1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Da qualche mese sono alla ricerca di un immobile da acquistare a Bologna dove vivo e sto iniziando con gli appuntamenti e le visite alle case. La scorsa settimana mi imbatto in un annuncio che mostra la casa perfetta per le mie esigenze a un prezzo veramente buono. Contatto immediatamente l'agenzia, Remax, e mi dicono di aver organizzato una visita open house, ovvero tutti gli interessati possono andare a vedere l'immobile tra le 15 e le 16 di sabato. L'agente in loco durante la visita prende tutti gli appuntamenti di tutti gli interessati a fare la proposta per metterci tutti in "asta", ovvero chi offre di più si prende la casa. Tipico modello americano in cui hai 20 minuti per vedere la casa e 1 giorno per decidere se fa per te. Risultato: prezzo rialzato e dunque fuori mercato, zero possibilità per approfondire le caratteristiche della casa non avendo umanamente il tempo di leggere i documenti e fare verifiche più approfondite e appuntamento sbrigativo in quanto fuori dalla porta c'è la fila di persone che attende il proprio turno (origliando probabilmente alla porta per capire che offerta fare).

    Non sono un avvocato ma credo (o meglio spero) esista una regolamentazione della compravendita immobiliare che tuteli il consumatore dandogli la possibilità di visionare la casa e andare in trattativa equa, non all'asta. Sbaglio? Qualcuno mi sa dare una valutazione del caso per capire se è illegale?
     
  2. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non è certamente illegale, ed evidentemente è una modalità operativa concordata con il venditore, che è libero di proporre casa sua come meglio crede.
    Non credo si possa parlare di prezzo fuori mercato; è la legge della domanda è dell’offerta. Se ci sono molte persone interessate compra chi è disposto a salire, o chi ha le idee più chiare nel capire che è la casa perfetta.

    L’unica perplessità , riferita alla situazione urbanistica degli immobili in Italia, è effettivamente la difficoltà (o impossibilità) a fare controlli preventivi.
    Ma 1) voglio sperare che vendendo con queste modalità l’agenzia abbia fatto dei controlli prima di procedere,
    2) il venditore sarà comunque responsabile di eventuali abusi o irregolarità.

    Quanto alla tutela del consumatore, mi pare non necessaria.
    Se non piacciono queste modalità di acquisto ( anche a me non piacerebbero) , sarà necessario cercare un altro immobile.
     
    A CheCasa!, ab.qualcosa, specialist e ad altre 6 persone piace questo elemento.
  3. Zagonara Emanuele

    Zagonara Emanuele Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Le modalità della vendita sono perfettamente legali anche se non convenzionali.

    O speri che l'agenzia abbia fatto le opportune verifiche sull'immobile (ma non ci giurerei) oppure desisti perchè è insensato acquistare un immobile "al buio" e seguendo l'emozione del momento.

    Lascia perdere le americanate e rivolgiti ad un agente immobiliare di cui ti fidi.

    Acquistare un immobile è una cosa seria, non è come acquistare un paio di scarpe su Ebay.
     
    A dormiente e specialist piace questo messaggio.
  4. L'immobile di cui parlo è di classe A4 (quindi classe popolare), il discorso che tu fai andrebbe bene per immobili di qualità media/alta che vengono acquistati da persone che non hanno particolari difficoltà economiche o comunque possono comprare un po' quello che gli pare e la scelta è ampia. Credo che guardare al mercato solo con gli occhi del denaro senza un minimo di etica non sia corretto. Mi spiego meglio, è vero che la casa "te la compri se te la puoi permettere" ma a mio avviso:
    1) non è eticamente corretto fare questi giochi con immobili "popolari", rischi di chiudere le porte a tutte quelle persone come me che hanno un contratto di lavoro stabile ma che certo di famiglia non sono benestanti e possono accedere solo a determinati prezzi;
    2) devi essere onesto e dire subito che si tratta di un'asta al rialzo invece di convocare tutti alla stessa ora per fare un'asta "involontaria". Queste sono operazioni di marketing studiate a tavolino e lavorando proprio nel marketing posso dirti che questi "giochi" li facciamo con aziende con fatturati a 9 zeri, non con il calzolaio dell'angolo del paese.
    Poi, questo è il paese dei furbi per carità, quindi probabilmente il fatto che la cosa venga trovata "normale business" non mi sorprende.
     
  5. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se c'è interesse da parte di diverse persone, per forza di cose le porte saranno chiuse per tutti, tranne per quell’unico che porterà a conclusione l’acquisto.
    Anche nelle vendite proposte in maniera più tradizionale.
    Più la casa è appetibile, più è normale che chi si muove in fretta riesca a comprare.

    E spesso chi si muove in fretta non è chi ha più soldi, ma chi è più convinto; magari perché è molto che cerca e si è già lasciato sfuggire altre opportunità.
     
    A Bruno2301 e Bagudi piace questo messaggio.
  6. No appunto, se l'immobile è venduto ad esempio a 180K le persone stanno rialzando il prezzo di vendita. Non si tratta di chi scende meno ma di chi offre di più (185, 195, etc.). Il tutto in busta chiusa senza mediazione, chi ha inserito la cifra più alta vince.

    Ora forse riesco a spiegare meglio la situazione?
     
  7. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    La situazione si era capita , ma non c'è niente di illegale o di poco etico.
    Capisco il tuo disappunto, perché forse avevi immaginato di poter comprare quell’immobile facendo una proposta più bassa della richiesta o pari, e se il prezzo sale non hai la possibilità di comprarla.
    Ma così è.

    Magari però, dopo averla vista di persona, non la riterresti più la casa “perfetta”.
     
  8. Niente, non ci capiamo.
    La metto a punti così magari è chiaro il gioco di marketing:
    - metti un annuncio di un immobile a giusto valore di mercato, immaginiamo 180K, su cui vanno fatti 30K almeno di lavoro di restauro, già siamo a 210K, valore che inizia ad essere giusto al pelo;
    - fai una visita open house in cui tutti gli interessati si ritrovano dentro la casa e si rendono conto di essere in tanti (con tanto di capannello di gente fuori e tizio che fa l'appello), quindi aumenta il desiderio di acquisto in quanto il bene viene "rivalutato";
    - ti tolgo il tempo per fare le valutazioni cosicchè tu non abbia effettivi dettagli per renderti conto che tutto sommato la cifra è nella norma (hai presente le offerte last minute a un prezzo super vantaggioso che durano 1 ora? Non è vantaggioso per niente, è il poco tempo a disposizione e la presunta scarsità del bene che fa scattare l'impulso d'acquisto);
    - accetto tutte le proposte (io ero arrivato in anticipo e avevo preso appuntamento per primo per farla, proprio perchè non avendo soldi punto sulla velocità);
    - al momento dell'appuntamento per la proposta siamo in 7 con l'appuntamento stesso giorno e ora (che coincidenza!) e tu agente mi metti la pulce nell'orecchio che sono sì il primo, a meno che quell'altro non rilanci di 10K;
    - io conosco il gioco e me ne frego, la casa non vale più di quei soldi e vado in proposta al prezzo di vendita ma c'è chi ci casca e paga l'immobile molto di più di quanto vale.

    Wanna Marchi ha costruito un impero vendendo sale a superstiziosi ma è comunque una truffa in quanto è circonvenzione di incapaci. Boh, è più chiaro così?

    Probabilmente sei una grande estimatrice di Wanna Marchi ;)
     
  9. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se non ci fosse la faccina sarei molto offesa...;)
    Per me, oltre a condannare Vanna Marchi, avrebbero dovuto interdire tutti quelli che ci sono cascati. Perché se c'è circonvenzione di incapaci, ci sono degli incapaci.
    SECONDO TE la casa non vale più di quei soldi. Per altri magari li vale .
    Questi ragionamenti filano, se ci sono più prodotti paragonabili. So che li vendono a 100, quindi se devo pagare 110 non ci sto.
    Se il prodotto è uno ( l’immobile), ognuno è libero di valutare se , per lui, il prezzo va bene e il gioco vale la candela.
    Ovvero, ognuno è libero di spendere , o sperperare, i suoi soldi come crede.
    Se poi tu, ragionevolmente, non riesci a comprare perché qualcuno , sempre secondo te, ha strapagato, dovrai fartene una ragione.
    Io, per come sono fatta, non andrei nemmeno a vederla , quella casa.

    Magari troverai di meglio, e te lo auguro.
     
    Ultima modifica: 5 Novembre 2018
    A Bruno2301, Slartibartfast, Bagudi e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    E' una strategia di vendita, si gioca sul contagio al rialzo prima ancora di vedere la casa, ecco che comunque fissano gli appuntamenti per creare polvere ad orari fissati, l'open deve essere open non closed, perché è vero che giocano sul contagio, ma non sanno che chi compra casa è vaccinato.
    Fai fissare appuntamento a altri 5 amici che giocano a ribasso .... poi arrivi tu ...
     
    A Bruno2301, dormiente, CheCasa! e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  11. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    :applauso::applauso::applauso:
     
  12. Albanese

    Albanese Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Si stima che più del 60% degli immobili in italia contengono abusi di varia entità. E questo è un dato.

    L'AI deve essere imparziale e questo lo dice la legge.

    Ma non credo proprio che ciò che hai riportato sia circonvenzione di incapaci. Partecipare ad una asta è normale diligenza, sei tu che scegli. C'è gente, che purtroppo, spende 300k ai videopoker... sicché.

    Ricorda poi che (e questo è difficile farglielo capire a tutti, per bene e fine in fondo) non è l'agente che vende la casa, l'agente media.

    E forse l'AI non ha scelto nemmeno la forma ma ha seguito il veditore.
     
    A Bruno2301 e dormiente piace questo messaggio.
  13. sgaravagli

    sgaravagli Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    tu non sei incapace non ti fai truffare..... e difatti non copri casa
     
    A francesca63 piace questo elemento.
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Bah..
    Il metodo sara’ anticonvenzionale.

    Tuttavia, non si discosta più di tanto, da quanto avviene normalmente in un mercato, dove vige un libero regime di concorrenza.

    Le aste giudiziarie funzionano con delle ammucchiate organizzate allo stesso modo.

    Mentre sotto il profilo tecnico va’ pure peggio.
    Le verifiche sulle conformita’ urbanistiche molto spesso sono imprecise.
    Stesso discorso, per le dinamiche intrinseche, dettate dalle compagini condominiali.

    Con prezzi, che anche li’, sovente superano i valori di mercato.

    Le cronache sono piene zeppe.
    Di pollastri che hanno strapagato delle porcaccie, convinti di fare un buon affare, solo perche’ il prodotto era propisto all’asta.

    Eppure nessuno si straccia le vesti.

    Proprio perche’ una tale prassi, e’ patrocinata dall’autorita’ giudiziaria, nessuno si sognerebbe mai di gridare al raggiro o alla truffa da teleimbonitore.

    Risparmiare interessa a tutti.

    Con buona pace delle sofferenze altrui.
    Di chi non era riuscito ad ottemperare ai suoi impegni e poi si e’ ritrovato con la casa confiscata.

    Il punto e’ tutto qua.

    Avevi visto una casa sottoprezzo e gia’ pensavi di andare ad infierire ancor di piu’ su quel prezzo gia’ stracciato.

    Il tutto, come ci riporti, fatto in velocita’, per sopperire alla mancanza di fondi per acquistare.

    Invece hai trovato la fila.
    A rovinare i tuoi piani.

    La prassi sara’ pure anticonvenzionale.

    Oppure assai efficace.

    A farti accorgere, che non sei l’unico sulla faccia della terra, che vuole conseguire un buon affare.
     
    Ultima modifica: 6 Novembre 2018
    A Bruno2301, Slartibartfast, Roby e ad altre 5 persone piace questo elemento.
  15. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    ...e che non sono costrette ad acquistare quell'appartamento, ma sono libere di comprarsi tutti gli altri che ci sono in giro, senza dover partecipare ad "aste politicamente scorrette".
     
    A ludovica83 piace questo elemento.
  16. E' vero che esistono incapaci, persone dipendenti dal gioco d'azzardo e quant'altro ma il mondo è grande e vario, ogni persona ha alle spalle un vissuto particolare e sta allo Stato o agli organi preposti vigilare affinchè queste persone non vengano raggirate o truffate.

    Purtroppo noi italiani siamo stati cresciuti con la legge del taglione o del più furbo ma in uno stato civile non funziona così, perchè appunto l'interesse del consumatore va tutelato in quanto non sempre ha i mezzi per decidere in maniera "saggia".

    L'autorità garante della sicurezza e del mercato infatti pubblica il "codice del consumo" in cui vengono distinte le pratiche commerciali ingannevoli e aggressive. "Le prime (articoli 21-23 del Codice del consumo) sono idonee a indurre in errore il consumatore medio, falsandone il processo decisionale. L’induzione in errore può riguardare il prezzo, la disponibilità sul mercato del prodotto, le sue caratteristiche, i rischi connessi al suo impiego. L’Autorità considera illecite anche le pratiche che inducono il consumatore a trascurare le normali regole di prudenza o vigilanza relativamente all’uso di prodotti pericolosi per la salute e la sicurezza o che possano, anche indirettamente, minacciare la sicurezza di bambini o adolescenti".

    Potevo non rispondere a questo thread ma sono un po' stanco dell'atteggiamento italiano del "al rogo gli idioti" perchè altrimenti andrebbe tolto come primo diritto il voto, se veramente partissimo da questa base. Invece una democrazia si basa sul rispetto degli altri e la tutela.

    Grazie comunque a tutti per l'interessamento, vi prego, pensate a volte che il truffato un giorno potreste essere proprio voi e su cose che ancora non immaginate.

    Buona giornata a tutti/e :)

    Scusate il refuso "L'autorità garante della concorrenza e del mercato".
     
    Ultima modifica di un moderatore: 6 Novembre 2018
  17. Albanese

    Albanese Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Pierpaolo, vai tranquillo che la gente comprava case anche prima della entrata in vigore del codice di consumo (2005)

    Le compravendite immobiliari sono una di quelle robe più normate che possano esistere; codice civile, cassazione, corte costituzionale, d.p.r ecc ecc
     
    A Bruno2301, sgaravagli e Rosa1968 piace questo elemento.
  18. Niente, eh? 20 anni di Silvio vi hanno imbambolato...
     
  19. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Fai parte di quelli che , se un altro non condivide il tuo punto di vista, è sempre l'altro che non capisce ?
    nessuno qui vuole mettere al rogo gli idioti ( non io, almeno) ; ma riconoscere che sono idioti si può ?
     
    A sgaravagli, Bagudi e Zagonara Emanuele piace questo elemento.
  20. Certo che si può riconoscere che sono idioti, ma perchè vi sentite esclusi dal gruppo?
     
    A dormiente piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina