1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. elly123

    elly123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ho quota di proprietà (ereditata alla morte di mia mamma) di un appartamento, così come mio fratello. Nostro padre, proprietario di maggioranza, ci ha ventilato l'ipotesi di vendere o affittare anche senza la nostra approvazione, visto che ha più quote di noi. ma questo è realmente possibile???
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    No, in caso di comproprietà, per vendere bisogna essere tutti d'accordo.
     
  3. elly123

    elly123 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma se invece vuole affittare??? può farlo senza la nostra approvazione?

    [
     
  4. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Non credo proprio
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se ha la maggioranza credo di si. C'era un 3d a proposito nel forum
     
    A H&F piace questo elemento.
  6. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Nella comunione l'amministrazione tocca alla maggioranza. E la vendita è ottenibile attraverso la divisione giudiziale. Quindi se il padre è determinato può raggiungere il risultato sia di vendere che di affittare.
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, ma in caso di divisione giudiziale, i tempi sono lunghetti, no ?
     
  8. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Per questo ho scitto "se è determinato".
    Tutto sta l'età del padre e la sua situazione economica. Come pure quella dei figli : sono in grado di contrastare una causa di divisione giudiziale, sapendo di perderla ?.

    Ma che si chiariscano fra di loro e prendano atto che le strade per andare in lite di famiglia ci sono. Il padre ha dei diritti e la sua volontà conta, non perchè padre ma perchè quotista. La soluzione è diversa : i figli prendano in affitto dalla comunione l'immobile. Versino cioè al padre la sua quota di affitto.
    Non so quanti anni abbiano i figli. Se sono adulti, facciano gli adulti e non i "bamboccioni".

    PS leggo, ora, nel profilo che elly123 ha 41 anni. Il padre avrà circa 65-70. Avrà diritto ai suoi programmi dopo una vita ? Con che diritto i figli vogliono essere insensibili alla vita del genitore supersiste ? Magari è il padre che ha comprato in comunione di beni l'immobile (questo spiega la maggiore quota rispetto ai figli) e deve pure mantenerla per il godimento dei figli "bamboccioni".
    Fortunatamente il Codice Civile è chiaro sui dirittti di ognuno.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina