Cittadino 1

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti.
Devo sottoscrivere una proposta di acquisto per un appartamento il cui venditore ha acquisito il possesso a seguito di successione.
Le informazioni che mi sono state fornite a voce dall'intermediario immobiliare fino a questo momento sono:
1. il proprietario era il genitore defunto (sicuramente recentemente è venuto a mancare);
2. il figlio/a è unico/a erede;
3. quest'ultimo/a ha accettato l'eredità e quindi la successione è stata "fatta" (non so se anche trascritta);
4. non c'è testamento, quindi si tratterebbe di una successione legittima (anche se nessuno può escludere in assoluto che un giorno qualcuno esca con un testamento in mano, giusto?)
5. di questi documenti io non ho nulla... non so nemmeno come si chiama il venditore. Ho solo intravisto da lontano il documento di successione (o almeno penso che lo fosse) una visura catastale ma di qualche anno fa con nominativo del dipartito/a.
6. Devo richiedere mutuo (per un importo non considerevole) per coprire parte del prezzo dell'appartamento.

Dunque per quanto concerne la proposta da premettere che si stratta di modulo prestampato con le classiche diciture che dovranno essere confermate da chi vende relative la provenienza, la conformità edilizia-urbanisitica e catastale, l'assenza di ipoteche, pesi, oneri ecc...
Ora, in relazione al titolo di provenienza c'è la casella Successione che dovrà essere naturalmente barrata.
Ma chiedo: non dovrei aggiungere ulteriori informazioni che il venditore dovrebbe sottoscrivere al momento dell'accettazione per poi consegnare tutto al notaio che farà le opportune verifiche per mia tutela?
ad esempio:
"Il venditore dichiara di essere unico erede dell'appartamento sito in via XXX. Trattasi pertanto di successione legittima regolarmente trascritta e le cui imposte sono state regolarmente pagate" Altro da aggiungere?".

Lo scopo è quello di impegnarmi con la sottoscrizione della proposta per poi passare la palla al mio notaio che mi dovrà dare l'ok su tutto e quindi procedere come il versamento delle somme come caparra.
Inoltre ho letto che la successione (a differenza della donazione) non comporta particolari problematiche né per quanto riguarda il mutuo né problemi futuri se si dovesse presentare qualcuno (non si sa mai) con un testamento in mano (ecco perché la successione deve essere trascritta)
Scusate se ho detto qualche inesattezza oppure usato termini inappropriati .
Aspetto vostri utili consigli a riguardo.
Grazie
 

Bagudi

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
La provenienza da successione è una cosa normalissima.

Ci penserà il notaio a definire il tutto.
 

ProssimoV

Membro Junior
Amm.re Condominio
La provenienza da successione è una cosa normalissima.

Ci penserà il notaio a definire il tutto.
Si, specialemente se è legittima.
Forse qualche problemino si potrebbe avere in caso di testamento.

L'utente comunque chiede se è necessario integrare la proposta con quanto scritto.

Seguo.
 

Bagudi

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Mah, puoi aggiungere questa clausola, ma non si tratta di donazione, quindi non c'è pericolo.
 

brina82

Membro Storico
Professionista
Se vuoi accertarti che la successione sia stata fatta, dopo qualche mese ne dovrebbe comparire la relativa trascrizione da visura ipotecaria, ma non è poi così importante; l'importante è che sia stata fatta.

"Ricorderei" alla controparte che a proprie spese dovrà essere trascritta l'accettazione dell'eredità, anche contestualmente al rogito, quindi una volta scelto il notaio glielo comunicherei subito in maniera tale che faccia un preventivo per questa azione; questo perché le "sorprese" non mancano mai: a me un notaio mi aveva chiesto addirittura 1000e, poi un altro 600e, ma so che qualcuno ne fa anche a 300e...
 

MauroScherlin

Membro Attivo
Professionista
Vai tranquillo, si fanno migliaia di atti all'anno con questi presupposti. La trascrizione di solito si fa in occasione della vendita dell'eredità, il tuo notaio farà una visura ipotecaria per capire se già stata fatta o da fare. Buon acquisto!
 

brina82

Membro Storico
Professionista
Vai tranquillo, si fanno migliaia di atti all'anno con questi presupposti. La trascrizione di solito si fa in occasione della vendita dell'eredità, il tuo notaio farà una visura ipotecaria per capire se già stata fatta o da fare. Buon acquisto!
Parlavo della trascrizione della successione, visto che lo aveva chiesto ;)

Chiarisco altrimenti non si comprende.

Alla morte di qualcuno, si diventa proprietari tramite 2 "atti", entrambi necessari:

1) successione, che ha scopo solamente di natura fiscale (pagare le tasse, pena la nullità dell'atto);
2) trascrizione dell'eredità, che può fare solamente un Notaio (oltre a ordinarlo il Giudice, in alcuni casi di contenzioso).

Entrambe questi procedimenti vanno trascritti, quindi spuntano fuori da una visura ipotecaria (solitamente, come dice Mauro, la trascrizione dell'eredità non spunta fuori perchè si fa un attimo prima di vendere, quindi si trascrive nei giorni successivi).

In ogni caso, il Notaio sa cosa fare.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Un'altra discussione datata; dal 2016 avrà risolto, si spera ;)

P.S. io ho pagato 500 euro per la trascrizione dell'accettazione tacita dell'eredità, il giorno del rogito, quando ho venduto un box
 

Gratis per sempre!

  • > Crea Discussioni e poni quesiti
  • > Trova Consigli e Suggerimenti
  • > Elimina la Pubblicità!
  • > Informarti sulle ultime Novità

Le Ultime Discussioni

Alto