1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Finalmente dopo tanta "ansia" abbiamo fatto il preliminare, grazie anche ai consigli e suggerimenti dati da "Immobilio", rientro adesso da un sopralluogo fatto con chi dovrebbe ristrutturare dopo aver fatto il rogito e...........:confuso: totale.
    Io ho comprato sapendo che avrei dovuto ristrutturare e quindi andava bene cosi, anche perché quando ho fatto la proposta ho anche valutato quando avrei dovuto spendere per la ristrutturazione, sul preliminare c'è scritto esattamente: "che l'acquirente dichiara che l'immobile in oggetto è stato visto e piaciuto nello stato di fatto in cui attualmente si trova".
    L'artigiano che dovrebbe ristrutturare mi diceva che si va tutto bene, che io acquisto sapendo che devi sostituire le finestre, rifare il bagno dato che c'è una perdita, ti accolli le spese dei lavori condominiali deliberati e prossimi all'esecuzione, ma il notaio non rogita se non c'è il certificato di conformità (o di corrispondenza) dell'impianto elettrico, quello idraulico non occorre dato che non c'è l'impianto del gas.
    Veramente le cose stanno cosi?
    Veramente chi vende deve dare questo certificato?
    Se cosi fosse, visto che io ho comprato nello stato di fatto in cui si trova l'immobile dovrei essere io a procurarmi questo certificato?
    :rabbia: E quante rogne....... forse era meglio continuare a stare in affitto
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è così.

    Dovete semplicemente dichiarare nel rogito che sei a conoscenza del fatto che gli impianti non sono a norma.

    L'obbligatorietà c'è per i contratti d'affitto.

    E, in ogni caso, toccherebbe al proprietario.
     
    A cafelab, Avv Luigi Polidoro, CheCasa! e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Prova con un altro notaio, alcuni lo chiedono ed altri no, questo avviene anche così con il certificato di agibilità.
     
  4. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :basito: ma allora non è obbligatorio o come al solito sono le classiche cose fatte "alla carlona", sento il notaio sperando di non dover cercarmene un altro.
     
  5. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Direi che non è richiesto per legge allegare il certificato di conformità. Il Dl 133 è stato abolito.
    E non conosco norme che vietino di pattuire un contratto dove la messa a norma e/o adeguamento sia a carico del conduttore. Esempio i locali commerciali o tecnici.

    Diverso il discorso responsabilità e rispondenza dei locali all'uso dichiarato
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  6. studio gottardi

    studio gottardi Membro Ordinario

    Altro Professionista
    L'obbligo previsto dalla normativa è stato abolito dopo neanche sei mesi dall'entrata in vigore però come giustamente dice Bagudi devi far mettere nell'atto che l'impianto elettrico dell'immobile acquistato non è a norma.
    TI faccio una domanda, perchè da quanto te detto non lo capisco, per caso l'immobile è ad uso lavorativo? con dipendenti? perchè se così fosse la cosa sarebbe diversa.
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Diversa in che senso?

    Che per un ambiente di lavoro, con dipendenti, debbano esserci precise disposizioni di sicurezza, è noto e chiaro.
    Ma cosa implica quanto sopra nei confronti di una compravendita? Ancora una volta, perchè non dovrebbe essere possibile vendere un immobile, privo di impianti ad esempio, o diichiarati privi di certificato di conformià, che l'acquirente adeguerà secondo le sue esigenze?
     
  8. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Macchè, di artigiani che parlano tanto per parlare ce ne sono tanti...
    State attenti perchè una ristrutturazione fatta con un artigiano sapientone diventa un calvario
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  9. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non è fatta male, è normale che la Legge consenta compravendite senza certificazioni, se no sarebbero invendibili gli immobili da ristrutturare o ristrutturati con normative diverse.
     
    A Ponz, Rosa1968, Bagudi e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  10. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    Stai più che tranquilla: il notaio pretende solo concessione edilizia, abitabilità (se non sono già riportate nell'atto di provenienza) e l'APE: tutti documenti che dovrà fornire il venditore. Non c'è neanche bisogno di specificare nel rogito che l'impianto elettrico non è a norma: se vuoi lo puoi fare ma "sporcheresti" solo l'atto. Quando ristrutturi, comunque, accertati che la Ditta ti rilasci la certificazione di adeguamento alle normative di impianto elettrico, idraulico e del gas: in futuro ti serviranno comunque; inoltre, se dovessi rifare anche gli infissi o la coibentazione delle pareti e dovessi locare l'immobile, ti converrà farti rifare anche l'APE.
     
  11. Valeria Morselli

    Valeria Morselli Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Non è assolutamente vero che chi vende deve dare questo certificato: ho venduto una casa a gennaio, il notaio (scelto dall'acquirente) era di un puntiglioso fino al parossismo, eppure non ha chiesto il certificato di conformità dell'impianto elettrico.
     
    A ab.qualcosa piace questo elemento.
  12. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mi dite se le agevolazioni fiscali per la ristrutturazione, con varie aliquote, riguarda l'intera ristrutturazione (intero rifacimento bagno e cucinino, sostituzione infissi, porta ingresso, rifacimento impianto elettrico, rifacimento pavimento sala e rimesso a nuovo n. 2 parquet) più precisamente l'importo riportate sulle relative fatture?
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Le agevolazioni fiscali nell'appartamento privato spettano solo se le opere da te descritte vengono presentate in comune tramite CIL attraverso una richiesta di manutenzione straordinaria, asseverata da un tecnico. Ne vale comunque la pena.
     
  14. Silvia55

    Silvia55 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    quindi mi devo rivolgere ad un geometra oppure può fare tutto l'artigiano che eseguirà la ristrutturazione?
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Devi premettere la comunicazione di inizio lavori fatta dal geom di turno, cui è salutare che gli ricordi che miri ad avere le detrazioni d'imposta.
    Successivamente dovrai eseguire tutti i pagamenti, compreso il geometra, tramite bonifici bancari specifici, che riportano il nome / CF del beneficiario della fattura, il nr di fattura, ed i beneficiari fiscali della detrazione. (es. tu ed eventuale altro che sostiene con te la spesa: oggi con le convivenze non so dirti come sia trattato un "compagno" non nello stato di famiglia e non contitolare dell'immobile)
     
  16. joshuatri

    joshuatri Membro Attivo

    Certificatore energetico
    con tutto il rispetto per i geometri... ma perchè un ing o un arch, no? che magari hanno più competenze? Prima di pensare a fare i lavori io cominceri a farmi fare un computo metrico estimativo delle opere da fare, che tra l'altro potrebbero essere di semplice manutenzione ordinaria, va esattamente capito cosa devi fare e cosa richiedono nel tuo comune per le opere oggetto di ristrutturazione edilizia. Una volta che hai il computo metrico fai una richiesta d'offerta al tuo artigiano e possibilmente anche ad altri così avrai un termine di paragone omogeneo e quindi stabilire a chi affidare i lavori. Tieni a mente che in un lavoro di ristrutturazione gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo.
     
    A cafelab e ab.qualcosa piace questo messaggio.
  17. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    A meno che tu,per i lavori, non ti rivolga ad un privato senza IVA, che ti fa i lavori diciamo "in economia", senza fattura e così via (e non potrà certo rilasciarti le certificazioni), normalmente pensa a tutto la Ditta, che ha il suo geometra o ingegnere o quant'altro e che, alla fine, ti rilascerà le certificazioni e la documentazione necessarie (inizio e fine lavori, durc, conformità, etc..) e la fattura: tu conservi tutto e metti i dati nella dichiarazione. Ovviamente nel preventivo o contratto di appalto dovrai chiedere che tutto sia previsto.
     
  18. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Abitabilità non è necessaria per compravendita, per lo stesso principio di eccezioni comprese per gli impianti, vanno scritti i contratti a modo e basta, e accertarsi che l''immobile abbia le potenzialità per ottenerla.

    Danni fatti da talebani con interpretazioni da maniaci.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  19. gagarin

    gagarin Membro Junior

    Amministratore di Condominio
    ...forse non sarà necessaria, ma da me (cioè dai venditori) il mio notaio (che, naturalmente, tutela i miei interessi) l'ha voluta (certificazione del Comune). Eppoi tu compreresti un immobile senza abitabilità... per abitarci? Senza contare che richiedere l'abitabilità in fase postcostruttiva non è una cosa semplice. Comunque, per fortuna, quasi sempre il dato dell'abitabilità si trova sull'atto di provenienza.
     
  20. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non è cosa semplice... perchè? :D
    Un fogliaccio di carta igenica che vale zero, ecco cosa è, come la sua mancanza.

    I requisiti di abitabilità li valuta un tecnico, e sono facilissimi da ottenere ove questi sussitano... invece, di contro, dove esistesse una abitabilità vetusta e fai una modifica.... brrr. attenzione. INsomma, non vale nulla.
     
    Ultima modifica: 23 Giugno 2015
    A Bagudi piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina