• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Luca211290

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ciao a tutti e a tutte, mi rivolgo a questo forum nella speranza di ricevere informazioni sulla situazione che mi ritrovo a vivere oggi. Nel mese di novembre ho firmato una proposta di acquisto di un immobile che sarebbe dovuta diventare la mia prima casa. L'immobile in questione veniva venduto direttamente dal costruttore, raggiunto un accordo per il prezzo della casa ci hanno fatto firmare una proposta di acquisto dove avevamo specificatamente indicato di inserire che la presente era subordinata al buon esito del mutuo. Dopo aver portato i documenti in banca abbiamo avviato le pratiche, purtroppo il mutuo non è stato concesso e ad oggi 2 aprile 2020 la caparra di 2000€ non ci è stata ancora restituita. Con il costruttore in questione ci sono stati vari contatti email e la loro risposta è stata che la caparra di 2000€ ci sarebbe stata restituita solamente dopo che avrebbero venduto l'immobile. Spero che mi sappiate dare un prezioso consiglio per affrontare al meglio la questione. Oggi come non mai vista la situazione che ci accomuna tutti quei soldi farebbero comodo a tutta la mia famiglia. Per ora sono state inviate solo mail di sollecito e non abbiamo nominato avvocati o roba simile. Se necessario posso anche allegare una copia della proposta di acquisto per rendervi più chiaro il tutto. Attendo con ansia una vostra risposta. Grazie di cuore.
 

Luca211290

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
C'era una data limite entro cui avere il mutuo ?
No le date di scadenza erano indicate solamente per il compromesso ed il rogito notarile. Tramite contatto telefonico con la segreteria del costruttore avevamo concordato le date in base alle indicazioni della banca che ci aveva rilasciato dei tempi indicativi per il rilascio del mutuo.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Quella postata è una “proposta di prenotazione”, non una proposta di acquisto.
Infatti è indicato che l’accettazione sarebbe arrivata con l’invito a firmare un contratto preliminare.
Inoltre l’indicazione della condizione mutuo è chiara, e quindi il documento, pur valido, non è mai divenuto efficace. Sempre che sia stata accettata la proposta, visto che non è specificato .
Quello che non dici è se hai una risposta della banca o no.
In ogni caso , trattandosi di acconto e non di caparra dovrebbe esserti restituita ( anzi, non doveva essere versata, visto che c’era condizione sospensiva.
Io proverei ad inviare diffida con raccomandata rr , specificando che, essendo la proposta sottoposta a condizione sospensiva che non si è verificata entro la data prevista per il rogito,la somma avrebbe già dovuto esserti restituita , e quindi attendi la restituzione entro 15 giorni, passati inutilmente i quali sarai costretto a rivolgerti ad un avvocato.
 
Ultima modifica:

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Ciao a tutti e a tutte, mi rivolgo a questo forum nella speranza di ricevere informazioni sulla situazione che mi ritrovo a vivere oggi. Nel mese di novembre ho firmato una proposta di acquisto di un immobile che sarebbe dovuta diventare la mia prima casa. L'immobile in questione veniva venduto direttamente dal costruttore, raggiunto un accordo per il prezzo della casa ci hanno fatto firmare una proposta di acquisto dove avevamo specificatamente indicato di inserire che la presente era subordinata al buon esito del mutuo. Dopo aver portato i documenti in banca abbiamo avviato le pratiche, purtroppo il mutuo non è stato concesso e ad oggi 2 aprile 2020 la caparra di 2000€ non ci è stata ancora restituita. Con il costruttore in questione ci sono stati vari contatti email e la loro risposta è stata che la caparra di 2000€ ci sarebbe stata restituita solamente dopo che avrebbero venduto l'immobile. Spero che mi sappiate dare un prezioso consiglio per affrontare al meglio la questione. Oggi come non mai vista la situazione che ci accomuna tutti quei soldi farebbero comodo a tutta la mia famiglia. Per ora sono state inviate solo mail di sollecito e non abbiamo nominato avvocati o roba simile. Se necessario posso anche allegare una copia della proposta di acquisto per rendervi più chiaro il tutto. Attendo con ansia una vostra risposta. Grazie di cuore.
Se avete pattuito che la restituzione sarebbe avvenuta a condizione che il costrutore avrebbe rivenduto l'immobile, comunque quando lo rivenderà, farete così. Certo la clausola è poco simpatica, difficilmente con una agenzia l'avreste conclusa, a volte capita se si tratta direttamente con i volponi.
 

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Quella postata è una “proposta di prenotazione”, non una proposta di acquisto.
Infatti è indicato che l’accettazione sarebbe arrivata con l’invito a firmare un contratto preliminare.
Inoltre l’indicazione della condizione mutuo è chiara, e quindi il documento, pur valido, non è mai divenuto efficace. Sempre che sia stata accettata la proposta, visto che non è specificato .
Quello che non dici è se hai una risposta della banca o no.
In ogni caso , trattandosi di acconto e non di caparra dovrebbe esserti restituita ( anzi, non doveva essere versata, visto che c’era condizione sospensiva.
Io proverei ad inviare diffida con raccomandata rr , specificando che, essendo la proposta sottoposta a condizione sospensiva che non si è verificata entro la data prevista per il rogito,la somma avrebbe già dovuto esserti restituita , e quindi attendi la restituzione entro 15 giorni, passati inutilmente i quali sarai costretto a rivolgerti ad un avvocato.
Scritta male..scritta male come al solito..la clausola cmq comprensibile. Cmq concordo con Francesca il documento e' valido ma non efficace. Un po come un testamento americano senza apostille per capirci. Cmq fare dalla Banca una dichiarazione che la vostra istruttoria non ha avuto esito positivo e sappici dire se hai ricevuto una raccomandata per accettazione. In linea del tutto generale nemmeno io notoriamente avvampirato concordo con tali comportamenti..specialmente per duemila euro. Fatteli ridare. SE avessero avuto un Agente come dico io PRIMA vi faceva rivoltare come un guanto per avere un parere di fattiblita' e se positivo, forte di un bel numero di mutui "passati" all Isitituto lo avrebbe fatto rispettare.
 

stefaste

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Sinceramente non mi piace quel "subordinata al buon esito del mutuo" a cui non fa seguito nessuna specifica modalità di pagamento circa l'acconto versato di € 2.000. Cioè non viene specificato, come invece dovrebbe, cosa succede nel caso in cui, entro i termini stabiliti dalle parti, il mutuo non viene concesso.
La proposta, così come viene scritta e presentata, purtoppo porge il fianco a interpretazioni
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Se avete pattuito che la restituzione sarebbe avvenuta a condizione che il costrutore avrebbe rivenduto l'immobile, comunque quando lo rivenderà, farete così.
Non mi pare sia scritto così.

L'unica cosa certa è che il tutto è scritto malissimo; come sempre bisogna spiegare che le condizioni sospensive sono armi a doppio taglio, ma chi si taglia è sempre il più debole e ignorante ( nel senso che ignora, e firma senza capire le implicazioni).

Approfitto per ribadire che, se non si è sicuri di avere compreso alla perfezione quello che si sta firmando, meglio prendersi un po di tempo ( a costo di perdere l'affare), e cercare le spiegazioni necessarie da chiunque le possa fornire.
Chiedere, chiedere, chiedere.
Meglio una domanda di troppo prima, che discussioni dopo.
 

Luca211290

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie infinite a tutte per le vostre risposte. Abbiamo sicuramente più chiara la situazione da intraprendere. Per vostra informazione tutto questo è successo nel giro di un mese e la banca non ci ha concesso il mutuo ben prima delle scandenze presenti nella proposta. Una volta fatto presente alla segretaria ci hanno comunicato che i 2000€ ci sarebbero stati restituiti una volta venduto l'immobile. Dopo i fatti descritti, innervositi dalla loro presa di posizione abbiamo mandato una raccomandata che è stata ricevuta e ci hanno risposto di nuovo con le stesse modalità tramite mail, a cui è seguita la nostra dove specificavamo che i soldi dovevano essere di deposito e quindi non aveva senso il loro ragionamento. Seguiremo il consiglio di Francesca e manderò loro una nuova mail dove attendiamo la restituzione dei soldi entro 15 giorni. Se avete altri consigli in merito siamo qui ad ascoltarvi. Grazie ancora per tutto l'aiuto.
 

tharapyo

Membro Attivo
Agente Immobiliare
Non mandare mail, manda una PEC alla loro PEC, se ce l'hai, oppure raccomandata RR, meglio se da un avvocato. Non avrebbero proprio dovuto incassarlo quell'assegno, essendoci condizione sospensiva.
 

Luca211290

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie infinite a tutti per il vostro supporto e per i vostri consigli. Grazie a voi abbiamo trovato il coraggio e le giuste parole da dire per risolvere questa situazione. Oggi 7 aprile dopo la mail mandata giovedì scorso dove minacciavamo un intervento di un avvocato ci sono stati accreditati sul nostro conto i 2000 euro che ci spettavano. Un abbraccio. Luca
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Grazie a voi abbiamo trovato il coraggio e le giuste parole da dire per risolvere questa situazione.
Oggi 7 aprile dopo la mail mandata giovedì scorso dove minacciavamo un intervento di un avvocato ci sono stati accreditati sul nostro conto i 2000 euro che ci spettavano.
Bene ottima notizia.
Grazie mille per averci aggiornati; questo fa sentire utile la presenza sul forum.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

I carciofi sono nella casseruola. Ripeto. I carciofi sono nella casseruola.
Monypenny ha scritto sul profilo di francesca63.
Buongiorno Francesca
In data 31 luglio 2019 ho stipulato un preliminare tramite agenzia con una società srl, per l'acquisto di una unità immobiliare, facente parte di un blocco di 8. Si trattava di un acquisto su progetto, in quanto al momento della firma nulla era fisicamente esistente.
Alto