1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. marromeo

    marromeo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buona sera, vado al problema: sto acquistando un immobile, dal notaio per il preliminare di vendita ho imparato che sull'immobile grava un'ipoteca relativa al mutuo fatto dalla proprietaria per acquistarlo, il mutuo è stato estinto 4 anni fa, e la banca a cui ci siamo rivolte affinché proceda con la cancellazione dell'ipoteca , temporeggia da tre mesi, l'appartamento è pronto, ma non si può rogitare , e come da preliminare le chiavi debbono essermi consegnate entro il 15 di luglio, sono piuttosto preoccupata, mi potete suggerire come ovviare per potere al più presto definire questo acquisto?grazie per l'attenzione
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E dare mandato al notaio perchè faccia lui la cancellazione ? Magari dà la sveglia alla banca....
     
  3. marromeo

    marromeo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    il notaio chiede una parcella per fare questo, la banca deve farlo gratuitamente
     
  4. marromeo

    marromeo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mi è oscuro cosa dipenda da comune....
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Cioè ?
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Avete sbagliato la procedura. Bisognava mandare una raccomandata alla banca dove si richiedeva la quietanza nella quale risulta l'estinzione del mutuo. Dalla data della raccomandata partivano i 30 giorni entro i quali la banca avrebbe dovuto comunicare alla conservatoria la cancellazione dell'ipoteca.
     
  7. enzo6

    enzo6 Ospite

    Se ti fai dare una copia delle "quietanza" per estinzione mutuo emessa dalla banca ci puo' pensare il tuo notaio anche se per legge deve farlo gratis la banca.
     
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non credo sai Enzo che funzioni così
    dubito fortemente che il notaio , con la sola quietanza , possa provvedere alla cancellazione ipotecaria senza che l'istituto rilasci una certificazione alla rinuncia alla garanzia (assenso alla cancellazione), anche se come sappiamo tutti ora ci deve pensare la banca.

    non provvedendo alla cancellazione come per legge la banca è tenuta al risarcimento dell'eventuale danno subito dal cliente.

    fai scrivere preventivamente alla banca da un legale
    vedrai che saranno velocissimi
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  9. enzo6

    enzo6 Ospite

    Fidati è un problema che ho già vissuto con un venditore, peraltro rosa mi sembra dica la stessa cosa.
    L'assenso alla cancellazione di solito si usa proprio nei casi in cui non c'è quietanza.
     
  10. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    io mi Fido Enzo ma ti assicuro che mi resta cosa inimaginabile pensare che un notaio, con la sola quietanza possa provvedere alla cancellazione.

    L'assenso alla cancellazione si è sempre chiesto sempre e comunque, anche in presenza di quietanza.

    che dire ...........

    pensa che anche nei casi di creditore irreperibile, anche con la sola quietanza, il notaio non può provvedere alla cancellazione senza un'ordinanza di un giudice

    io ti credo
    ma non credo ....
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  11. enzo6

    enzo6 Ospite

    Non ti seguo, se non esiste credito confermato da quietanza perchè è necessario l'assenso visto che la banca deve operare per la bersani ?
    Semmai il notaio chiede conferma verbale ad ufficio mutui della banca.
    Non capisco cosa serva il giudece se il proprietario è irreperibile ma mutuo è quietanzato.
     
  12. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    l'art. 2882 dispone che la cancellazione può avvenire solo con il consenso delle parti interessate e il conservatore non può procedere alla cancellazione senza un atto che contenga il consenso del creditore ipotecario.

    In tutti casi la cancellazione non può avvenire per iniziativa del conservatore , anche quando si è estinta l'obbligazione garantita da ipoteca; è infatti necessario presentare una domanda corredata dal titolo che autorizzi il conservatore a procedere; in caso di rifiuto di cancellazione (art. 2888 c.c.) il richiedente può proporre reclamo all'autorità giudiziaria affinché si proceda alla cancellazione secondo le regole dei procedimenti in camera di consiglio.

    ps ho copiato solo una parte di quanto possa darti una risposta[DOUBLEPOST=1371038503,1371038372][/DOUBLEPOST]
    conferma verbale ?????
     
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Santo bersani .... L'obbligo dell'assenso alla cancellazione prima del decreto bersani. Dopo no. É proprio questa la novità del decreto bersani con il pagamento dell'ultima rata la banca ha 30 giorni di tempo petto comunicare alla conservatoria dove comunica che il debito é estinto. Come tutti i rapporti di natura obbligatoria il debito si estingue per adempimento ovvero pagano l'ultima rata. Nel caso in questione non vorrei so fosse scagliata per qualcosa. Ma la banca deve e dico deve a questo punto giustificare il perché della permanenza dell'ipoteca.
     
    A Bagudi e Ponz piace questo messaggio.
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Interpretate scusate gli errori dono di corsa .....
     
  15. enzo6

    enzo6 Ospite

    Quindi per estinzioni successive alla Bersani non serve Assenso ma basta quietanza.
     
  16. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si ma questo non presuppone che , in caso di inadempienza della Banca la quale non provvede alla cancellazione come per legge,

    il Notaio possa provvedere alla cancellazione di sua iniziativa.


    io dico (riferito a me) scusate per eventuali miei errori di scrittura, è che ho sempre scritto male (purtroppo :^^: beato Graf)
     
  17. enzo6

    enzo6 Ospite

    Ho scritto che basta la quietanza, semmai se il notaio vuole accertarsi sia vera si fa dare conferma della quietanza dalla banca emittente.
     
  18. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La banca "creditore fà prima a comunicare alla conservatoria e richiedere che l'ipoteca venga cancellata d'ufficio, tale comunicazione può (credo) essere fatta anche con trasmissione telematica.



    L'obbligo del creditore di prestare il consenso si fonda sul disposto dell'art. 1200. Tale consenso ha natura di atto unilaterale non recettizio. Va inoltre detto che può essere prestato dal creditore ma anche da colui che si surroga nell'ipoteca [v. 2843, 2856-2857, 2866, 2871].
    (2) Il consenso del creditore deve risultare da atto pubblico [v. 2699] o scrittura privata [v. 2702] con sottoscrizione autenticata. Nel caso di atto formato all'estero occorrerà la legalizzazione. Il consenso, infine, non può risultare da testamento [v. 587].
     
  19. enzo6

    enzo6 Ospite

    Certo che la procedura dovrebbe essere che la banca per via telematica comunica la cancellazione in conservatoria ma questo per le quietanze nuove.
    Il problema è che talvolta mancano le cancellazioni, situazione in cui mi sono imbattuto 2 anni fa.
    Ho gestito la cosa in prima persona tramite il mio notaio che a fronte quietanza ha provveduto alla cancellazione.
    Questo credo sia un grande vantaggio per il venditore quando esiste un termine essenziale.
     
  20. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Enzo
    quello che ti ho esposto è quello che io sò e che prevede il codice civile e non trovo nessun riferimento a quanto tu stai sostenendo in nessune linee giuda nel citato Decreto Bersani
    L'unico dato certo è che lo hai detto tu (quindi credo che hai vissuto questa esperienza , sempre che non ti sia sfuggito qualcosa), quindi ritengo attendibile vista la fonte

    ma per ora rimango della mia convinzione, anche perchè altro dato certo che ho, sono le disposizioni in materia previste dal Codice Civile.

    comunque per scrupolo e coerenza , domani ho appuntamento dal notaio per motivi di lavoro (ho venduto casa a gmp :confuso: ), è gli sottoporrò il quesito

    e se come dici tu, posterò facendomi dare qualche elemento che possa essere d'aiuto a tutti per chiarirci le idee

    per ora ti credo
    ma non credo ..........
     
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina