1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ascend7

    ascend7 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    L'agenzia " ******************************************** di Catania mi fa firmare una proposta di compravendita , io verso un assegno di 5000 come deposito cauzionale. L'immobile risulta ipotecato e pignorato e poichè, in assenza di documenti : certificazione energetica, certificato di abitabilità e liberatoria dell'amministratore del condominio per i debiti regressi, dovuti alla morte di uno dei proprietari ho rinunciato all'acquisto, codesto signore si trattiene la cifra. Non è pervenuta l'accettazione della proposta di acquisto nei tempi stabiliti , L'agente mi spedisce un telegramma , con data successiva al termine contrattuale , dove sostiene che il venditore ha accettato la mia propostadi acquisto . Inoltre la Dichiarazione della successione compare con data successiva di oltre un mese rispetto alla scadenza contrattuale . Mi chiedo se il comportamento dell'agente sia legale visto che alla caparra ed al compromesso non ci siamo arrivati. Se la vendita in queste condizioni era possibile.Se i sedicenti eredi proprietari potevano firmare l'accettazione della proposta e dato che sono tre eredi , mi chiedo se uno solo poteva firmare la proposta.
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Oltre all'avvertimento che ti ho mandato perchè non possiamo pubblicare dati sensibili, vorrei che spiegassi meglio tutto l'andamento della questione.

    Avevi fatto solo la proposta d'acquisto ?
     
  3. ascend7

    ascend7 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Si, quando ho capito che l'atto notarile avrebbe trasferito tutte le ipoteche di oltre 90.000 euro sul mio groppone, ho spedito una raccomandata per la richiesta di restituzione della somma cauzionale. Invece l'agente andava a incassare l'assegno e mi nega qualsiasi appuntamento.
    Mediante il falso telegramma dove è scritto " il proprietario ha accettato, in data rientrante nella scadenza contrattuale , la proposta di acquisto, l'agente pensa di aver regolarizzato la sua posizione, ma dimentica che prima della data di successione , secondo me non poteva vendere l'immobile. Nella proposta è specificato che l'immobile deve essere privo di ipoteche, a norma di legge urbanistica , ecc... Invece ... sono caduto in una truffa, che poteva con l'atto notarile essere più grande , perchè restano le ipoteche e tutti i debiti di un defunto morto quattro anni prima.
     
  4. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Tutto si puo' vendere amico mio.

    Il mediatore ha commesso degli errori gravi ma non sono quelli che hai esposto.

    La carenza della documentazione e la presenza di iscrizioni pregiudizievoli, non inficiano le fasi preliminari della compravendita.
    A patto che ogni questione venga sciolta entro il rogito.

    Nelle condizioni che ci hai elencato, molto spesso, si cela un buon affare.

    Tuttavia chi acquista, fin da subito deve essere informato, su cosa effettivamente stia per acquistare.

    Cio', ovviamente, per incidere sostanzialmente sul prezzo.

    Qui sta la malacondotta del intermediario che ti ha assistito.

    Nel tuo intervento non si legge se hai pagato la mediazione.

    Presumo di no.

    Se cio' e' vero, de quo, si desume tutta la sua incompetenza.
    Che sfoga nell'errore piu' grave che e' quello di aver consegnato l'assegno al venditore.

    Chiunque dovrebbe sapere che non si consegnano soldi ad un soggetto pignorato.
     
    A Seya, miciogatto, sfn e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  5. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Concordo con @PyerSilvio : l'errore non è nella documentazione dell'immobile poichè è solitamente possibile regolarizzare tutto entro il rogito, ma nel modo di gestire la trattativa. A quanto pare non sei nemmeno stato informato sulle condizioni ipotecarie dell'immobile, le hai scoperte successivamente. Inoltre dovevi essere avvisato dell'accettazione dell'offerta entro la data di scadenza, non successivamente. Credo proprio che ci siano gli estremi per la restituzione della caparra.
     
  6. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    anche secondo me le condizioni ci sono tutte (anche per la restituzione del doppio della caparra, qualora si intimasse di onorare la proposta accettata).

    tuttavia, a quanto scrivi la conferma di accettazione della proposta è arrivata dopo la scadenza della stessa; ergo non è valida.
    l'assegno è solo non restituito o è stato incassato?
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Per farti capire meglio quali sono le tue convinzioni errate, il rogito non ti avrebbe trasferito affatto le ipoteche, perchè il notaio non l'avrebbe fatto e avrebbe pilotato la vendita in modo tale da estinguere i debiti e cancellare le relative ipoteche PRIMA o CONTESTUALMENTE al rogito.

    L'agente poteva vendere benissimo l'immobile, perchè l'atto entro cui deve essere effettuata la successione è il rogito.

    Tutto ciò è vero, ma sempre valido al momento del rogito.
     
    A miciogatto, eldic, Irene1 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  8. ascend7

    ascend7 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Ieri leggevo che si diventa proprietario solo accettando l'eredità , non mi è stato presentato questo documento, pertanto il sedicente proprietario non poteva accettare la proposta. L'agenzia ha mentito sulla disponibilità dell'immobile facendomi capire che il rogito si poteva fare a breve termine , invece ha fatto passare 4 mesi (scadenza della proposta) e anche il 5 mese, senza presentare i debiti del condominio e tutti i documenti necessari al rogito , al 5 mese si presentava con la successione appena redatta e l'imposta pagata , le ipoteche ancora aperte e nessun documento di abitabilità.
     
  9. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare

    Come non esserlo...?
     
    A Sim e Rosa1968 piace questo messaggio.
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Te lo immagini se fosse sufficiente andare a rogitare per trasferire i debiti agli altri..?

    BOOM di vendite:risata:
     
    A Sim, Bagudi e Rosa1968 piace questo elemento.
  11. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Per timore
     
  12. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Si è fidato delle chiacchiere da bar. Non si è confrontato con il notaio o persona competente.
     
  13. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    si, però dai, un conto è che "non è un problema"; un altro è non degnarsi di dirlo.
    a prescindere da questo, l'accettazione delle proposta è arrivata - pare - fuori tempo massimo.
    questa come la gestiamo?
     
  14. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Che dietro tutto c'è la volontà che secondo me è cambiata.

    Poi una proposta che scade dopo 4 mesi ...
    Rileggo meglio ma a prima lettura mi sembra ci sia altro.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 22 Aprile 2016
    A eldic piace questo elemento.
  15. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    chi vuole comprare non ha la casa, chi ha la casa non la vuole comprare...
    non c'è giustizia a sto mondo :basito:
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  16. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    @ascend7 ,
    l'accettazione tacita di eredità viene il più delle volte inserita direttamente nell'atto di compravendita. E' obbligatoria (quando la successione sia avvenuta da meno di 10 anni) ma non per accettare una proposta d'acquisto o un preliminare.

    Proposta e preliminare sono contratti propedeutici alla sottoscrizione di quello definitivo. In essi quindi non è indispensabile che siano presenti tutti gli elementi che dovranno ricorrere alla sottoscrizione del rogito ma che le parti si impegnino a fare in modo che gli eventuali impedimenti e/o adempimenti siano risolti/eseguiti in tempo utile per arrivare alla sottoscrizione dell'atto senza problemi.

    Questo naturalmente non giustifica il comportamento di un agente che può anche sbagliarsi e non accorgersi subito della presenza di un pignoramento ma mai e poi mai consegnare un assegno di caparra al venditore dopo essersene reso conto...

    Comunque... ormai ci sei dentro e tocca ballare.
    Se l'assegno fosse stato incassato ed i venditori non avessero "nulla da perdere" (immobili intestati ad esempio) è possibile che tu ci possa rimettere dei soldi ma se così non fosse potresti ottenere dalla situazione più di quanto non abbia fin ora messo in gioco e proprio grazie alla pressa pochezza dell'agente...

    Ma è chiaro che dell'agente immobiliare non ti potrai più fidare e che dovrai servirti di un buon legale per trovare il bandolo della matassa. Per ora posso solo consigliarti di non essere avventato e di mantenere la calma. Soprattutto non ritirarti dall'acquisto, evita di dar modo alla controparte di potersi appigliare ad un tuo presunto inadempimento e corri subito con tutta la documentazione da un buon avvocato.

    In bocca al lupo.
     
    A Tobia, eldic e Rosa1968 piace questo elemento.
  17. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Innanzitutto spero che i debiti residui del venditore (condominio+mutui+cartelle esattoriali..) siano inferiori alla cifra che tu andrai a pagare.

    Se la cifra è inferiore puoi uscirne bene con l'acquisto dell'immobile senza troppi graffi, magari coadiuvato da un altro professionista e non da quell'agente. Tutti i debiti verranno da te pagati con differenti assegni alla data del rogito notarile, a scalare dalla cifra pattuita.

    Se la cifra è superiore ti consiglio di farti affiancare da un avvocato per la restituzione di quanto versato appellandoti all'errore commesso dall'agenzia che non ti ha comunicato in tempo utile l'accettazione della proposta.

    Non esiste una raccomandata con effetto retroattivo.. L'accettazione doveva arrivarti entro i termini. E non è successo.
     
  18. ascend7

    ascend7 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Rispondo a Pyersilvio - L'assegno era intestato all'agenzia e l'agente lo ha incassato - da una recente lettera uno dei sedicenti proprietari si è rivolto al suo legale e pretende a me la somma di 5750 euro perchè , è scritto ," ingiustificamente si è ritirato dall'affare". Codesto figlio-erede poteva produrre la documentazione che necessitava al notaio per il rogito , più volte da me richiesta all'agenzia - L'ho conosciuto due giorni prima della scadenza della proposta , quando mi mentiva dicendo che il padre era morto durante il periodo della trattativa , che non sapeva nulla di tale eredità e delle ipoteche gravanti e invece presenta a Novembre 2015 la dichiarazione di successione- priva del modulo C - sulle passività - nella quale si evince che la morte del padre era avvenuta nell'anno 2011- Inoltre i presunti proprietari non hanno mai prodotto il certificato di abitabilità dell'immobile, nè la certificazione energetica , nè la liberatoria dell'amministratore circa i debiti con il condominio.Tutte cose che avevo richiesto, e di cui l'agente mi doveva dare riscontro.
     
  19. ascend7

    ascend7 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    A Rosa 1968- rispondo che non mi mai venuta meno la voglia di acquistare quella casa, anche adesso sono disposto ad avere quell'immobile 4 vani con grande terrazza a 10 metri dal mare e nel paese di Acitrezza. Ho paura dei debiti del venditore circa tale immobile- il suo scopo è di trasferire tutti i debiti regressi, l'ipoteche che ormai ha lo stesso valore della casa, ( se non di più valore ) , pignoramento compreso . La certificazione di abitabilità , comporta l'onere di spesa di quaranta condomini che dovrei sobbaccarmi io, che hanno comprato con concessione edilizia ma che non hanno la certificazione di abitabilità.
     
  20. Maffo

    Maffo Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Complimenti ottime risposte finalmente ci sono dei professionisti preparati.....
    In punto essenziale però per aiutare chi ha chiesto questi consigli, è' capire se il futuro acquirente non si fida semplicemente o se tutto come presumo andra' a buon fine l'immobile interessa davvero ancora?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina