• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bit100

Membro Assiduo
Amm.re Condominio
Vivo a Milano hai presente quella cittá con il Duomo?via Monte Napo? dove un immobile in esclusiva resiste circa un ora prima di essere locato. Faccio la media di 35 locazioni al mese oltre che sui grandi stabili di unici proprietari dove ho la gestione diretta delle locazioni una media di 50 unitá immobiliari dove oltre a trovare i conduttori gestisco i pagamenti e mi occupo del ricambio degli stessi. Il mio ufficio legale molte volte si occupa di morositá di miei condomini nei confronti di inquilini e quando si va davanti al giudice il locatore ne esce sempre con le ossa rotte ma poi quando guardi nello specifico ti rendi conto che non ha seguito le regole.
 

bit100

Membro Assiduo
Amm.re Condominio
Milano Villapizzone ho uno stabile di 50 unitá nessun moroso V.le Cassala 40 unitá multietnico nessun moroso via Anguissola zona Bande Nere 35 unitá nessun moroso Via candiani 70 unitá due morosi un disoccupato e una signora di 75 anni con poca pensione non sto parlando come vedi di quartieri alti ma di periferia. La cosa che accomuna gli stabili é che sono proprietá di locatori Onesti che preferiscono percepire un prezzo EQUO e non di mercato che non è suffragata dalla reale capacitá della stragrande maggioranza di chi va in affitto.
 
Ultima modifica:

pasquale99

Membro Attivo
Privato Cittadino
Cioè? Se un locatore affitta un immobile che non può permettersi, la colpa è del proprietario ?
Un fatto per dimostrare come stanno le cose (a sfavore dei proprietari). Se l'inquilino che ha uno sfratto ha un cane l'ufficiale chiede per la sua incolumità che allo sfratto sia presente il veterinario!
Certe persone non sanno quali sono le garanzie di cui gode l'inquilino. Se ha figli minori lo sfratto può durare anni.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
La cosa che accomuna gli stabili é che sono proprietá di locatori Onesti che preferiscono percepire un prezzo EQUO e non di mercato che non è suffragata dalla reale capacitá della stragrande maggioranza di chi va in affitto.
Dissento un po'.
Onestà è rispettare le regole, non "percepire un compenso equo".
E poi chi stabilisce se è equo ?
Chiedere un certo compenso è una scelta; se poi non c'è domanda per quel prezzo, l'offerta si dovrà adeguare, o l'immobile sta vuoto.
Faccio un esempio concreto , tratto dai tuoi post; se non sbaglio chiedi il 5% di provvigione per le vendite; è equo ? Forse, ma forse no; certo non alla portata di tutti.
Ma giustamente tu sei libera di chiedere il 5%, e chi non vuole non compra con te .
Per me è la stessa cosa con i canoni di affitto ; troppa alto ? vado altrove, dove le tasche lo consentono.

Preciso che non ho mai trattato locazioni, né ho mai locato un mio immobile, né mai lo farò. Preferisco averli vuoti.
Sono considerazioni ...così..
 

bit100

Membro Assiduo
Amm.re Condominio
Io posso chiedere che mi paghino il 5% se non vogliono pazienza venderò ad un altro ma se uno chiede troppo e i parametri italiani sono che un monoreddito che prende 1200 stipendio normale e ha un bambino e una moglie non ci arriva e se deve decidere se dare da mangiare a suo figlio o pagare casa decide per il primo alla lunga si trova sempre in difficoltá e il proprietario che dovrebbe capire che tirando il meglio che possa succedere è avere la casa sfasciata e almeno un anno di affitto non pagato. Non si tutela il proprietario che di solito affitta per guadagnare ma la parte più debole chi in qualsiasi situazione mancanza di lavoro o perdita dello stesso deve comunque garantirsi un tetto sulla testa.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
tirando il meglio che possa succedere è avere la casa sfasciata e almeno un anno di affitto non pagato.
Per me non è normale che una persona in difficoltà economiche sfasci la casa altrui, perché quel cattivo del proprietario si permette di volere i soldi legittimamente pattuiti.
In uno stato normale le tasse dovrebbero servire per aiutare chi è in difficoltà, non lasciare che siano c...i amari del proprietario.
Ma qui si entra in discorsi più ad ampio raggio, che non possiamo affrontare su un forum.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Io posso chiedere che mi paghino il 5% se non vogliono pazienza venderò ad un altro ma se uno chiede troppo e i parametri italiani sono che un monoreddito che prende 1200 stipendio normale e ha un bambino e una moglie non ci arriva e se deve decidere se dare da mangiare a suo figlio o pagare casa decide per il primo alla lunga si trova sempre in difficoltá e il proprietario che dovrebbe capire che tirando il meglio che possa succedere è avere la casa sfasciata e almeno un anno di affitto non pagato. Non si tutela il proprietario che di solito affitta per guadagnare ma la parte più debole chi in qualsiasi situazione mancanza di lavoro o perdita dello stesso deve comunque garantirsi un tetto sulla testa.

Un reddito basso non giustifica il mancato pagamento del canone pattuito ed accettato e neppure giustifica che l'inqulino danneggi la proprietà ricevuta in affitto.
Giustificare tali comportamenti o minimizzarli equivale a ........................... (e ci siamo capiti, .... credo).

Se hai un reddito basso e hai famiglia da mantenere, capisco la situazione, mi dispiace per te, ma non ti affitto casa perchè sei un inquilino "potenzialmente" moroso (e tengo questo comportamento sia come proprietario di immobili, sia come intermediario).
Inoltre, io padrone di casa, non faccio beneficienza, quella spetta in primis alle associazioni umanitarie e allo Stato poi ai singoli privati che decidono, liberamente e spontaneamente di farla (nei confronti di chi credono loro e nella misura che decidono di farlo), quindi io continuo a chiedere un prezzo congruo e di mercato; qualcuno con un reddito adeguato sicuramente lo trovo (e probabilmente anche con un diverso senso civico).
 

bit100

Membro Assiduo
Amm.re Condominio
Casa vostra problemi vostri se nessun governo in anni sia di sinistra di Centro o di Destra ha lontanamente pensato di tutelare i Locatori significa che la legge va bene cosi. Poi comunque questi locatori seguaci del prezzo di mercato fanno un opera buona fanno girare l'economia nel caso di morositá fanno guadagnare l'avvocato il fabbro il ristrutturatore il consulente i il farmacista quest ultimo per la dose di anti acido per il travaso di bile che di solito hanno. Meglio forse chiedere qualche euro in meno e sincerarsi che il nostro conduttore possa pagare. :)
 
Ultima modifica:

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Casa vostra problemi vostri se nessun governo in anni sia di sinistra di Centro o di Destra ha lontanamente pensato di tutelare i Locatori significa che la legge va bene cosi.
Sveglia !!!!!!!
Significa molto più semplicemente ciò che ho già scritto e che quasi tutti (tranne te), hanno capito ormai da diverso tempo: la lobby degli avvocati (che costituisce la maggioranza dei parlamentari e che è un potere politicamente trasversale) non ha interesse economico a fare diversamente, anzi cambiare qualche cosa sarebbe dannoso per gli interessi economici della categoria.

E che le cose così come attualmente sono gestite, non vadano bene per niente, lo attestano i fatti, tutto il resto sono solamente masturbazioni mentali o al massimo idee sinistrorse molto teoriche e assai poco realistiche.
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Io posso chiedere che mi paghino il 5% se non vogliono pazienza venderò ad un altro ma se uno chiede troppo e i parametri italiani sono che un monoreddito che prende 1200 stipendio normale e ha un bambino e una moglie non ci arriva e se deve decidere se dare da mangiare a suo figlio o pagare casa decide per il primo alla lunga si trova sempre in difficoltá e il proprietario che dovrebbe capire che tirando il meglio che possa succedere è avere la casa sfasciata e almeno un anno di affitto non pagato. Non si tutela il proprietario che di solito affitta per guadagnare ma la parte più debole chi in qualsiasi situazione mancanza di lavoro o perdita dello stesso deve comunque garantirsi un tetto sulla testa.
:emoji_astonished::shock:
Onestà è rispettare le regole, non "percepire un compenso equo".
E poi chi stabilisce se è equo ?
Chiedere un certo compenso è una scelta; se poi non c'è domanda per quel prezzo, l'offerta si dovrà adeguare, o l'immobile sta vuoto.
Faccio un esempio concreto , tratto dai tuoi post; se non sbaglio chiedi il 5% di provvigione per le vendite; è equo ? Forse, ma forse no; certo non alla portata di tutti.
Ma giustamente tu sei libera di chiedere il 5%, e chi non vuole non compra con te .
Per me è la stessa cosa con i canoni di affitto ; troppa alto ? vado altrove, dove le tasche lo consentono.

Preciso che non ho mai trattato locazioni, né ho mai locato un mio immobile, né mai lo farò. Preferisco averli vuoti.
Per me non è normale che una persona in difficoltà economiche sfasci la casa altrui, perché quel cattivo del proprietario si permette di volere i soldi legittimamente pattuiti.
In uno stato normale le tasse dovrebbero servire per aiutare chi è in difficoltà, non lasciare che siano c...i amari del proprietario.
Un reddito basso non giustifica il mancato pagamento del canone pattuito ed accettato e neppure giustifica che l'inqulino danneggi la proprietà ricevuta in affitto.
Giustificare tali comportamenti o minimizzarli equivale a ........................... (e ci siamo capiti, .... credo).

Se hai un reddito basso e hai famiglia da mantenere, capisco la situazione, mi dispiace per te, ma non ti affitto casa perchè sei un inquilino "potenzialmente" moroso (e tengo questo comportamento sia come proprietario di immobili, sia come intermediario).
Inoltre, io padrone di casa, non faccio beneficienza, quella spetta in primis alle associazioni umanitarie e allo Stato poi ai singoli privati che decidono, liberamente e spontaneamente di farla (nei confronti di chi credono loro e nella misura che decidono di farlo), quindi io continuo a chiedere un prezzo congruo e di mercato; qualcuno con un reddito adeguato sicuramente lo trovo (e probabilmente anche con un diverso senso civico).
Sacrosante e ovvie considerazioni, ma a quanto pare non così per tutti...
 

bit100

Membro Assiduo
Amm.re Condominio
Parli con una donna di estrema destra quindi farmi seguace della ex sinistra é un offesa. Ripeto richieste esose portano conduttori morosi commercialmente parlando una richiesta di locazione giusta in prezzo con la reale capacitá di reddito é la prima cosa che garantisce una locazione sicura più un locatore tira la corda e piú la corda resterá in mano.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Parli con una donna di estrema destra quindi farmi seguace della ex sinistra é un offesa. Ripeto richieste esose portano conduttori morosi commercialmente parlando una richiesta di locazione giusta in prezzo con la reale capacitá di reddito é la prima cosa che garantisce una locazione sicura più un locatore tira la corda e piú la corda resterá in mano.
Una donna di estrema destra con poche idee e pure molto confuse direi.
Comunque noto che: 1) stai correggendo il tiro, e che 2) non leggi attentamente ciò che scrivo, sennò eviteresti di ripetere cose già scritte dal sottoscritto e in contradizione con i tuoi precedenti interventi che vanno in direzione diversa da una logica di destra o propia di un sistema capitalistico.
 

specialist

Membro Storico
Privato Cittadino
Ripeto richieste esose portano conduttori morosi commercialmente parlando una richiesta di locazione giusta in prezzo con la reale capacitá di reddito é la prima cosa che garantisce una locazione sicura più un locatore tira la corda e piú la corda resterá in mano.
Può darsi che le richieste non siano poi così esose, visto che anche gli inquilini in proporzione devono essere più benestanti. Altrimenti sbagliano loro, perché fanno il passo più lungo della gamba. Se guadagnano poco, che vadano in affitto nei bilocali di periferia, oppure nell'interland.
 

eldic

Membro Storico
Privato Cittadino
Casa vostra problemi vostri se nessun governo in anni sia di sinistra di Centro o di Destra ha lontanamente pensato di tutelare i Locatori significa che la legge va bene cosi. Poi comunque questi locatori seguaci del prezzo di mercato fanno un opera buona fanno girare l'economia nel caso di morositá fanno guadagnare l'avvocato il fabbro il ristrutturatore il consulente i il farmacista quest ultimo per la dose di anti acido per il travaso di bile che di solito hanno. Meglio forse chiedere qualche euro in meno e sincerarsi che il nostro conduttore possa pagare. :)
partendo dallo stesso presupposto, poichè il 5% di intermediazione da te richiesto è esoso (e lo è), uno può a buona ragione ritenersi autorizzato a non corrispondertelo.
mi sembra corretto.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Cioè? Se un locatore affitta un immobile che non può permettersi, la colpa è del proprietario ?
Evidentemente la Claudia, fa' riferimento a quelle fattispecie, dove la richiesta di locazione e' fuori mercato, con l'aggravante dello squilibrio, tra prezzo e qualita' dell'alliggio.

Conduttori, come i cattivi pagatori di professione, che accolgono tali richieste, sanno gia' fin dall'inizio, che mancheranno di onorare il contratto.

Concedergli l'alloggio, contro ogni calcolo aritmetico, e' puro giuoco d'azzardo.

Un po' quello che succede, a coloro che pensano di fare degli affaroni, fuori dal comune.

Locazioni a bassissimo costo per prodotti di pregio che costerebbero tre volte tanto.
Bmw che costano come fiat punto.

Troppo bello per essere vero.

Per chi vende e per chi compera.
Per chi concede e prende in locazione chi troppo vuole nulla stringe.

Significa molto più semplicemente ciò che ho già scritto e che quasi tutti (tranne te), hanno capito ormai da diverso tempo: la lobby degli avvocati (che costituisce la maggioranza dei parlamentari e che è un potere politicamente trasversale) non ha interesse economico a fare diversamente, anzi cambiare qualche cosa sarebbe dannoso per gli interessi economici della categoria.

E che le cose così come attualmente sono gestite, non vadano bene per niente, lo attestano i fatti,
La motivazione o l’idea, che sia per mezzo di una lobby degli avvocati, organizzati come una Spectre, che turberebbe il mercato e le regole degli affittucci, e’ una tesi davvero avvincente.
Se non fosse ridicola.

Come se il mercato delle locazioni, con le sue problematiche, potesse avere un cosi’ tanto fascino.

Ad esempio io non me ne occupo.

In primo luogo, perche’ lo sforzo e’ lo stesso mentre il compenso, e’ dieci volte meno quello della compravendita.

In seconda battuta, si evita di ritrovarsi con file di proprietari avvelenati con l’intermediario, per le cattive esperienze cagionategli dagli inquilini.

Gia’ da qui appare evidente, che se perfino un piccolo intermediario di provincia, puo’ disdegnare tali attivita’ di locazione, figuriamoci quanto possa importare, a quelle caste organizzate, insediate ai livelli piu’ alti delle istituzioni.

Evidentemente il Zagonara, e’ uno di quelli convinti che gli avvocati, si facciano i soldi e i loro attici in centro e con piscina al decimo piano, patrocinando le causette per morosita’ o di quelle condominiali.
Come se gli squali fossero interessati alle acciughette.

Detto questo, nelle controversie sulle locazioni, il nostro sistema funziona benissimo.
Da oltre tre mila anni.
Con le stesse regole che risalgono dal diritto romano
Che ci scopiazzano da millenni e che influenzano ogni angolo del mondo civile.

Molto spesso a complicare le cose, allungando tempi e modus che dettano i ricorsi, sono proprio gli operatori del mercato o quegli intermediari, che con la loro azione edulcorano il sistema e gli effetti delle obbligazioni contratte.

Tre mensilita’ di cauzione e tre mensilita’ di pigione anticipate sono sempre state il caposaldo.
Da millenni a questa parte a garanzia dei contratti di locazione.

Il mancato pagamento del trimestre determina la costituzione in mora del conduttore.
Col contratto risolto ipso jure.
Evidentemente qualche operatore lo aggiunge nel contratto senza per questo conoscerne il significato.

Il conduttore, resta con diversi strumenti e facolta’ a sua disposizione, per sanare, dilazionare, ottemperare.
Compresi i termini di grazia previsti nelle situazioni piu’ delicate.

Essendo la parte piu’ debole del contratto.

Circostanza nota fin dai tempi di Romolo e Remo.
 
Ultima modifica:

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Mah, io h smesso di essere buonista/perbenista quando mi ci sono trovato dentro. Il fatto che lo Stato abbia scaricato il problema sociale, accentuato dall'ultima crisi economica, sui possidenti privati è evidente a tutti; che una parte dell'avocatura ci marci l'ho sempre visto come una conseguenza di un sistema marcio che comunque và bene a chi si è succeduto al Governo di questo paese.

Sul fatto di giustificare la morosità degli inquiini con la richiesta troppo elevata della pigione la trovo risibile per i motivi già enunciati da altri prima di me.

Da non scordarsi che abbiamo visto una seria impennata dei costi di mantenimento degli immobili negli ultimi 10 anni (tasse, utenze, nuovi balzelli, ....) che i governanti hanno ben pensato di scaricare sui possessori di immobili... ma a chi pensavano che venissero riscaricati in buona parte se non agli inquilini? Ma questo è un argomento già trattato inerente l'aumento del costo della vita che non è stato seguito da un idoneo aumento degli stipendi.

lo stato tutela troppo i proprietari e pochissimo i conduttori.
Casa vostra problemi vostri se nessun governo in anni sia di sinistra di Centro o di Destra ha lontanamente pensato di tutelare i Locatori significa che la legge va bene cosi.
La prima prorpio non l'ho capita, dato che la mia esperiena personale evidenzia proprio il contrario.... la seconda mi pare invece molto attinente con la realtà.
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Mah, io h smesso di essere buonista/perbenista quando mi ci sono trovato dentro. Il fatto che lo Stato abbia scaricato il problema sociale, accentuato dall'ultima crisi economica, sui possidenti privati è evidente a tutti; che una parte dell'avocatura ci marci l'ho sempre visto come una conseguenza di un sistema marcio che comunque và bene a chi si è succeduto al Governo di questo paese.

Sul fatto di giustificare la morosità degli inquiini con la richiesta troppo elevata della pigione la trovo risibile per i motivi già enunciati da altri prima di me.
Bah..

Non si capisce dove e quando il problema sia stato scaricato.

I contratti di locazione sono ad effetti obbligatori.
Non spariscono fino a quando l’obbligazione non viene ottemperata.

Ovvio che se si concede l’alloggio a nullatenenti risultera’ difficile recuperare il dovuto.

Se una banca, affida o apre delle linee di credito a soggetti che non possono rimborsarle, ne ora e ne mai, sara’ mica colpa del sistema o dei governanti.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità
Alto