1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. francy1986it

    francy1986it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buona sera,
    ho stipulato una proposta d'acquisto vincolata all'erogazione del mutuo, lasciando a garanzia all'AI un assegno di euro 2500 euro, in data 27 gennaio e accettata il 29 gennaio con stipula dell'atto notarile il 30 giugno.
    Sfortunatamente, o fortunatamente visto come sono andate le cose, abbiamo perso tempo perchè mi sono affidata a un broker che mi ha fatto avere una "delibera" a marzo e che per una serie di cose non sono riuscita ad ottemperare alle condizioni richieste e quindi ho lasciato sia il broker e sia la proposta della banca.
    Dato l'esito abbiamo chiesto di recedere dalla proposta in virtù del vincolo ma la parte venditrice si è rifiutata perchè stupidamente non ho richiesto alla banca di scrivermi che il mutuo non mi veniva erogato.
    L'agenzia si è prestata a portare la pratica in un'altra banca e a metà maggio ci viene confermata la fattibilità.
    Non ho firmato la delibera perchè avevo delle perplessità sulla proposta che mi stava offrendo e volevo quindi trovare un altro prodotto con la stessa banca.
    Sono stata licenziata per un calo della clientela con una sola settimana di preavviso, sono quindi andata in agenzia per dire gli ultimi sviluppi. Qui sono venuta a sapere che la controparte vorrebbe farmi causa indipendente dal fatto che avrei comprato la casa o se mi fossi ritirata.
    Saputo questo ho parlato con un avvocato e mi ha detto che siccome il licenziamento non è fatto imputabile a me devono ridarmi l'assegno della caparra e mi ha consigliato di andare in banca a farmi rilasciare una documentazione che attesti la non erogazione del mutuo per perdita dei requisiti.

    La banca può farmi questa dichiarazione? Perderò la caparra anche se non è stata una mia volontà recedere dal contratto?

    Grazie.
     
  2. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scusa, ma sulla proposta avevo apposto una clausola sospensiva ?
    E che termine avete dato alla clausola ?
    Se è scaduto devi solamente presentarti in agenzia a ritirare il tuo assegno.
    Non spetta a te dimostrare i motivi per cui non hai ottenuto il mutuo.
    Io solitamente utilizzo una clausola sospensiva con durata massima di 45 giorni, al termine dei quali o il cliente ha in mano una delibera per il mutuo, ed allora si perfeziona il contratto con consegna dell'assegno al venditore che diviene in quel momento caparra, o il cliente non ha ottenuto alcuna delibera ed allora la proposta decade automaticamente e l'assegno ( in quel momento ancora deposito) viene restituito.
     
  3. francy1986it

    francy1986it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    no, nessun termine... c'e scritto che l'atto notarile è da stipularsi entro il 30 giugno e la proposta è VINCOLATA ALL'EROGAZIONE DEL MUTUO.

    Grazie
     
  4. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Tu puoi sempre fare una richiesta di mutuo alla banca e fartela bocciare (del resto se hai perso il lavoro mi sembra scontato ) ed essere così assolutamente in regola.
    Ma mi stupisce una proposta condizionata al mutuo con scadenza della condizione al giorno fissato per il rogito.
     
    A francy1986it piace questo elemento.
  5. francy1986it

    francy1986it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    la banca può farlo anche se mi aveva dato la fattibilità? Perderò la caparra??
    Mi preoccupa che la controparte voglia portarmi in giudizio...
     
  6. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    P. S.: La dicitura "vincolata all'erogazione del mutuo" è sibillina.
    Intanto la condizione ( e non vincolo ) andrebbe riferita all'approvazione della delibera ( non dell'erogazione), e dovrebbe essere ben specificato che in caso di mancata approvazione il contratto sarebbe nullo, con restituzione di eventuali somme versate in deposito, e senza aggravio di alcuna spesa per le parti.

    Aggiunto dopo 1 :

    Come si dice: fatta la legge trovato l'inganno.
    presentati in una nuova banca, dì loro che sei disoccupata, e chiedi se ti possono concedere un mutuo.
    Vedrai che non avranno difficoltà a rifiutartelo :)
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  7. francy1986it

    francy1986it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    MMMM la ringrazio però vede l'agenzia mi ha detto che essendo licenziata non posso ottenere il mutuo e che per il mio stato non mi chiederà alcuna penale. Però la parte venditrice è tosta... Il compagno lavora in banca e già la prima volta con la prima banca, non ero in grado di soddisfare le condizioni, non ha accettato un mio recesso perchè a lui non interessava le condizioni per avere il mutuo e che non aveva rilasciato nessuna dichiarazione nella quale diceva che non ero mutuabile...
    Insomma...credo che non si accontenti del fatto che io abbia perso il lavoro!
     
  8. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'assegno l'ha ancora in deposito l'agenzia ?
    Se è così fattelo restituire e firmate una dichiarazione in cui constatate l'impossibilità ad ottenere il mutuo.
    Dopodichè saranno problemi del venditore decidere se intentare una causa, con così deboli basi.
     
    A francy1986it piace questo elemento.
  9. francy1986it

    francy1986it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Si l'assegno l'ha l'agenzia perchè prima di restituirmelo voleva sentire il loro legale per sapere a chi spettava, se a me o a lei.
    Io ho già parlato con un avvocato il quale mi ha detto che non è un fatto imputabile a me e che quindi mi deve essere restituito e ho parlato anche con un mio amico che sta facendo il praticantato e parlerà col suo titolare per darmi un parere senza impegno. Secondo lui, per stare tranquilla, devo andare in banca per farmi fare una dichiarazione ( e passerò domani mattina, ho l'appuntamento con l'agenzia alle 10.30) e devo insistere sul fatto che non è stata una mia colpa. Pensa che se mi dovessero fare causa, male che vada, perderei solo la caparra.
    Comprar casa dovrebbe essere una svolta positiva e invece per me è stata tutt'altra che negativa!
     
  10. LucaPontellini

    LucaPontellini Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Mi sembra corretto.
    Tranquilla, sei dalla parte della ragione, e mi sembra che anche l'agenzia sia d'accordo.
    Cerca di farti restituire l'assegno, poi vedrai che tutto finirà lì.
    Buona fortuna, anche per il lavoro
    e per la casa che arriverà:)
     
    A francy1986it piace questo elemento.
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non credo proprio che avrai problemi.

    Male che vada, dovrai dimostrare che ti hanno licenziata e che la banca, giustamente, non ti dà il mutuo...

    Il proprietario si dovrà rassegnare ad avere perso del tempo prezioso: spero per lui che nel frattempo non abbia acquistato un'altra casa, se no per lui sono veri dolori !!!

    Silvana
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina