• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Una puntualizzazione in merito a questo
quindi questo spiega legittimamente gli accertamenti fatti da AdE per valutare se il valore indicato fosse realmente quello di mercato.
era legittimo da parte di AdE fare gli accertamenti, ma di certo non giustifica che le sue valutazioni potessero essere anche abnormi rispetto al reale valore di mercato.
 

CheCasa!

Membro Supporter
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Posto che si tratta di una ipotesi lontana, se ti accordi con un genitore di trasferire un immobile a 20mila ma varrebbe almeno 60/70 mila, credi che l'eventuale fratello/sorella una volta scoperto il tutto non reagirebbe cercando di far annullare il rogito. Ho venduto un anno e mezzo fa un immobile nella cui storia c'era esattamente questo, con tanto di sentenza di annullamento.
Anche i giudici prendono delle cantonate... a volte.
Se io ho la possibilità di regalare ad un figlio una percentuale variabile tra il 25 ed il 33 per cento dei miei averi senza possibilità di alcuna contestazione... figuriamoci facendomeli pagare.
Ci dovremmo trovare quindi nella situazione in cui la legittima non venga rispettata. Ma per parlare di legittima dobbiamo per forza riferirci a donazioni... benchè simulate...
Non è quindi il prezzo la discriminante ma la simulazione della donazione.
Un altro esempio per chiarire.
Mio padre mi vende a 100.000 euro un immobile che vale 90.000. Con pagamento mensile di 2.500 euro che io verso tutti i mesi sul conto di mio padre il quale tutti i mesi mi "regala" 2.500 euro per coprire la rata che poi gli pagherò (pratica più utilizzata di quanto non si creda).

Il secondo fratello potrebbe impugnare la vendita, benchè a prezzo di mercato, un domani, qualora sia lesa la legittima? Certamente... Anche in questo caso invocando la simulazione di una donazione...
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Un altro esempio per chiarire.
Mio padre mi vende a 100.000 euro un immobile che vale 90.000. Con pagamento mensile di 2.500 euro che io verso tutti i mesi sul conto di mio padre il quale tutti i mesi mi "regala" 2.500 euro per coprire la rata che poi gli pagherò (pratica più utilizzata di quanto non si creda).
E' fantastico, un sistema quasi geniale :^^:
Il dubbio mi sorge solo in un dettaglio: trattandosi di vendita il pagamento integrale non dovrebbe avvenire al momento del trasferimento.
 

Daniela56

Membro Junior
Privato Cittadino
anch'io ho un immobile in comproprietà con mia figlia e su consiglio e indicazioni del notaio ho acquistato in questi giorni la sua parte sulla base del valore catastale, così Lei ha potuto comprare un altro appartamento , facendo nuovamente valere le agevolazioni prima casa.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

manukka ha scritto sul profilo di John S..
john S. ho bisogno di parlarti sto in una situazione simile alla tua mio padre finge volere aiutare e vuole vendere casa . lui non si é mai interessato scrivimi su facebook ok? https://www.facebook.com/manuela.amari.92
StefyC88 ha scritto sul profilo di Fran77.
Certamente! Senza problemi mi puoi contattare in privato, non ti nego che conosco il Salento, anche perché sono Pugliese, più specificatamente di Foggia, ma vivo a Roma, quindi sarebbe magnifico se potessimo collaborare insieme. Aspetto tue notizie! A presto
Alto