1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gianfrancodbr

    gianfrancodbr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, vi espongo il mio problema:
    ho messo in vendita un immobile sito in uno stabile costruito negli anni '60/'70.
    l'acquirente oltre alle altre documentazioni mi ha richiesto la piantina dell'appartamento che non ho.
    mi sono recato al catasto (premetto che l'appartamento l'ho ereditato con una donazione con tanto di atto notarile) per richiedere la piantina e con mio grande stupore e un po' di preoccupazione vengo a sapere che con i riferimenti mappali indicati sull'atto (mappale, sub ecc.) il mio appartamento non risulta, il civico al catasto è indicato con numero x mentre sull'atto c'è scritto il numero y.
    molto probabilmente il notaio al momento dell'atto ha sbagliato a trascrivere i riferimenti mappali (non so dove li abbia presi).
    il punto ora è: come posso vendere ovviando alla mancanza della piantina?
    se la vendita salta xchè l'acquirente vuole la piantina che non si trova, posso intentare causa al notaio per gli errori commessi da lui a suo tempo?
    vi prego aiutatemi devo risolvere il tutto entro il 30 aprile. :stretta_di_mano::stretta_di_mano:
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Risolvere tutto entro il 30 aprile mi sembra difficile.
    La prima cosa da fare è una ricerca presso gli archivi comunali, gli unici validi. Questo lo può fare qualsiasi studio tecnico del posto. Troverà sicuramente una planimetria valida. Contemporaneamente il notaio che ha stipulato la donazione, controllando l'atto di provenienza dell'immobile e riscontrando l'errore commesso dovrà fare una variazione. Se tale notaio non è più disponibile puoi farlo fare ad un altro.
    L'unico problema è il tempo, ma se l'acquirente è veramente interessato credo ti darà il tempo necessario. Non ti perdere d'animo, sono tutte cose risolvibili.
     
  3. geoivocam

    geoivocam Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Tutto si può risolvere, però attenzione ! Gli unici archivi validi non sono quelli comunali, ma bensì gli archivi della conservatoria dei registri immobiliari sui quali ci sono scritti i dati catastali di riferimento (che a volte possono anche essere sbagliati) da confrontare con quelli del catasto facendo le ricerche storiche, sulle vecchie mappe e partitari. Probabilmente l'errore è solo da ricercare in queste trascrizioni di numeri, il notaio può fare degli atti di "precisazione" catastale nel caso si rendesse necessario.
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    D'accordo con marcello. La soluzione si trova, ma entro il 30 aprile mi sembra difficile...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina