1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti ragazzi.
    Vi espongo brevemente la mia situazione.
    Ho trovato un immobile di mio gradimento venduto da un privato tramite agenzia, quindi ho provveduto a fare una proposta di acquisto vincolata all'ottenimento del mutuo, fin qui tutto normale, proposta accettata con cauzione intestata al venditore, nel dettaglio nella proposta era specificato che il compromesso sarebbe stato effettuato dopo la delibera della banca.
    In banca la fattibilità non ha dato problemi e il consulente ha richiesto i documenti dell'immobile con copia della proposta d'acquisto accettata dal venditore, qui il mediatore immobiliare ha specificato che la proposta me la avrebbe data ma con una clausola specifica che ho dovuto firmare ad ogni costo per la quale l'immobile per volontà del venditore rimaneva in vendita fino all'eventuale compromesso che tale proposta veniva consegnata solo ai fini dell'ottinemento del mutuo e che io rinunciavo da subito a qualsiasi richiesta di risarcimento Danni a carico dell'agenzia e del proprietario qualora l'immobile fosse stato venduto prima del compromesso, in poche parole quindi se avesse ricevuto un'altra offerta durante l'espletazione della mia pratica sarebbe stato liberissimo di vendere l'immobile.
    Ora, ingenuamente ,credendo di avere la delibera della banca in tempi brevi ho accettato tale proposta e ho chiesto alla banca di far partire la perizia e al notaio di redigere la relazione notarile preliminare, insomma i passaggi necessari per far partire la richiesta di delibera.
    Senonchè subito dopo la perizia vengo avvisato dal mediatore (che mi ha sempre messo fretta durante tutto il percorso) che il venditore ha ricevuto un'altra offerta in contanti che ha accettato e che se voglio acquistare devo fare subito il compromesso entro una settimana senza quindi avere la relazione notarile e senza delibera della banca (aggiungendo di non preoccuparmi che tanto per il mutuo non avrei avuto problemi e che se non facevo il compromesso subito perdevo la casa e mi pagavo le spese sostenute fin'ora).
    Ora, dovrò pagare perizia della banca e relazione notarile preliminare non ancora ultimata, in ogni caso ho rifiutato di effettuare il compromesso senza avere la relazione e la delibera della banca e mi sento esonerato da ogni obbligo, pretendo però che insieme alla restituzione dell'assegno l'agenzia produca un documento che riporti che il venditore nonostante la proposta accettata ha ricevuto un'altra offerta che ha accettato (me lo hanno comunicato solo per via telefonica) e questo fa decadere la mia proposta, che non posso chiedere alla banca la delibera, e inoltre che niente da me è dovuto nè all'agenzia nè al venditore, il mediatore mi ha detto che non sa se può produrre questo documento, che per lui la proposta è decaduta dal momento che il venditore ha accettato l'altra proposta e che è solito quando capitano queste situazioni strappare la proposta e consegnare l'assegno con una ricevuta.
    Vi chiedo, devo insistere nell'avere per iscritto quello che chiedo o la faccio corta prendo l'assegno e sto tranquillo?
    Grazie a tutti.
     
  2. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ma sei un agente immobiliare?
    Scusa ma tutta questa tua ingenuità mi lascia perplesso.
     
    A Antonello piace questo elemento.
  3. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera Marcello, no, non sono un agente immobiliare, e ho specificato di essere stato molto ingenuo, sono se vuoi saperlo alla prima compravendita e cercando di districarmi ho commesso questo errore stupidissimo, sicuramente perchè la casa mi piaceva e perchè credevo di farcela con i tempi, in ogni caso è un errore dal quale ho imparato a mie spese, chiedo gentilmente come secondo voi mi dovrei comportare ora.
     
  4. CheCasa!

    CheCasa! Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E fortuna che si parla di crisi!
    Non si fa a tempo a sottoscrivere una proposta d'acquisto che subito si fa avanti un altro acquirente interessato allo stesso immobile!

    1^ regola! Un contratto non si straccia mai. MAI
    Si risolve. Ne si chiede l'annullamento. Lo si rescinde...

    Quindi... fai presente all'agente immobiliare che lo ritieni a tutt'oggi valido salvo che non ti venga recapitata apposita comunicazione al riguardo. Così come ti è stata fatta firmare apposita liberatoria prima, siano in grado ora di produrre un documento scritto che ti liberi ufficialmente.

    In bocca al lupo....
     
    A ab.qualcosa, Bagudi, marcellogall e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    E infatti è quello che ho intenzione di ottenere, fermo restando che l'accettazione della proposta dell'altro acquirente mi è stata comunicata solo verbalmente, il problema è che il mediatore così come è stato celere a produrre lo scritto che lasciava in vendita la casa non lo sembra per la mia richiesta, a questo punto se non dovessi avere quello che chiedo lo otterrò per vie legali.
     
    A marcellogall piace questo elemento.
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    @cernulio Se non sei agente immobiliare, cambia la dicitura nel tuo profilo con "Privato cittadino"
    Grazie
     
  7. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Buongiorno a tutti,
    questo il consiglio che mi sento di dare a cernulio.
    a) qualora volessi evitare ogni contenzioso con venditore ed agenzia e fossi quindi disponibile ad assumerti integralmente i costi relativi la richiesta di finanziamento, tu ed il proprietario della casa sottoscriverete una carta in cui risolverete bonariamente l'acquisto (visto che c'era proposta ed anche accettazione). NON si tratta di una dichiarazione dell'agenzia, nè di una dichiarazione unilaterale del venditore, bensì di un accordo risolutivo che firmano entrambe le parti e che sottoscriverà anche l'agente immobiliare per rinuncia la proprio compenso;
    b) qualora invece volessi cercare di ottenere almeno la partecipazione della controparte (venditore o agente immobiliare) alle spese di perizia, chiedi formalmente ad entrambi la restituzione dell'assegno e del risarcimento dei danni oppure, in alternativa, il doppio dell'assegno versato (dipende da come è stata formulata la proposta).
    Sia l'opzione sub a) che quella sub b) devono essere preparate con attenzione e cognizione di causa, pertanto è caldamente consigliato farsi seguire da un professionista.
    Il fai da te in questi casi è estremamente pericoloso.
    In ultimo, non posso esimermi dal giudicare inqualificabile la condotta dell'agente immobiliare, ragion per cui perseguirei l'opzione b); sono certo che le controparti non potranno ignorare la tua legittima pretesa.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  8. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno avvocato Polidoro, innanzitutto grazie per la risposta.
    Ora, ho sentito ieri l'agente che si è mostrato disponibile a produrre una scrittura nella quale mi esonera da ogni obbligo e spesa nei confronti del venditore e dell'agenzia stessa.
    Ora però, leggendo la sua risposta mi vengono diversi dubbi sull'accettazione di tale scrittura, concordo a questo punto con lei che il fai da te è assolutamente da escludere e naturalmente mi affiderò ad un professionista, mi dica piuttosto se posso contattarla per una valutazione del mio caso, ho visitato il suo sito e ho i riferimenti di contatto.
     
  9. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    L'agente in questione è sempre più disarmante... come può dichiarare che lei sarà liberato... nei confronti del venditore?
    Ad ogni modo, mi consideri a sua disposizione per ogni evenienza.
    Buona giornata e buona domenica.
     
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  10. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perfetto avvocato, la contatterò Lunedì mattina se per lei va bene, grazie ancora e buona Domenica.
     
  11. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Perdonate se ricapitolo.
    Ma di fatto la vicenda non ha angoli oscuri o ho capito male io?

    Si trattava di una clausola di sospensione della proposta accettata che dava al proprietario la possibilità di proseguire nella vendita, assumendosi il proponente acquirente i rischi di non poter addivenire alla conclusione dell'affare.

    Ora, avendo il proprietario trovato un acquirente più sicuro, si tratta solamente di concludere ufficialmente e definitivamente quanto iniziato con la proposta accettata.

    Mi è sfuggito qualcosa?
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  12. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    La vicenda più che angoli oscuri è nebulosa, è corretto dire che io ho accettato la clausola nella quale viene esplicitamente detto che l'immobile continuava a rimanere in vendita e con l'accettazione di tale clausola rinunciavo esplicitamente a qualsiasi richiesta di danni nei confronti del venditore e dell'agenzia qualora l'immobile fosse stato venduto prima del preliminare nonostante l'accettazione da parte del venditore della mia proposta d'acquisto, la clausola mi è stata però fatta firmare 3 giorni dopo l'accettazione della mia proposta da parte del venditore ed è stato l'unico modo per ottenere la copia della proposta firmata dal venditore appunto, copia che mi è stata richiesta in banca per procedere alla richiesta di delibera, fatto ciò dopo la perizia della banca e aspettando la relazione notarile preliminare sono stato informato dal mediatore che è pervenuta un'altra offerta in contanti al venditore che la ha accettata, e che se volevo concludere con l'acquisto dovevo fare il compromesso entro 10 giorni (la scadenza esatta dell'altra proposta accettata) quindi essendo impossibilitato ad avere la delibera della banca e la relazione notarile preliminare.
    Questo è quanto.
     
  13. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Rispondendo ad ab.qualcosa, è opportuno leggere la proposta e la clausola successiva che è stata fatta firmare a cernulio (sullo stesso modulo? accettata dal promissario venditore?)
     
  14. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Particolare la proposta di stipulare comunque, seppure entro 10 gg e nonostante la clausola sottoscritta successivamente dovesse, in teoria, liberare il promittente venditore...
     
  15. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    No no, assolutamente non lo stesso modulo della proposta d'acquisto, un banalissimo foglio in A4 dove il sottoscritto dichiara di ricevere dalla società X copia della proposta d'acquisto accettata dal venditore per l'appartamento, tale proposta viene consegnata ai soli fini della richiesta di mutuo.
    Il sottoscritto rimane a conoscenza che l'immbile rimarrà in vendita fino alla Delibera del suddetto mutuo e che successivamente a tale delibera verrà stipulato il preliminare di compravendita. Il sottoscritto rinuncia fin'ora a qualsiasi richiesta di risarcimento Danni a carico del proprietario o dell'agenzia qualora il suddetto immobile venga venduto prima del preliminare di compravendita.
    Data e mia firma, senza quella del venditore.
     
  16. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E' tutto chiaro, non vedo nulla di anomalo.
     
  17. cernulio

    cernulio Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Questo lo valuterà un legale.
     
  18. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Io un'anomalia la vedo. Facendo parte delle condizioni ritrattate della proposta del venditore, il fatto che l'appartamento rimanesse in vendita per la ricerca di un altro acquirente, doveva essere accettato dal nostro amico. A me sembra una forzatura.
     
    A ROSFRUM piace questo elemento.
  19. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    In questa scrittura manca una cosa .... che il nostro amico pagherà pure al nuovo acquirente il trasloco e l'imbiancatura dei locali.
     
    A Avv Luigi Polidoro e marcellogall piace questo messaggio.
  20. ab.qualcosa

    ab.qualcosa Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Al di là della forma, su cui non mi esprimo per mancanza degli elementi, come giustamente fa notare @Avv Luigi Polidoro, mi sembra che nella sostanza si tratti di una situazione in cui a fronte di una proposta con clausola sospensiva fatta da @cernulio , il proprietario abbia fatto una controproposta chiedendo di modificare la sospensiva affinché gli fosse consentito di continuare a cercare un acquirente.
    Avendo accettato questo il proponente originale, si è creata la situazione possibile anche se fastidiosa per il proponente di cui stiamo parlando.
     
    A Bagudi, ingelman e Manzoni Maurizio piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina