• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ornella capoferri

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
#1
Devo vendere un immobile, è stato raggiunto un accordo sul prezzo. il compratore però si è rivolto ad un broker per ottenere il mutuo. Il mutuo che chiederà dovrà coprire anche le spese notarili , le tasse, ecc.. per cui il broker mi ha detto che e' una prassi abbastanza normale in questi tempi , mi dice anche nell'atto di vendita verrà indicato come valore 140.000 anziché 125.000 prezzo pattuito.questo per poter avere dalla banca il maggiore prestito. Io poi riscuotero' l'assegno di 125.000 l'altro assegno di 15.000 RESTERÀ al compratore per pagare tutte le altre spese. Ho letto però che sarebbe una falsa dichiarazione.
Ho bisogno di un vs. Prezioso consiglio prima di accettare e firmare la proposta. GRAZIE MILLE
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#3
1) Molto difficilmente al tuo acquirente approveranno ed erogheranno un mutuo del 100 % più spese ed imposte, a meno che il valore dell'immobile non sia modesto (rispetto al reale e ben più maggiore valore dell'immobile) e l'acquirente non abbia un ottimo reddito e disponga anche di garanti e/o adeguate garanzie (ulteriori all'ipoteca sull'immobile che intende acquistare).

2) Dichiarare in atto un valore maggiore rispetto a quello reale equivale a dichiarare il falso (il chè nel caso specifico corrisponde al reato di falso in atto pubblico, e stiamo parlando di penale).
Inoltre, la modalità di pagamento da te spiegata, comporta delle difficoltà e degli eventuali problemi ai fini delle norme antiriciclaggio (e anche qui andiamo sul penale).
Credo comunque che questa seconda possibilità, benchè reale e concreta, non si materializzerà perchè sarà già insormontabile il primo ostacolo (punto 1).

Tutto ciò considerato, visto che hai a che fare con un acquirente senza un becco di un quattrino, e con una pratica di mutuo irrealistica, direi che nella migliore delle ipotesi ti ritroverai a perdere un paio di mesi per poi sentirti dire che la pratica di mutuo non è stata accettata.
Nella peggiore delle ipotesi invece, puoi andare incontro a seri problemi di carattere legale (non è detto che succeda, ma è abbastanza realistico aspettarselo) con grattacapi infiniti e costi notevoli.

Perciò, o accetti le condizioni che ti hanno offerto (consapevole dei rischi), oppure accetti la proposta con riserva (ovvero ti lasci la possibilità di continuare a cercare di vendere ad altri l'immobile), o rifiuti la proposta e passi oltre, ......................... io fossi in te opterei per quest'ultima possibilità, ma ovviamente sei tu che devi decidere cosa fare.
 

mosca

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#4
Ritorno su questa discussione perchè stiamo gestendo una situazione identica e voglio indicarti la strada che abbiamo deciso, in accordo con il Notaio, di intraprendere:
In sostanza verrà dichiarato in Atto che tutte le spese di acquisto e imposte saranno sostenute dal venditore invece che dell'Acquirente. Quindi il venditore incassa l'intera somma erogata e poi provvede a pagare a nome dell'acquirente tutte le spese fino alla cifra stabilita.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#5
Ritorno su questa discussione perchè stiamo gestendo una situazione identica e voglio indicarti la strada che abbiamo deciso, in accordo con il Notaio, di intraprendere:
In sostanza verrà dichiarato in Atto che tutte le spese di acquisto e imposte saranno sostenute dal venditore invece che dell'Acquirente. Quindi il venditore incassa l'intera somma erogata e poi provvede a pagare a nome dell'acquirente tutte le spese fino alla cifra stabilita.
Rimane sempre il fatto che in atto deve essere indicato il valore reale dell'immobile e non quello gonfiato.
per cui il broker mi ha detto che e' una prassi abbastanza normale in questi tempi ,
Sono tutte balle, rispondigli che queste fregnacce vada a raccontarle a sua sorella.
 

mosca

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#6
Rimane sempre il fatto che in atto deve essere indicato il valore reale dell'immobile e non quello gonfiato.
Ti sbagli...in atto viene indicato il valore che viene effettivamente pagato....poi il venditore pagherà tutte le spese.
Ti garantisco che la maggior parte dei venditori pagherebbero volentieri loro tutte le spese se tutti gli acquirenti pagassero l'immobile il prezzo pieno richiesto dal venditore ....invece di fare offerte al ribasso del 15.20 %
 

mosca

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#10
Forse non ci siamo capiti......le spese le paga il venditore a nome dell'acquirente.
Allo stato da quale conto corrente escano i soldi non interessa !!
Quante volte le spese Notarili sono state pagate dai conti correnti dei Genitori/fratelli/ familiari di chi poi effettivamente comprava.....in questi casi era truffa o falso ??
Poi è ovvio che vien fatto tutto con l'approvazione del venditore.....avrà avuto anche lui i suoi vantaggi !!
 

bepix

Membro Attivo
Privato Cittadino
#11
La discussione non la hai letta, un buon agente scarta un potenziale acquirente che non ha i soldi e deve fare i salti mortali tripli carpiati. La banca non eroga il mutuo se l'acquirente non dimostra di avere i soldi necessari per la compravendita, notaio agenzia spese iniziali. Le tre banche che ho contattato tempo fa per un mutuo mi hanno detto che senza almeno 20000 euro sul conto corrente, non erogano il 100%, fermo restando i controlli e le condizioni necessarie. Un mutuo al 100% è molto difficile da avere oggi, c'è poco da mascherare. Se sei un buon agente sai fare il tuo lavoro e non hai bisogno di perditempo, se sei un dilettante disperato allora gratti anche i poveracci dall'asfalto per racimolare 100 euro
 

mosca

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#12
Non essere aspro nei giudizi.....non ci conosciamo e non sai a quale delle categorie appartengo. E sopratutto non pensare che il mondo funzioni solo sulla base delle tue esperienze.
Io fornisco soluzioni a chi le chiede, e come ho scritto, in questo caso la soluzione me la fornita un Notaio....io l'ho solo girata a un cliente, che poveraccio o no, ne è rimasto soddisfatto.
Per ultimo la condivido in un Forum, che mi ha aiutato tante volte a trovare altre soluzioni.........i giudizi e le offese lasciamoli fuori.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto