1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. amrita18

    amrita18 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    salve a tutti, ho un problema . ho firmato proposta di acquisto per il mio appartamento ( sono parte venditrice ) , avevo però abbattuto, anni fa, un tramezzo tra ingresso e salone senza dia e docfa . D 'accordo con l acquirente , per poter firmare al preliminare dal notaio ( molto pignolo ) l esatta rappresentazione grafica e stare tutti più sereni, ho ripristinato il tramezzo. L ho invitato a vedere i lavori finiti e mi ha detto che cosi non gli piace , che firmerà preliminare cosi come da planimetria consegnata al notaio , ma che tra preliminare e rogito devo fare dia e docfa e riportare la casa cosi come l ha vista cioè senza tramezzo . Ovviamente oltre a trovare il suo comportamento disonesto e arrogante ( era d'accordo nel ritirare su il muro) , volevo chiedere se tale modifica si può fare tra preliminare e rogito oppure compromette qualcosa ? infondo lui promette di acquistare la casa cosi come da planimetria .. vorrei proprio evitare la spesa ulteriore ( oltre a quella per rifare il tramezzo ) del geometra ecc.... che consiglio avete per me ? grazie
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    La volontà di ripristinare il tramezzo di chi era solo del notaio perche presente in planimetria oppure anche dell'acquirente?
    Ciao salves
     
  3. Il compratore sembra un piantagrane: il notaio deve averlo capito immediatamente e, giustamente, vuole fare un Atto non nullo e non ritrovarsi coinvolto. Un notaio corretto ( non è questione di pignoleria o meno ma di leggi ) : conformità catastale.
     
  4. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    No.
    Il notaio registra soltanto le dichiarazioni dei contraenti. Il tramezzo puo esserci o meno, lui non controlla. l'importante è che le parti dichiarino che lo stato di fatto corrisponda alla piantina (anche se non è vero). La conformità catastale non è un certificato, ma una dichiarazione: il certificato è la conformità urbanistica che è un'altra cosa.
     
  5. amrita18

    amrita18 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    e quindi ora che faccio ? ok non voglio combattere con gli idioti lo tiro giù di nuovo con dia , docfa e quant' altro..ma posso modificare lo stato dei fatti tra preliminare e rogito ? dobbiamo scriverlo sul preliminare credo , che dici ? grazieeeee
     
  6. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    si lo puoi fare tranquillamente
     
  7. Falsa diciarazione in atto pubblico. Il notaio non controlla, ma questa volta sa !
    Fatta la legge, trovato l'inganno.
    Meglio fare l'aggiornamento catastale prima del rogito.
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... che viene fatta dai contraenti. Il notaio non sa nulla, solo quello che vede dalle piantine e quello che gli viene dichiarato, che potrebbe cambiare dall'oggi al domani...
     
  9. amrita18 mi sembra voglia fare il preliminare dal notaio : con che piantine va ?
     
  10. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A parte che la proposta d'acquisto è gia un preliminare (ma qui andremmo OT) va con la piantina attuale ovviamente (non sarebbe possibile altrimenti). Se rimarrà invariata nulla si aggiungerà, se verrà variata si farà la variazione.
    Il notaio non è un problema: attesta le dichiarazioni dei contraenti. Non verifica e non controlla l'urbanistica, al limite chiederà un certificato di conformità urbanistica.
    Il problema nasce nel momento in cui uno dei due contraenti dichiara una NON corrispondenza fra catasto e stato di fatto.
     
  11. In sintesi concordiamo tutti che si deve fare l'aggiornamento catastale.
     
  12. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    SI
     
    A Valerio Spallina piace questo elemento.
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non solo: bisogna fare la variazione in comune che è la cosa + importante
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  14. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Chiedere il certificato di conformità urbanistica non equivale a controllare che urbanisticamente l'immobile è idoneo?

    In questo caso se al preliminare viene citata una piantina con suo protocollo e poi ne viene prodotta un'altra con altro protocollo e la visura ovviamente riporta variazione per diversa distribuzione interna e la data dopo il preliminare, il notaio a quel punto chiede prima gli estremi del titolo abilitativo della modifica interna e poi forse anche il certificato di conformità urbanistica.
    Ed anche in questo caso forse il notaio non ha controllato anche la parte urbanistica?

    Ciao salves
     
    A Valerio Spallina piace questo elemento.
  15. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, ma non è detto che lo faccia. X quello ho aggiunto al limite
     
  16. amrita18

    amrita18 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    al preliminare che si farà dal notaio , porteremo planimetria catastale conforme allo stato dell'immobile, quindi sono serena . Solo che il tipo vuole che dopo il preliminare elimino di nuovo il tramezzo appena tirato su ..speriamo bene !! avverrà tutto tra pochi giorni e v iaggiornerò sull accaduto , vi ringrazio per l'aiuto , l'ansia non è diminuita ma grazie a tutti lo stesso !!
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  17. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Non devi avere ansia, allora se adesso andate dal notaio con planimetria dell'immobile che porta il tramezzo e relativa planimetria procedete al preliminare con dichiarazione della data di stipula del rogito, nel frattempo procedi a dia al comune per modifica distribuzione interna e relativa variazione catastale per la stessa motivazione, realizzi i lavori di eliminazione del tramezzo e poi con i sopraindicati documenti alla data della stipula dell'atto li consegni al notaio che provvederà al rogito.

    Ciao salves
     
  18. amrita18

    amrita18 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie salves , credevo di non poter far modifiche tra un atto notarile e l altro . ma se gli do i soldi e ci pensa lui dopo il rogito non è meglio per tutti ?
     
  19. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ma se l'acquirente ti ha chiesto di ripristinare così come l'aveva vista senza tramezzo, non penso che accetti questa tua ultima proposta, comunque tentare non nuoce, considera che tra dia e variazione docfa occorrono circa 1500 € da calcolare oltre il lavoro della demolizione del tramezzo e relative rifiniture.

    Ciao salves
     
  20. amrita18

    amrita18 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    eccomi , oggi era il giorno del preliminare , ovviamente farò le modifiche del tramezzo a mio carico come da copione e la sorpresa che mi ha riservato l acquirente è che devo liberare la casa al rogito e non due mesi dopo come da accordi su proposta . non mi da tempo per fare i lavori nella casa che sto acquistando ..cosa dire , le persone disoneste sono tali fino in fondo !!! :rabbia: grazie a tutti
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina