1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giufi

    giufi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera, premesso che sono il venditore e che non ho nessun tipo di contratto con l'agenzia (c'era ma è scaduto a dicembre) il giorno 20 maggio ho firmato con detta agenzia una proposta d'acquisto subordinata al rilascio della delibera del mutuo. Non ho ricevuto nessuna caparra e nella proposta non se ne parla (ma so che l'agenzia ha un assegno lasciato dai compratori). In questa proposta poi c'è scritto esattamente così:
    "Con la sottoscrizione della presente proposta le parti manifestano il loro intento di concludere un contratto preliminare di compravendita avente per oggetto ecc. entro e non oltre il 20/06/11" e inoltre si parla di "caparra confirmatoria alla sottoscrizione del preliminare di compravendita che dovrà avvenire entro e non oltre il 20/06/11".
    Ora considerato che durante l'ultima telefonata con l'agenzia (sabato scorso) mi è stato detto che potrebbe passare più tempo per il rilascio del mutuo e che a tutt'oggi io non ho visto nessun perito della banca nè ho preso appuntamento con detto perito insomma non si muove niente se entro il giorno 20 non mi fissano il preliminare sono libera da questa proposta d'acquisto e dall'agenzia?
    E se invece volessi recedere prima quali sarebbero le conseguenze?
    Spero di essere stata sufficientemente chiara e ringrazio in anticipo chi mi risponde.:)
     
  2. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Se non vado errato, alla scadenza dei termini il contratto non vale più, ti viene restituito l'assegno e basta. A me capitò, ma ero il compratore.
    Nel caso di recesso da parte tua se non sbaglio devi dare il doppio della caparra che hanno dato i possibili compratori, non dovrebbe centrare se è scritto o meno nel preliminare.
     
  3. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Una proposta che rimanda ad un preliminare è nulla.
    Attualmente è carta straccia.
    Puoi fare quello che vuoi.
    Se ti interessa concludere prosegui ed attendi.
    Se vuoi ritirarti, vai in agenzia e spiegagli che un compromesso (la proposta accettata è un compromesso) che rimanda ad un altro compromesso è legalmente nullo.
    Senza nulla dovere a chicchessia.
     
  4. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Non è proprio così. Devi andare dal giudice. Sarà lui a decidere se è carta straccia, e nel frattempo devi aspettare (diciamo molti mesi). Ci sono buone probabilità che tu possa aver ragione, se le cose stanno come dici, ma se l'altra parte o l'agenzia non ne vogliono sapere, devi passare attraverso un giudice e una sentenza.

    Un po' di buon senso ti aiuterà a evitare molte più grane. Fra 12 giorni sei libera. Pazienta, poi nel caso utilizzi questa "carta".


    PS: leggi bene cosa c'è scritto nella proposta, perché un conto è quello che si dice a parole, un conto è quello che è scritto. Al momento, se non si fa menzione del mutuo (contratto condizionato), tu devi la provvigione. Occhio. Se invece si legge chiaramente che vi obbligate a sottoscrivere un contratto (preliminare) in data successiva, allora quella cosa da te firmata non vale nulla. Ma sarà sempre il giudice a dire l'ultima parola, nel caso in cui la cosa no si risolve bonariamente.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  5. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perdonatemi, "entro e non oltre il 20/06/11" varrebbe per entrambe le parti, quindi anche il venditore.
    Tra l'altro vorrei un chiarimento da giufi, la proposta rimanda ad un preliminare o è il preliminare che manda al rogito? Non vorrei aver fatto confusione con i termini.
     
  6. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusa, ma perche' deve la provvigione se entro il 20/6 nn fara' il compromesso e nn ha nemmeno incassato l'assegno? Nn e' colpa sua se nn arrivano al compromesso, ma dell'acquirente... :domanda:
     
  7. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Concordo, infatti al limite di chi non permette di ottenere il mutuo! Sulla base di una cosa così io annullai una operazione del genere, l'acquirente ero io, ma non dovrebbe cambiare poi tanto visto che il 20/6 è una data limite nel contratto.
     
  8. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    Ho specificato: "Al momento, se non si fa menzione del mutuo (contratto condizionato), tu devi la provvigione". Rileggendo il primo post, in effetti, è specificato che

    (quindi contratto condizionato).
    Non è dovuta la provvigione. Avevo omesso questo particolare, ma ne avevo specificato comunque la condizione. Spero sia più chiaro ora.
     
  9. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusa, ma da profana nn ho capito. Cioe' se venditore e acquirente nn arrivano al compromesso a causa di uno dei 2 entrambe le parti devono pagare la provvigione? E' una domanda la mia, perche' qsta cosa la ignoravo.:domanda:
     
  10. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

    bella l'osservazione!:applauso:
     
  11. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    La sottoscrizione da parte di entrambi della proposta in base all'art. 1326 c.c., è già contratto concluso. L'AI ha diritto alla provvigione. Punto. Se invece nel contratto si dice che questo è valido solo se viene concesso il mutuo (tecnicamente è una condizione sospensiva) il contratto avrà validità solo all'avveramento della condizione. E' buona norma mettere anche una data entro cui la condizione deve avverarsi, altrimenti si aspetta all'infinito.
     
    A dbillo piace questo elemento.
  12. Valencia

    Valencia Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie, oggi ho imparato una cosa in piu'! E' molto utile qsto forum.
     
    A gcaval piace questo elemento.
  13. giufi

    giufi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, grazie a tutti quelli che mi hanno risposto.
    Ora essendo una proposta che rimanda ad un compromesso da fare entro e non oltre il 20 giugno e non ho capito se già così è nulla o no, volevo essere sicura che se al giorno 20 non si dovesse fare il compromesso perchè ancora la banca non ha dato il suo parere e ha bisogno di più tempo questa proposta non è più valida e io sono libera da ogni impegno nei confronti dei compratori e dell'agenzia.
    Per me è molto importante saperlo perchè quando ho firmato mi hanno detto che ci volevano circa tre settimane per avere il parere della banca adesso invece mi hanno detto che a volte passano anche 2 mesi e più e io sto qui ad aspettare senza avere niente in mano e poi magari fra 2 mesi (o più) non gli danno il mutuo e mi dicono abbiamo scherzato arrivederci e grazie? Poi posso anche decidere di aspettare però se nel frattempo dopo il 20 arrivano degli altri compratori io sono libera di trattare anche con questi?
    Vi prego rispondetemi: dopo il giorno 20 la proposta è valida o no? Grazie grazie:D
     
  14. dbillo

    dbillo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    direi di no
     
  15. Artan

    Artan Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    dopo il termine del 20/06/2011 per stipulare il preliminare di compravendita, la proposta di acquisto firmata all'agenzia è scaduto e pertanto sei libero, anche se consiglio di inviare una lettera RR in cui espliciti che se entro il 20/06 non addiverrai al preliminare di compravendita o atto notarile, riterrari la proposta scaduta e libera da ogni vincolo contrattuale .
     
    A massimoca, donatella 75 e giufi piace questo elemento.
  16. gcaval

    gcaval Membro Attivo

    Altro Professionista
    :ok:
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non sono del mestiere ed intervengo solo perchè ho letto i vari post: quanto al suggerimento di cui sopra, se così fosse, la raccomandata la manderei, ma dopo il 20 giugno, per chiarire ufficialmente la posizione; mandarla prima è una forma di sollecito, che non è detto produca frutti positivi.
     
    A alessandro66 piace questo elemento.
  18. giufi

    giufi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille Artan anche io avevo pensato di inviare una RR alcuni giorni prima proprio per essere tranquilla e specificare in tal modo di essere disponibile a fare il compromesso entro tale data, così da non avere responsabilità alcuna. Cioè io sono disponibile a farlo e se non si fa non è colpa mia detto in parole povere. Giusto? cmq grazie ancora a tutti :D
     
  19. Artan

    Artan Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    mandarla entro il 20 giugno significa essere disposti sino a quella data di stipulare il preliminare o atto di vendita, ma essere liberi dopo tale data anche di non vendere .
    è una libera scelta
     
  20. andrea26001

    andrea26001 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Riguardo questa discussione ho una domanda.
    Il sono un venditore è ho accettato una proposta di acquisto subordinata al mutuo entro 20 giorni dall'accettazione.
    Sono passati con oggi 20 giorni e non so nulla.
    Cosa devo fare?
    Mando una raccomandata all'agenzia per dire che la proposta è scaduta perchè non ho ricevuto entro i 20 giorni accettazione del mutuo?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina