1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Luca P

    Luca P Membro Attivo

    Privato Cittadino
    se il mediatore non ritiene idonea l'offerta di un acquirente, ha l'obbligo di riceverla comunque e di notificarla al venditore? (parlo ovviamente di proposte evidentemente assurde, ad esempio più basse del 50% del prezzo richiesto o con clausole vessatorie tipo vincolate alla vendita dell'immobile di proprietà del proponente....)
    se esiste tale obbligo, il mediatore è tenuto a ricevere la proposta anche se già ne ha ricevuta una, ancora in corso di accettazione, sulla quale il venditore non ha ancora dato una risposta definitiva?
    esiste della normativa in merito? e in mancanza la giurisprudenza come si esprime?
     
  2. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si chiama ...turbativa di mercato...
    il mediatore non puo' e non deve ( a mio modestissimo parere ) decidere per la proprieta'
     
    A gcaval, Antonello e studiopci piace questo elemento.
  3. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il mediatore deve adottare la diligenza del buon padre di famiglia nella sua professione, una proposta sebbene scandalosamente lontana dai desideri di vendita di un ns, cliente, deve a mio parere essere sempre notificata allo stesso. Se non altro potrebbe servire in fase di aggiornamento per dialogare con lui di argomenti legati alla trattabilità, o altri discorsi . In ogni caso noi non possiamo sostituirci al pensiero di un ns. cliente e abbiamo il dovere morale, etico e commerciale di avvisarlo dell'offerta.
     
    A zeronove piace questo elemento.
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, non esiste una normativa giuridica , il tutto è demandato alla professionalità ed alla coscienza dell'Agente, nel tuo caso ... trattandosi di proposta al ribasso del 50 % è facile ed anche normale che il collega si rifiuti di raccoglierla... specie se il proprietario ha dato dei paletti ben definiti, oltre questo tu parli anche di un'altra proposta già inoltrata prima di quella al ribasso, in questo caso la professionalità impone che si chiuda ( positivamente o negativamente ) la prima proposta per eventualmente inoltrare la seconda. Fabrizio
     
    A Limpida piace questo elemento.
  5. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Scusa studiopc, un dubbio.. ma se ci sono due offerte, una ovviamente migliore dell'altra , portando in accettazione quella più bassa non si rischia di essere scorretti con il ns. principale cliente , il venditore?
     
  6. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Beh partendo dal presupposto che l'Agenti Immobiliari non deve creare un asta, la cosa non dovrebbe accadere se rispetti il principio di non accettare una seconda proposta se c'è ne è già una in corso di accettazione... almeno questo dovrebbe accadere. Fabrizio
     
    A sfn piace questo elemento.
  7. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    A ok se si parte dal presupposto di non accettare offerte concordo in pieno
     
  8. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il principio dovrebbe essere questo altrimenti non avrai mai un momento di fermo e generi un asta ... il che ( a parer mio ) non è proprio il massimo della professionalità . Fabrizio
     
  9. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Credo che sia un problema più legato ai franchising dove magari ci siano gruppi operanti nella stessa zona seguiti da capigruppo, ognuno tira acqua al suo mulino, e potrebbe capitare che 2 funzionari gestiscano clienti differenti e vengano prese 2 offerte. Ma li deve essere poi il titolare a essere coerente e professionale.
     
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :occhi_al_cielo:
     
  11. Luca P

    Luca P Membro Attivo

    Privato Cittadino
    quindi:
    l'agente immobiliare è tenuto a tener conto di ogni tipo di proposta, ma nel caso vi sia già una trattativa in corso è deontologicamente corretto concluderla prima di intavolarne di nuove

    speravo ci fosse normativa in materia ma grazie per le vostre opinioni
     
  12. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Si ma per essere precisi, non dovrebbe proprio averne 2 ma solo una da concludere, e nel caso non si faccia, allora potrà procedere con il nuovo cliente.
    Resta però un dubbio....io proprietario..se vengo a sapere che l'agente mi ha fatto accettare una proposta di 100.000 mentre magari un altro cliente avrebbe offerto 120.000....cosa faccio da proprietario gli vado a bucare le 4 gomme all'auto ??:triste:
     
    A zeronove piace questo elemento.
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    IMHO L' obbligo incombe al mandatario........ il mediatore può fare come pare a lui.........

    Smoker
     
    A Wile e Ponz piace questo messaggio.
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    ma se lavoriamo a provvigioni perchè far accettare la proposta più bassa! Giusto per salvare le gomme vi pare?
     
    A H&F, zeronove, studiopci e 1 altro utente piace questo messaggio.
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    [
    Leggi la mia risposta e regolati di conseguenza.

    Smoker
     
  16. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Siamo alle solite.... si fà un discorso commerciale o un discorso professionale??
    Abbiamo dei doveri morali verso chi ha fatto un'offerta è sacrosanto, ma è altrettanto vero che siamo chiamati a offrire la proposta migliore al proprietario che ci ha dato fiducia conferendoci incarico a procurare un acquirente.
     
    A H&F e zeronove piace questo messaggio.
  17. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Si fa un discorso giuridico...... vedo che molti non conoscono neppure le norme che regolano la propria professione............ andiamo bene.............

    Smoker
     
    A Sunrise piace questo elemento.
  18. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    :risata:

    Faccio una domanda ... perchè vi siete sposati o fidanzati e non avete aspettato la prossima che poteva essere migliore della precedente??? perchè vi siete innamorati ... giusto ( almeno per i fidanzati :sorrisone: )
    Questo per dire che se non usiamo un metodo, una regola, una motivazione o altro ( che sia fisica, del cuore , ecc.ecc. ) nella vita non ci sarà mai uno stop nelle cose... secondo me ... salvo porre l'accento sul fatto che il mediatore deve mantenere l'euidistanza tra le parti.
     
    A sfn e Limpida piace questo messaggio.
  19. Sunrise

    Sunrise Ospite

    già......vogliono essere obbligatori , prendere l'esclusiva dal venditore diventando mandatari quando si tratta di togliere la casa alla concorrenza e di colpo mediatori ( superpartes ) quando si deve incassare 2 provvigioni....
    Smoker io credo che sia per questo che non riscuoto successo quando parlo di mandatario all'americana ;)
     
    A Wile piace questo elemento.
  20. Fenix66

    Fenix66 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è una questione solo giuridica, quando un cliente sottoscrive una proposta in quel momento sta affidando i suoi risparmi alla nostra professionalità nel trasformare la sua offerta in un acquisto, diventa anche una situazione di correttezza verso di lui il non proseguire con altre offerte.
    Il problema è che se la si vede da cliente la risposta è ovvia, ma se la cosa la poniamo da proprietari allora è diverso.
    Credo che il semplificare tutto solo con l'aspetto giuridico non sia completamente giusto.
    Un giudice quando emette la sentenza deve attenersi alla legge sebbene magari in cuor suo sà che la sentenza magari non è giusta.
    Ma noi non siamo giudici siamo persone e come tali secondo me abbiamo il dovere morale di far fare un buon affare in primis a chi ci ha dato fiducia.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina