1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. anticus

    anticus Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,

    mi appresto a firmare una proposta d'acquisto,

    e la venditrice mi ha informato che molto probabilmente non potrá essere presente ne al compromesso e nemmeno al rogito (la venditrice abita in Francia),
    mi ha detto che comunque ha già parlato con l'AI e che non ci sono problemi, troveranno il modo di farla firmare a distanza o con qualcuno che la rappresenti.
    Ho anche chiesto via e-mail all'AI e praticamente mi ha risposto di non preoccuparmi.

    Non mi rassicura molto il fatto che di fronte al notaio, al momento del rogito, non ci sia la venditrice in carne ed ossa...

    Dalla vostra esperienza, che ne pensate ?
    Vi e' mai capitato un rogito senza il venditore presente ?
    Vi preoccuperebbe ?

    Grazie mille :)
     
  2. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    L'unica possibilità che ha il venditore di non essere presente è quella di essere rappresentato mediante una procura a vendere , conferita tramite atto notarile ad un terzo .
    In questo caso nessuna preoccupazione, è una cosa normale e legale.
    Ecco, questa invece è una sciocchezza; non c'è nessun modo di "far firmare a distanza".

    In presenza di regolare procura, nessun probema; in ogni caso il notaio che sceglierai ti spiegherà tutto, e ti saprà tutelare.
     
    A Rosa1968, possessore, sgaravagli e ad altre 4 persone piace questo elemento.
  3. eldic

    eldic Membro Storico

    Privato Cittadino
    capitato un paio di volte. si è smazzato tutto il notaio.
     
    A possessore, anticus e Zagonara Emanuele piace questo elemento.
  4. possessore

    possessore Membro Junior

    Privato Cittadino
    Il compromesso e il rogito notarile di acquisto della mia prima casa, nel 1999, l'ho fatto con la procuratrice legale della società costruttrice che mi ha venduto casa, e non con l'amministratore delegato della medesima società. E' cosa normale e consolidata, sta al notaio da te scelto verificare la validità della procura, verificare che non sia cioè stata revocata, e verificare che la mandante sia tuttora (alla data del rogito) vivente.
     
    A anticus piace questo elemento.
  5. angy2015

    angy2015 Membro Attivo

    Altro Professionista
    forse quando l'AI ha parlato di firmare a distanza si riferiva alla firma del compromesso.
    Penso sia cosa ammissibile e l'ho utilizzata anche recentemente, sia per raccomandata che PEC allegando copia di documento controfirmato anche dei testimoni e pagamento tracciabile.
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Quoto.
     
  7. possessore

    possessore Membro Junior

    Privato Cittadino
    Secondo me la firma a distanza oggi è fattibile non solo tramite P.E.C. ma anche tramite firma digitale, tutte cose già consolidate da tempo.
     
  8. Bruno2301

    Bruno2301 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ma con PEC va bene ed è valida, il problema sarà poi andarlo a registrare quando ti chiedono l'originale!!!
     
  9. possessore

    possessore Membro Junior

    Privato Cittadino
    L'alternativa alla P.E.C. è farsi mandare un PDF con firma digitale.

    Ma è già meno alla portata di tutti.
     
  10. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    L unica fiima a distanza è quella tramite iStrumentum che è un sistema del notariato , ma non so ne se sia operativamente in funzione , e qualora lo sia non so se funzioni quando una parte sia all estero . In caso non fosse operativo la procura va fatta per atto pubblico in tal caso la signora dovra farla al consolato Italiano in francia e non è veloce, come in qualsiasi consolato nostrano .

    la pec non è firma elettronica
     
    Ultima modifica di un moderatore: 12 Novembre 2018
  11. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Cioè? Come si fa a verificare che qualcuno non vi abbia ripensato?
     
  12. possessore

    possessore Membro Junior

    Privato Cittadino
    La verifica va fatta dal notaio scelto. Non la possono fare i comuni mortali.
     
    A brina82 piace questo elemento.
  13. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    E' chi ha dato la procura che deve portare a conoscenza di terzi con mezzi idonei l'eventuale revoca..In mancanza, la revoca non è opponibile.
    Art. 1396 cc
     
    A brina82 e possessore piace questo messaggio.
  14. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Perfetto quindi ci potrà essere anche uno scambio di PEC tra il Notaio prescelto per l'Atto, e quello della procura.

    Ok. Quindi almeno il beneficiario ne deve venire a conoscenza.
     
  15. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Francamente sarebbe ora che qualcuno mettesse mano a queste limitazioni di sapore medievale.
     
  16. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    la pec ripeto non è firma digitale , la procura viene fatta al consolato e, a prescindere sfido a vedere una risposta in tal senso del consolato .....ma li conoscete i consolati ..... ?......
     
  17. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    le limitazioni sono a garanzia il medioevo non c entra nulla , ed il notariato si è dato da fare , ma non si puo pretendere che i consolati diventino strumento di di acquisti a distanza , ho mille critiche da fare ai consolati , ma questo sinceramente esorbita , il consolato è autorita per la procura che un cittadino italiano effettua e stop .
     
  18. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Rispondendo a @brina82 mi riferivo alla verifica della validità di una procura.
     
  19. Rudyaventador

    Rudyaventador Membro Attivo

    Altro Professionista
    diciamo dell inesistenza di una revoca , non è che vi siano tante strade deve essere trascritta , o portata a conoscenza ai diretti interessati altrimenti la procura esplica la sua efficacia
     
    A possessore piace questo elemento.
  20. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Uno scambio di PEC tra Notai, qualche giorno prima dal rogito, o quanto meno se il Notaio che deve rogitare indica all'altro di fargli sapere immediatamente (via PEC) di un'eventuale revoca, penso vada anche oltre il necessario (per quanto è stato detto).

    Parlo di procura tra persone italiane in Italia, non dei casi particolari in cui occorre rivolgersi a consolati ecc.

    Non ho capito perché si parla di firma digitale.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina