1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Alessandro33

    Alessandro33 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Vorrei sapere se una proposta irrevocabile di acquisto è valida se non è firmata dall'agente immobiliare regolarmente iscritto al ruolo . Saluti Alessandro
     
  2. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si è valida.
    La proposta non deve essere firmata a meno che la firma valga come ricevuta dell'assegno dato a deposito (in caso non ci sia una scritta a parte)
     
    A donatella 75 piace questo elemento.
  3. donatella 75

    donatella 75 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    concordo! con Umberto
     
  4. skywalker

    skywalker Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Valida, valida
    concordo sul fatto che generalmente la firma ha anche valore come ricevuta dell'assegno in deposito...
    ma tu l'assegno l'hai lasciato?
    ...altrimenti abbiamo capito perchè manca.
    Se le cose vanno storte...e dal tipo di domanda che fai direi che ci sono buone possibilità che stia andando così...puoi chiedere la restituzione del doppio, ma senza assegno il doppio di che?
    Se sei l'acquirente e dopo l'accettazione il venditore si tira indietro dovendoti restituire magari una caparra modesta e se non vuoi rinunciare all'acquisto, puoi sempre chiedere l'esecuzione coatta del contratto.
    Con proposta valida vedrai che la spunti.
     
  5. Alessandro33

    Alessandro33 Membro Junior

    Privato Cittadino
    In realtà la questione è questa, Io firmai una proposta di acquisto per un appartamento che non venne accettata ... dopo alcuni mesi di ricerca di un'altra casa senza buoni frutti ho ricontattato l'Agenzia per alzare di € 5.000,00 la mia proposta e Mi dissero che non trattavano più quell'immobile, allora provai a contattare il proprietario e ci misimo d'accordo per lo stesso prezzo a suo tempo rifiutato ( Io all'inizio non menzionai la voglia di aggiungere € 5.000,00 ) !!! Dopo aver fatto tutto vengo a sapere che l'Agenzia potrebbe cmq farsi rivalere per la sua provvigione ma ormai avevo fatto il preliminare e quindi Mi trovo ora a chiederVi una cosa , la persona che ha seguito la mia pratica ( visione appartamento e stipula della proposta ) NON è iscritto al ruolo ma solo l'Agenzia quindi mancando la firma sulla proposta come fà l'agenzia a dimostrare che la pratica è stata seguita dal titolare iscritto anzichè dal ragazzo che lavora per Lui che invece non è iscritto ??? Saluti e grazie
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    come dimostri tu il contrario?
     
  7. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ripeto, la faccenda che una proposta non sia valida perchè l'ha fatta firmare il salumiere è una favoletta di alcuni agenti imobiliari che vogliono darsi un "tono" che non hanno: non sono ne garanti ne asseveranti.
    Quindi anche una proposta compilata da un macellaro, con il giusto contenuto, ha valore perchè chi prende le obbligazioni sono le parti, non chi compila la proposta. Quindi anche una segretaria può farti firmare una proposta, perchè il diritto alla provvigione viene a nascere per il nesso causale e per il contatto sociale, cose che prescindono dai contratti e da qualsiasi altra cosa.
    Detto questo, però, il nesso va comprovato, nel caso da te esposto, nel quale tu ti sei rivolto all'agenzia in un secondo momento e loro ti hanno detto di non occuparsi più dell'immobile, il nesso è deboluccio, potresti spuntarla, ma siccome il diritto in italia è sempre un costo e mai una soddisfazione, penso convenga a tutti transare per un accordo bonario, nel caso ovviamente l'agenzia ti chieda qualcosa ;)

    PS.

    Se il ragazzo non è iscritto al rea, ma lavora per l'agente, al massimo si può verificare un non rispetto del CCNL, ma voglio vedere la legge che dice che se una proposta è compilata e fatta firmare da un non iscritto, l'agenzia perde il diritto alla provvigione :D, chi sostiene al tesi porti la legge all'attenzione di tutti (non il ccnl, che è altro).
     
  8. Alessandro33

    Alessandro33 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Io ho la proposta in mano , potrei far fare una semplice perizia calligrafica visto che un eventuale giudice avrebbe bisogno di qualcosa di reale per decidere e poi un giudice si chiederebbe almeno " perchè non firmare un documento di tale importanza se sei regolamente iscritto al ruolo " ... Non credete ?

    Aggiunto dopo 3 minuti...

    Scusa ma sul fatto del macellaio e la segretari Mi trovi molto in disaccordo , perchè proprio le Vostre maggiori categorie di settore diffidano dal farsi sviluppare pratiche di compravendita da AGENTI NON ISCRITTI AL RUOLO ... Non so se Tu andresti da un dentista diplomato in ragioneria ?
     
  9. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io non credo.
    Molte proposte non vengono firmate, ma proprio perchè non esiste l'obbligo. Perderesti in partenza.
    La proposta puo essere stata compilata da un'altra persona (esempio la segretaria) in presenza dell'AI: per qst dico che la tua prova contraria non c'è....
    L'eventuale transazione bonaria, come ti hanno gia detto, è la cosa migliore.
     
  10. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    NO, io non credo, affatto. L'agente NON deve affatto firmare le proposte d'acquisto, ne è terzo, la sua firma ha lo stesso valore di una kakak di mosca su quel documento, ai fini delle obbligazioni.
    La firma semmai può servire come gesto di trasparenza, o avere utilità accessorie, come la sottoscrizione dell'accordo sull'importo provvigionale. Nel tuo caso semmai è il nesso causale (che è la vera fonte del diritto dell'agente) a poter esser discussa.

    Aggiunto dopo 2 minuti...

    La presenza fisica non è affatto necessaria, se non ai fini della correttezza di un servizio erogato, la provvigione rimane intonsa se l'opera dell'agenzia, anche attraverso suoi dipendenti, è nesso causale per l'affare, se poi questi dipendenti non sono in regola con il contratto, l'inps ecc., l'agenzia sarà sanzionabile, ma per perdere il diritto alla provvigione pur in presenza di nesso ci vuole tutta una serie di cause e concause che prescindono dalla semplificazione proposta.
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io stavo rispondendo ad Alessandro33. Il diritto alla mediazione non si discute, ma è la sanzione che potrebbe entrare in gioco. Se dimostrata potrebbe essere pesante (e qui cominciano i problemi)
     
  12. Alessandro33

    Alessandro33 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Mi dite cose molto diverse dalle sentenze pubblicate su Internet ed anche da quello che ( come ripeto ) le Vostre maggiori associazioni di categoria dicono ... Ovvero se vuoi vendere una casa quindi portare a visionarla , intavolare una trattativa e far firmare una proposta di acquisto devi ASSOLUTAMENTE essere un Agente iscitto al RUOLO , altrimenti di cosa stiamo parlando ??? Inoltre Vi dico in tutta onestà che la persona che figura iscritta al ruolo Io non l'ho MAI vista e tanto per chiudere in bellezza nell'iscrizione al Ruolo che ho verificato alla Camera di Commercio c'è scritto " Impresa individuale non attiva , non ha dichiarato l'attività di mediazione " !!! A questo punto per quello che Mi dite, Io domani Mi posso alzare ed andare a vendere case senza problemi ...
     
  13. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Certo che puoi, basta che non pretendi provvigioni per mediazione... ;) Anche nonna Pina o cinci dell'aiazzi può far firmare proposte, che rimangono valide.

    Sentenze? Quali? Non mi risultano sentenze sul tema.
    Associazioni di categoria? L'oste che parla del vino?

    Se cincidell'aiazzi opera per l'agenzia "patentados", è l'agenzia che ha, con la usa opera, prodotto il nesso causale per la provvigione, pensa agli accompagnatori agli immobili (livello 4 del ccnl), da quel nesso nasce il suo diritto dell'agenzia a richiedere la provvigione, visto che il titolare di sicuro è patentados, anche se l'opera di messa in contatto avviene attraverso un suo subordinato. :D

    Se invece nessuno di coloro che hanno contribuito con la loro opera alla conclusione dell'affare è patendados, o lo è ma ha sospeso l'attività, allora nulla prendono, ma se chi ti ha seguito lavorava per l'agenzia patentados e questa è in "regola" allora paghi.
    NOn credere alle chiacchere, documentati. ;)

    La sanzione è altro, non riguarda direttamente il cliente che al massimo potrebbe segnalare la cosa... non sono minimamente legati.
     
  14. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    secondo me lo sono eccome :soldi::soldi:
    Se devo venire a chiedere una mediazione che so che il cliente non mi vorrà pagare (quindi attraverso un legale) e rischio contemporaneamente una sanzione forse a conti fatti lascio perdere
     
  15. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    No affatto, perché la sanzione non è così certa (non mi risultano sanzioni erogate per questi "peccati") mentre il diritto alla provvigione potrebbe esser certo... quindi mi sentirei di consigliarvi, inteso come categoria, di smettere di diffondere certe falsità e di erudire coloro che di voi non lo sanno, che a sentirle dire in giro son ridicole e deleterie per la vostra immagine, già ... sbiadita.
     
    A Limpida piace questo elemento.
  16. Alessandro33

    Alessandro33 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Secondo l’art. 1754 del Codice Civile è “mediatore” (ovvero agente immobiliare) colui che “mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di collaborazione, di dipendenza o di rappresentanza”. Quindi l’agente immobiliare deve essere al di là delle parti e non avere altri interessi se non la conclusione dell’affare.

    Inoltre, secondo la Legge 39/89, che regola la disciplina della professione di mediatore, coloro che svolgono o intendono svolgere l’attività di mediazione (compresa la mediazione immobiliare, n.d.r.), anche se esercitata in modo discontinuo o occasionale, devono essere iscritti all’apposito ruolo.

    Ne consegue che solo l’imprenditore commerciale iscritto al Ruolo degli Agenti d’Affari in Mediazione presso una Camera di Commercio ha il diritto di esercitare l’attività e di essere remunerato per l’attività stessa, provando la legittimità della sua qualifica esibendo un tesserino di riconoscimento rilasciato dalla Camera di Commercio, presso la quale ci si può rivolgere in caso di dubbio sull’iscrizione o meno dell’agente e dell’agenzia.

    Tuttavia, dato che in molte agenzie a svolgere il lavoro commerciale (cioè ad accompagnare i clienti a visitare gli immobili e a reperire notizie di immobili in vendita o in affitto) sono ragazzi giovani o alla prima esperienza di lavoro, spesso a essere iscritto all’albo è solo il titolare dell’agenzia, che deve perciò essere sempre presente al momento della sottoscrizione di ogni proposta di acquisto o locazione, al preliminare di compravendita e al contratto di locazione.
    Questo dice la legge ed Io al momento della stipula del preliminare non ho visto ombra alcuna di titolare ... Anzi Ti dirò che avrei avuto la possibilità di denunciare presso la Camera di Commercio tale abuso con conseguenti provvedimenti per la persona in questione . Il fatto è che Mi sono documentato tramite un discreto numero di Agenti Immobiliari regolari e anche Loro Mi hanno confermato di usare personale non idoneo a svolgere tale attività con consapevolezza piena e che propio per questo motivo scrivono e firmano le proposte di acquisto .
     
  17. donatella 75

    donatella 75 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    non capisco qual'è il tuo problema... non pagare l'agenzia? giusto?... be paghi e basta... non c'è da discutere secondo me... (potrebbe averla scritta un collega in presenza del titolare che magari aveva la mano slogata...) dai su... non andiamo a cercare il pelo nell'uovo per evitare di pagare... Ripeto ... secondo me.....
     
  18. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Chiacchere: fornire articolato di legge dove si evince tale "certezza" ;)

    La 39/89 dice altre cose, non dice che l'agente "deve compilare la proposta", la proposta potreste pure farla da soli acquirente e proprietario e l'agente avrebbe lo stesso diritto, senza nemmeno una virgola in meno.
    Non ce l'ho con te, ma con quella massa di ignorantinelsensocheignorano che diffonde certe notizie...

    Dammi retta: cambia politica di difesa.
    PS:
    Le agenzie immobiliari su questo tema sono poco...affidabili.

    Aggiunto dopo 3 minuti...

    Infatti si attacca al niente... secondo me invece dovrebbe puntare sull'accaduto, cioè sul fatto che andato all'agenzia per rilanciare, si è visto dire "mi spiace, non trattiamo l'immobile" (sempre se sia vero). Potrebbe untare su quello in due modi: nel caso l'agenzia chieda il "dovuto" lui potrebbe andare a parlarci dicendo che loro avevano rifiutato di seguirlo, lui ci era andato e che lo avrebbe ripetuto anche se l'agenzia scegliesse di fargli causa, puntare sulla transazione e sul rischio che è di entrambi, di perdere. ;)
     
  19. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Il tesserino la ns CCIAA non lo rilascia neanche. Su qst ha ragione pensoperme, il diritto alla mediazione non lo puoi discutere in qst caso, semmai puoi discutere la trasparenza (che non ti dà :soldi:) e il modo di operare (idem come prima)

    Se guardi il mio post precedente scrivo che (qui iniziano i problemi), perchè nessuno controlla e soprattutto perchè la prova è molto difficile, sono d'accordo sul fatto che nn sia certa. Le sanzioni, però, ci sono e sono salate. Il diritto alla provvigione è certo, te l'ho già scritto 4 volte ;)
    Non credo diffondiamo falsità :occhi_al_cielo:
     
  20. pensoperme

    pensoperme Membro Storico

    Privato Cittadino
    Le falsità sono chiaramente diffuse, basta leggere cosa dice alessandro:
    Questi agenti lo fanno, chiaramente, per assicurarsi di non avere poi problemi legati alla provvigione, probabilmente perchè coloro che operano non sono nemmeno assunti o contrattualizzati. ;) Se lo fossero il probelma non si pone, o lo fanno per "chiudere" il cerchio e avere una comprova dell'opera dll'agenzia.
    Ma se le parti scrivessero da sole, o tramite un qualsiasi figuro che sappia scrivere, che si sono servite dell'agenzia x, anche quella sarebbe una pratica inutile ai fini della difesa del diritto alla provvigione...

    Ripeto di nuovo: chi compila o firma la proposta di acquisto, al di fuori delle parti interessate, è ininfluente ai fini del diritto dell'agente che con la sua azione (diretta o tramite suoi sottoposti) abbia poi determinato l'avverarsi del nesso causale che è la fonte del suo diritto.
    Anche solo dire "in presenza dell'agente" significa sottintendere sempre una sorta di potere di asseverazione che l'agente NON HA.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina