1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    vorrei capire se quello che mi è successo è un giusto comportamento da parte di un AI oppure cercano di fregarmi........o è solo una mia paranoia.

    Immobile in esclusiva in un'agenzia.
    Solito immmobile in un'altra agenzia, la quale collabora con la prima. (immobile anni 60 ma ben tenuto a prima vista).
    Entro nella seconda non sapendo dell'esclusiva della prima e in buona fede visitiamo l'immobile in vendita a 270k e ragionando sul prezzo, da ignorante in materia, concordiamo che il valore si aggira sui 250k.
    L'AI chiama la prima agenzia e gli conferma che a quella cifra è facile che accettino.
    Ci torno cosi con un tecnico il quale inizia a descrivermi una serie infinita di problemi che si trasformano in circa 40-50k di lavori da effettuare all'immobile, e che il valore effettivo in quelle condizioni è sui 220k.
    Ok......visti i lavori parliamo di offerta. L'AI mi consiglia di fare un'offerta verbale, che lui parlerà con il propietario e cercheranno di capire se puo' essere ragionevole......
    sempre da ignorante gli dico ok, torno con tutti i conti alla mano e gli offro 230k, visti i lavori, le commissioni, le tasse etcc.....
    Strabuzza gli occhi e inizia a sborbottare discorsi del tipo che non si sarebbe mai aspettato un'offerta del genere, ma la facciamo lo stesso.
    Passano due giorni ed ecco il responso.
    Parole sue: "Ho parlato con il titolare della prima agenzia (Quella che ha l'esclusiva) il quale ha parlato con i propietari, e quest'ultimi non scendono sotto i 260k. A sto punto conviene fare proposta scritta di 250k e vediamo cosa succede.
    N.B. il mediatore a cui mi sono affidato non ha mai parlato con i propietari......ma lo ha fatto (a detta sua) l'altra agenzia. (ma io pago te come mediatore e nemmeno ti muovi a parlare con i propietari, ma deleghi un'altro che non sò chi sia??? bene fammi parlare con sto tizio almeno......niente).

    Ora i casi sono due:

    -il propietario non vende a quella cifra, e mi sta bene decide lui a quanto vendere e mi devo adeguare alla sua richiesta e decidere.

    -oppure stanno tentando di farmi fare un'offerta scritta a 250k perchè sanno che posso spenderli,che il propietario accetterà e non hanno nemmeno parlato ai propietari dei miei 230k.

    Sbaglio mio sicuro, dovevo fare subito un'offerta scritta forse.........(magari mi andava male lo stesso), ma sto comportamento mi sà tanto di furbata!!!

    Voglio un vostro parere serie da AI !!!!!!

    p.s. quasi quasi vado dalla prima agenzia, e gli propongo di fare un'offerta SCRITTA a 230k.....voglio vedere cosa succede!!!

    :)
     
  2. sara06

    sara06 Membro Junior

    Privato Cittadino
    secondo me dovevi farla scritta così avevi la certezza.
    attenta! se fai proposta scritta con l'altra agenzia devi pagare cmq le commissioni anche all agenzia con cui hai visionato la casa..
     
  3. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Falla a 220k scritta.

    Se e quando non verra' accettata chiederai un incontro in agenzia con i venditori.

    In quella sede, li avrai tutti davanti, mediatori e venditori e deciderai se alzare o meno l'offerta.
     
    A Ponz piace questo elemento.
  4. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    si concordo con lo sbaglio di non averla fatta scritta...........

    doppie commissioni? non credo......non ho firmato nulla, ne il giorno della visita, ne dopo. Solo parole su parole.
     
  5. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    esattamente il mio pensiero, ma sicuramente non con l'agenzia con cui ho "trattato", ma con l'altra agenzia che ha l'esclusiva.

    Mi date un parere a livello professionale, sul comportamento di questa agenzia?
    Visto che è il vostro mestiere, lo trovate professionale un atteggiamento del genere?
    Giusto per capire..........
     
  6. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se proprio lo vuoi sapere, non e' previsto, ne' affatto obbligatorio, che le parti si debbano incontratre, nel mentre si procede alle trattative di acquisto.

    Per parti, si intende venditore ed acquirente, che sono gli attori principali del contratto.

    Se non e' obbligatorio che questi si incontrino tra loro, puoi immaginare quanto lo sia parlare con un mediatore.
     
    A Bagudi, Tobia e Ponz piace questo elemento.
  7. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    sono tanti questi lavori ..... mi fa presupporre che:
    1) errore di valutazione dell'immobile
    2) vuoi abbassare di più il prezzo

    L'errore che io vedo è quello di buttare i prezzi così, senza delle valutazioni serie e concrete. Vedo una casa a 270 la butto a 250 fuori dalla prima visita, chiamo il tecnico che mi prevede tot lavori e abbasso il prezzo. E se il tecnico su tue direttive di modifiche valutava 100 di lavori li vuoi pagati dal proprietario? Può essere una cosa possibile? Sei d'accordo con me che allora c'è un errore di valore iniziale sbagliato? Ma è possibile secondo te? Hai visto immobili simili? Cosa ti aspettavi per quella cifra?
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  8. Slartibartfast

    Slartibartfast Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    La procedura è normale (negli USA è la regola) per delle agenzie che collaborano. Il "tuo" Agente Immobiliare e l'Agente Immobiliare "dei venditori" cercano di trovare una soluzione per concludere l'affare visto che è interesse di tutti.
    Ovviamente è normale che con i venditori ci parli l'agenzia che ha l'incarico visto che dovrebbe avere un rapporto di fiducia o comunque privilegiato rispetto all'altra.
    Tu pagherai la provvigione al tuo AI e i venditori pagheranno l'altro. Niente di strano.

    p.s.: si dice proprietari e non propietari ;)
     
    A Bagudi, Tobia e CheCasa! piace questo elemento.
  9. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Detto cio', l'AI puo' giudicare se la mia offerta
    grossi problemi di umidità da risalita che intaccano l'appartamento con evidenti infiltrazioni, impianto elettrico/idraulico datato (20 anni almeno), pavimentazione da rifare, porte interne da rifare (dato che sono praticamente distrutte), questi sono i problemi evidenziati dal tecnico, il quale ha steso una valutazione anche in base alla tipologia dell'immobile e alla zona che conosce molto bene (il suo studio dista tre case dall'immobile nella solita via).

    E' naturale che se mi affido a un tecnico, confido nella sua valutazione, e valuto quanto offrire.......

    il problema sorge nella metodologia dell'AI,
    mi sono affidato a lui per parlare con i proprietari dei vari problemi che abbiamo riscontrato (tra cui diversi problemi nelle planimetrie da sanare), il quale mi ha garantito che avrebbe parlato direttamente con loro dandomi risposta.
    Nel frattempo faccio due conti e gli comunico che secondo me l'offerta giusta è di 230k, ma vediamo bene cosa dicono i propietari in riferimento ai problemi ed eventualmente, come lui consiglia, pargliamogli di questa cifra.
    Due giorni e mi chiama dicendo che il suo collega ha parlato con i proprietari che non trattano assolutamente una cifra del genere.

    Ma i problemi della casa? spariti? io mi sono impuntato su questi quesiti per capire dove si andava a sbattere......e invece se ne esce con la proposta scritta da 250k.


    p.s. il mio tecnico ha parlato con il titolare della prima agenzia, guarda caso parlando tra noi è uscito che sono amici, alchè gli ha fatto una telefonata.
    Questo gli ha confermato di non aver parlato con i proprietari e sopratutto di aver parlato di offerte a 230k, ma gli ha solo detto di aver parlato, a suo tempo, di una volontà di trattare il prezzo, logicamente non cosi basso, ma cmq trattabile (si parla dei 270k di partenza).

    Capisco bene che 40k in meno sono tanti in una trattativa, ma essendo una trattativa questa deve essere fatta............e non imporre un prezzo al compratore a priori.

    Poi se questa è la norma per gli AI, cari miei andate ben lontano nel vendere le case....magari facendo una trattativa seria ci stava che a 250k gli davo l'ok, ma esser presi in giro no........ :)

    dimenticavo:
    reputo che l'AI dovrebbe reputare la TRATTATIVA molto importante anche se questa puo' sembrare assurda.
    Vi porto un esempio: il mio appartamento venne messo in vendita a 145k con agenzia, sottolineando che, visti i periodi, ero disposto a trattare fino a 135k, quindi di cercare di invogliare un compratore a fare offerte anche piu' basse, che poi si arrivava a un accordo, magari appunto ai 135k.
    risposta AI dopo mesi di visite con nulla di fatto:
    la cifra è troppo alta deve abbassare.
    risultato? arriva un privato e mi offre 130k sull'unghia, calcolando che all'AI gli avrei dovuto dare comunque 5k di commissioni decido di vendere da privato.
    Io ho venduto a quanto mi ero preposto, ho realizzato la stessa cifra, mentre l'AI è rimasto a bocca asciutta.

    giusto per sottolineare che FORSE il modo di operare dovrebbe essere un po' meno da furbetti, a volte è meglio guadagnarci un po' meno che guadagnarci zero e darsi la zappa sul piede perdendo cosi l'immobile.

    sbaglio o non capisco ancora il metodo di lavoro dell'AI della discussione?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 12 Marzo 2016
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Io parto da un presupposto diverso. E se leggi bene cosa ho scritto è molto chiaro.

    Parlo di errore di valutazione dell'immobile. Vuol dire che pur di prendere un appartamento hanno deciso di prenderlo a qualsiasi prezzo quindi non ad un valore che si avvicina alla realtà, un super prezzo intendo.

    Poi la seconda ipotesi.

    Ma al di là di questo, il comportamento dell'agente che tratta l'immobile di altro collega ci sta, ma in questa fase è necessario l'incontro tra le parti ed in seduta stante formulare la proposta se si arriva ad un accordo. Io non la farei prima, perderesti tempo e telefonate.

    Incontro con parte venditrice agenti e tecnico e lì la chiudete oppure vi salutate.
     
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ogni vendita ha la sua storia, ha acquirenti e proprietari diversi, non si possono fare paragoni,
    Mi dici di che casa di sta parlando? Il tuo e quello che stai acquistando intendo.
     
    A Andrea Santagostino piace questo elemento.
  12. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    rosa1968 la vendita del mio appartamento era per riportare un'esempio sul modo sbagliato di lavorare, a mio parere, degli AI nella mia città.

    per risponderti al tuo quesito: direi ERRORE DI VALUTAZIONE
    un'immobile parcheggiato da 4 anni, con un ribasso di prezzo anno per anno, ha sicuramente una valutazione errata di partenza o sarebbe stato venduto prima. E magari ora che si avvicina un'offerta al suo valore, l'AI NON CERCA DI VENDERLO, in modo da guadagnarci qualcosa e magari toglierlo dalla sua bacheca pensando: ecco dopo 4 anni l'ho venduto....ci ho guadagnato qualcosa, di piu' che fra un anno ancora li' parcheggiato in perdità di valore!!!!

    Logicamente ogni immobile ha la sua storia, la sua trattativa, il suo valore......ma in un lavoro come un'altro ci vuole serietà e onestà, non aspettare che arriva il pollo da spennare.


    Purtroppo la discussione ha preso una piega sbagliata, forse mi sono espresso male, forse perchè mi sto in pratica sfogando dopo esser finito in un giro infernale quale essere quello degli immobili, forse perchè essendo commerciante do' un certo valore alle cose e di conseguenza ai soldi.
    Non sto mettendo in discussione che ci siano due MEDIATORI ma il modus operandi del secondo AI, colui a cui mi sono rivolto.

    Voglio capire se è serio il suo comportamento, dirmi ne parliamo con il proprietario della tua offerta e in realtà arrivare al sodo per spillare una cifra piu' alta.
    Sarebbe stato piu' opportuno, magari meno garbato ma piu' sincero, dirmi:
    Guarda che il propietario non scende sotto quella cifra, stop.
    O come hai scritto mettersi a un tavolo con le varie parti e il tecnico e cercare di capire se si puo' raggiungere un accordo. Risolvere la questione in un giorno, senza girarci intorno.
    Ma mettermi alle strette, solo perchè hai capito che posso spendere, la reputo una furbata.
     
    Ultima modifica: 12 Marzo 2016
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Forse non può ed è quello che bisogna capire. Comunque io ho capito quello che sta succedendo per questo vedo come unica via di uscita l'incontro delle parti.
     
    A andrea b piace questo elemento.
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Io invece preferisco attendere prima che si incontrino.

    Piu' necessario e' capire se ci sono i soldi sul tavolo.

    Dopo possono pure diventare amiconi.
     
  15. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se hai dei dubbi fissa un appuntamento in presenza dei due mediatori e del venditore e concludi la trattativa senza sè e senza ma...
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  16. andrea filippi

    andrea filippi Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Caro Crash,
    errato è non aver fatto la proposta scritta a 220/230(se questa è la cifra che intendi offrire), le proposte verbali hanno valore pari a zero ed io da professionista non le prendo neanche in considerazione. Lascia il tempo che trova la valutazione che fa il solito tecnico di fiducia che finisce per rovinare le trattative. Normale che il tuo agente nn avendo contatto diretto non possa parlare col venditore. A mio avviso poi l incontro non serve... molto più utile un buon assegno di caparra!
     
    A sarda81, Bagudi, Andrea Santagostino e 1 altro utente piace questo messaggio.
  17. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Fa tutto questo con 40.000€?
    Impianto elettrico idraulico datato... perché il datato significa sostituire i fili interni sfilano e refilano... mentre ben diverso è aggiungere i vari punti o anche solo scegliere i pulsanti e le relative placche....
    (se metti quelle in metallo filomuro... parliamo di 70€ a cornice...)
    Caloriferi quali? Quelli del fai da te o a 1000€ l'uno... ma dipende poi che tipo di riscaldamento metti, caldaia etc etc...

    Quindi o il tuo tecnico è un veggente oppure tu gli devi aver detto cosa vuoi per far uscire quella cifra visto tutte le varianti che ci sono in una ristrutturazione.
    Grossi problemi da risalita... < mi auguro che su questo punto lui abbia ben fatto tutti i suoi calcoli...
    I pavimenti... puoi farci la resina, come mettere il parquet da 1cm a cera che quello dell'Ikea...

    Le porte dentro... sinceramente al supermercato le trovi volendo come invece puoi fartele fare su misura. Se sono rotte non hai problemi a cambiarle.... anche qui i prezzi variano.

    Inoltre tutti quanti sanno farsi i conti... una spesa di 40.000€ è detraibile al 50%-66% a seconda degli interventi che fai... Quindi se la casa ti costa 270.000€ o si parte dal presupposto che il proprietario è un allocco oppure anche considerando i lavori richiesti dal TUO tecnico... 250.000€ non è errato...

    Te lo dico perché esco da una trattativa dove si è chiesto il ripristino se chiedo il ripristino significa che se ho A dovrei riavere A e non A--. E' stata contestata la zapponatura dei cilindri perché non necessaria... per fortuna che tale trattamento è chiaramente visibile a occhio nudo anche da uno che non sa di cosa si sta parlando. Quindi figurati in un preventivo di massima fatto da un tecnico di parte... potete passare anni a litigare su un preventivo....
     
    Ultima modifica: 13 Marzo 2016
    A Bagudi piace questo elemento.
  18. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Se tu vuoi prendere 135.000€ è chiaro che l'agenzia sui portali mette una cifra maggiore perché in Italia se non c'è la contrattazione e lo sconto non vendi.
    Il privato lo sa bene e ti ha offerto quella cifra sapendo che scontava l'agenzia. Anche perché quella fascia di prezzo si rifà ad un target comune dove 15.000€ in meno possono essere molti.
     
    A Bagudi e argonauta70 piace questo messaggio.
  19. crash3

    crash3 Membro Junior

    Privato Cittadino
    ok........qui bisogna cambiare il titolo per far capire il senso della discussione.
    Non è un problema di soldi,
    non è un problema di accettare a 230k o 250k
    non è un problema di valutazione immobile
    non è un problema di quanto devo spendere per i lavori


    E' UN PROBLEMA LA FURBATA DELL'AI CHE HA CERCATO DI SPILLARMI 20.000 EURO IN PIU' CERCANDO DI SALTARE LA TRATTATIVA.

    In pratica: io ho i soldi e lui l'esclusiva!!! DECIDE LUI IL PREZZO???? Vi sembra un buon comportamento????

    infatti proposi io di alzare il prezzo all'agenzia per vendere al prezzo che volevo realizzare, e cosi è successo, fortunatamente, come avevo calcolato. (MA COSI FAN TUTTI ORAMAI, COMPRESI GLI AI).
     
    Ultima modifica di un moderatore: 14 Marzo 2016
  20. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Ma se hai proposto tu di alzare il prezzo... non puoi pensare poi che si venda... perché io vedo l'annuncio e se ritengo già troppo alto non chiamo nemmeno... perché so di dover aggiungere anche gli altri costi. E considerando il target gli fa la differenza.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina