1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    conviene svendere adesso o aspettare ..e quanto...che salgano i prezzi? cosa pensate che accadrà? il mercato si riprendera? e tra quanto? conviene resistere o buttare tutto? insomma che ne pensate voi esperti?....conviene rimettere adesso per non rimettere di più dopo oppure resistere che prima o poi saliranno di nuovo i prezzi?
     
  2. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    anche per l'acquisto ...............
     
    A alupini piace questo elemento.
  3. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    la svendita dipende dal fatto che il proprietario abbia necessità di vendere in fretta.
    un professionista deve essere in grado di dimostrare con trasparenza il valore dell'immobile, il prezzo di vendita e il prezzo a cui verrà venduto l'immobile dipende da tanti fattori
    il mio consiglio è quindi: richiedi una valutazione in cui tutto sia chiaro, a partire dai dati iniziali. Da qui scegli a quale prezzo vendere.
    Diffida assolutamente da perizie eseguite utilizzando €/mq, quotazioni di qualsiasi tipo (OMI compreso)
     
    A mestesso3 piace questo elemento.
  4. sylvestro

    sylvestro Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Puoi citare i tanti fattori che possono far differire il prezzo di vendita dal prezzo a cui verrà venduto l'immobile? (oltre alla fretta del venditore, si intende).
     
  5. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    mi spiego meglio perchè rileggendomi ho notato una imprecisione (causa caldo? :D):
    il prezzo di vendita è il prezzo a cui un immobile viene venduto, è un dato certo che viene utilizzato per determinare il valore
    il prezzo di offerta in vendita è il prezzo a cui viene proposto l'immobile nel mercato ( e intendevo questo nel mio precedente post)
    difficilmente, a meno che non si operi in mercati monopolistici, i prezzo di offerta in vendita coincide con il prezzo di vendita perchè solitamente c'è un minimo di trattativa.
    La trattativa può essere influenzata da tanti fattori: "forza" del venditore e dell'acquirente, capacità dell'agente immobiliare, condizioni di pagamento ...
    Tutto però si fonda su un valore di mercato determinato correttamente: solo così si può stabilire correttamente il prezzo di offerta in vendita e calcolare con correttezza l'eventuale svendita o affare nella compravendita :fico:
    Siccome in Italia in pochissimi lavorano su dati certi (non lo fa neanche l'agenzia delle entrate) e utilizzano metodologie condivise le storielle sulla svendita/affare lasciano il tempo che trovano.
    Inoltre non è possibile dare consigli generali e generici come quelli richiesti dall'utente che ha iniziato la discussione perchè: tutti gli immobili sono differenti, tutti i proprietari sono differenti, tutti gli agenti immobiliari sono differenti ... e pochissimi professionisti del mercato immobiliare sono in grado di dimostrare quanto dichiarano a scapito della professionalità e del conseguente servizio al cliente
     
    A Gerisa e mestesso3 piace questo messaggio.
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    @mestesso3
    Le risposte avute finora sono teoricamente ineccepibili, ma rimane il ma.

    Una valutazione seria deve sicuramente fondarsi su dati e riferimenti oggettivi, ed essere documentabile nei vari passaggi e parametri. (questo credo intendesse Garbuio)
    Il prezzo a cui venderai si discosterà comunque dal cosiddetto valore, in funzione della abilità di negoziazione e interesse a chiudere la trattativa di tutte e due le parti.

    Anche la più raffinata "valutazione" è però pur sempre basata su dati del passato, magari recentissimi, ma che non sono quelli che potranno riscontrarsi dopodomani; inoltre tutte le stime sono soggette ad un range di variabilità e soggettività, che in termine tecnico dovrebbe definirsi come margine di errore o se si preferisce come intervallo di probabilità della stima.

    Ma non era questo ciò che volevi sapere: è un dato più che accertato che i prezzi di compravendita hanno subito una forte ridimensionamento con la crisi economica iniziata nel 2007.

    Dato per scontato che la ciufeca rimarrà tale anche in futuro, e che il pezzo unico, non ha perso valore nemmeno durante la crisi e manterrà sempre il suo pregio, sarebbe veramente interessante avere dagli addetti ai lavori le loro proiezioni e aspettative sull'andamento futuro dei prezzi di mercato nel breve-medio termine, ovviamente accompagnati da riferimenti oggettivi e documentati.
     
    A ab.qualcosa, m.barelli, mestesso3 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  7. gmp

    gmp Membro Storico

    Privato Cittadino
    svendere rispetto a cosa? al valore "2007"? o al valore pagato per acquisire il bene?
     
    A mestesso3 piace questo elemento.
  8. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    quanto forte? :pollice_verso:
    tanto da parlare di svendita? :innocente:
    come calcoli l'entità della svendita o dell'affare? :innocente:
    ;)
    guarda tutto quanto sopra richiesto è possibile e doveroso da parte di un professionista. :fico: al bar o sui social tutto invece e permesso :fiore:
    la svendita non la calcoli su quanto hai pagato ma su quanto vale oggi il bene.
    non possono esserci considerazioni attendibili, medie, nazionali, bisogna affidarsi ad un professionista che dimostri dati e percorso per arrivare al risultato e quindi a quel parametro che ti permette di prendere decisioni sensate.

    chi usa quotazioni e prezzi medi sbaglia al 100% e più volte nella stessa stima, in alcuni casi anche dichiarando il FALSO. Ne abbiamo già parlato :occhi_al_cielo:
    quindi su una prestazione falsa prenderai una decisione falsa ...con tutto quello che ne segue
     
    A Tobia piace questo elemento.
  9. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    boh sto casale bellissimo l'ho comperato a prezzo basso 3 anni fa da ristrutturare completamente...e l'ho fatto da solo....adesso mi rendo conto che ogni 100 euro spese allo smorzo per il materiale più il mio lavoro ne valgono 50....roba da matti....gli immobiliaristi di zona mi indicano prezzi ridicoli quando la prima vendita all'asta di sto casale 10 anni fa era almeno il triplo........ qui è un paradiso e non vorrei cederlo ma essendo rimasto solo non posso fare altro... ma neanche regalarlo... non riesco a capire il VALORE ATTUALE DI MERCATO gli immobiliaristi di zona se ne approfittano...io non ho bisogno di soldi e potrei resistere anni ma la domanda è: CRESCERANNO O DIMINUIRANNO I PREZZI?....tutto qui che nell'ipotesi diminuissero ulteriormente lo cedo a quello che attualmente mi offrono....grazie a chi risponde
     
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ZC1.jpg
     
    A ab.qualcosa, Bagudi, dormiente e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  11. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Si ma degli interventi che hai fatto... hai considerato i benefici tratti da essi?
    Es. se io rifaccio gli impianti e gli infissi, quello che hai speso poi lo ammortizzi sia con gli incentivi fiscali (se lo hai fatto con quelli...) che con risparmio effettivo sulle bollette.
    Se invece hai installato la "tazza del bagno d'oro..." beh quella segue l'oscillazione del mercato della materia prima...
     
    A utenteimmobiliare, ab.qualcosa, Bagudi e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  12. Carlo Garbuio

    Carlo Garbuio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    qua bisogna capire una cosa: il valore di mercato te lo hanno spiegato per bene mostrandoti i dati utilizzati e le metodologie applicate? non sono cose scontate
    perchè la tua affermazione si potrebbe contraddire o condividere a seconda che ti sia stato spiegato tutto per bene o che tu non abbia capito ... in mezzo ci può stare di tutto
    in base a queste considerazioni non è neppure da escludere che tu abbia comprato male già all'inizio e che abbia sbagliato l'investimento, questo si può verificare quando vuoi, se lo vuoi

    sai qual'è il problema?
    che pochissimi hanno i dati e sanno utilizzarli quindi ... attenzione a tutte le risposte semplicistiche di previsioni di crescita, discesa o stabilità
    quello che serve a te non sono considerazioni generali ma una consulenza specifica sul tuo immobile e sulle tue reali aspettative
     
    A mestesso3 piace questo elemento.
  13. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
  14. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    allora l'immobile l'ho acquistato al più basso prezzo possibile alla 7ma asta....era calato da 260 a 130....i lavori li ho fatti da solo in economia perchè al di là degli sgravi fiscali ho comunque risparmiato molto...rimane il fatto che non riesco a capire se SVENDERE oppure aspettare che il mercato si riprenda.....che dite?
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Che prezzo ti hanno consigliato gli agenti immobiliari.
     
  16. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    So di imbarcarmi di nuovo in una discussione senza fine, ma Carlo me lo concederà .... senza infierire?

    1° domanda: L'aspetto quantitativo lo hai aggiunto tu. E mi piacerebbe dessi una risposta, visto che hai metodi, strumenti, e dati , per poter rispondere. Mi va bene anche un indice medio, tanto non lo devo usare per confrontare nessun acquisto o vendita
    2) Giusta osservazione: svendita rispetto al possibile valore odierno o rispetto al prezzo di carico? nel primo caso è evitabile, nel secondo potrebbe essere ineludibile.

    Qui io e te abbiamo già discusso: ed avevo ripetuto l'osservazione sapendo che già in passato non avevi molta confidenza con il significato di "campo di incertezza".
    Vedo che continui a non discostarti dal concetto di "errore" nella connotazione comunemente data nel linguaggio corrente. Il che ha un senso, ma non coglie comunque il fatto che anche la più accurata stima dovrebbe prevedere un campo di possibile oscillazione. Proprio perché è pur sempre una stima.
    Il margine di incertezza di qualunque misurazione o stima o valutazione statistica nasce dal grado di certezza di tutti i parametri assunti, dalle possibili loro oscillazioni, e dalla accuratezza dello strumento di misura adottato.

    Ma non ti abbiamo convinto in passato, non spero di farlo adesso.

    A scanso di malintesi condivido appieno quanto hai suggerito negli ultimi post 8 e 12.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  17. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    tre anni fa prima di comprare sto casale feci fare una perizia tecnico estimativa anche pagata bene. Fu valutato 130.000 E. ma era distrutto. Dopo ho eseguto 50..000 di lavori fatti IN ECONOMIA il che significa che ne valgono almeno il doppio Ho rifatto tutto nuovo dagli impianti idraulici, elettrici, bagni ecececc.. A dire degli Immobiliaristi di zona non recupero neanche quello che ho speso cioè 180.000. Non tanto per i soldi ma ci ho lavorato duro due anni.Al che mi chiedo se aspettare un momento migliore del mercato oppure svendere.. Il dato più paradossale che ogni 100 euro spesi di materiale più il lavoro si traducono istantaneamente in 50 euro.sul mercato.
     
    A sweet home piace questo elemento.
  18. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    dipende cosa devi fare con quei soldi:

    Se devi svendere la tua casa per poi strappare un'ottimo sconto in caso di riacquisto di un'altra casa (per te, per tuo figlio..) non ci rimetti i soldi ma è sostanzialmente una "partita di giro":
    lo sconto fatto nella vendita si pareggia con quello ottenuto in acquisto.
    Se aspetti il rialzo del mercato si rialzerà il valore della tua ma anche il valore delle altre quindi tanto vale pensarci subito.

    Se devi pagare Equitalia non si tratta di svendere ma di sopravvivere.

    Se devi mettere i soldi in banca non mi esprimo.
     
    A Bagudi, dormiente e Bastimento piace questo elemento.
  19. mestesso3

    mestesso3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    con quei soldi me ne vado all'estero....vengo da una famiglia di costruttori di case e Mai nella storia si è visto che spendi 100 di materiale più il tuo lavoro e il giorno dopo ne capitalizzi appena 50....ormai qui si vira sul surreale...me ne vado PUNTO....anche vero che dopo il lavoro e sudore non vorrei regalare nulla....ma mi sembra che anche tra esperti non si riesca a capire se tra un anno due si risollevino i prezzi....
     
  20. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    i quattrini li hanno sudati anche quello che hanno in carico, chessò le telecom italia a 10 euro (ora ne valgono circa 1.20)

    come che sia, nulla ti vieta di provare a vendere al tuo prezzo.
    vedi un po' come va.
     
    A sweet home, dormiente e gmp piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina