere corrispondenza tra la conformità catastale e quella edilizia: se nei progetti assentiti è un ufficio, andrà censito come tale e come in infatti è (A/10).
    Non avrei mai sottoscritto in preliminare che parla di "vincoli ineliminabili": che significa?
     
  13. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nel preliminare è stata inserita questa voce perchè molte abitazioni della zona in cui ricade l'immobile in questione sono ancora gravate da enfiteusi quindi per tutelarmi è stata inserita questa voce. Se ci fosse stato il diritto di enfiteusi e per eliminarlo avrei dovuto pagare molto, mi sarei potuto ritirare dall'acquisto.

    Il venditore è molto furbo visto che attualmente paga le tasse su un A2 ed invece ha un A10.
     
  14. adimecasa

    adimecasa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    non è un A/10 è un immobile a maggioranza abitativo, e pertanto non vedo il problema
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  15. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    [

    Il problema è per me che devo acquistare 1/3 di immobile A/10 e a quanto pare anche del notaio che non può fare l'atto vista la difformità tra i dati del catasto e del comune. Oltre a questo, altri problemi non ne vedo.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 8 Maggio 2015
  16. RmDavide

    RmDavide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Descrivo come è terminata la storia.
    La cosa che non mi ha permesso di prendere il doppio della caparra è stata la seguente frase scritta nel preliminare d'acquisto: <<In caso di vincoli non eliminabili alla data del rogito il proponente può recedere dal contratto preliminare>>.
    Mi sono consultato con un avvocato (100€ di spesa) che mi ha consigliato di riprendermi la caparra e basta altrimenti la storia sarebbe andata per le lunghe visto che il venditore nel frattempo non voleva restituirmi nemmeno la caparra.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina