1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. coracon

    coracon Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ...salve...avrei un bel quesito da proporre...
    Ho scoperto da poco che sul rogito redatto 7 anni fa per l'acquisto della mia casa il notaio ha messo un prezzo di acquisto non veritiero...
    In pratica io ho pagato realmente la casa 103.000e e sul rogito c'è invece scritto 16.300e..

    Ovviamente ho chiesto un mutuo che è stato acceso contestualmente al rogito...
    Ovviamente inoltre io non ho assolutamente fatto caso al fatto che ci fosse questa cifra sul rogito...anche se non escludo che il notaio nel leggerlo non abbia letto 16.300 altrimenti me ne sarei accorta... cmq danno fatto!

    La banca mi da 100.000e di mutuo... Oggi la Gerit mi chiede la restituzione degli interessi passivi delle precedenti dichiarazioni dei redditi proprio perchè, visto che il mutuo non è servito interamente per l'acquisto dellla casa, non ci sono più i presupposti per cui lo stato debba restituirmi gli interessi passivi...

    L'unico "atto" che dichiara che io ho accettato di pagare l'immobile 103.000e è la proposta d'acquisto (il compromesso non è stato fatto)...

    come posso uscirne??? non tanto per la restituzione dei soldi ( che cmq non è che li coltivo!!), ma tanto per il fatto che probabilmente sono stata presa per i fondelli da tutti i presenti al mio rogito...

    VI PREGO AIUTATEMI!!!
    Grazie :occhi_al_cielo:
     
  2. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    se il notaio è onesto dovrebbe fare una rettifica dell'atto senza farti pagare l'onorario e lo presenteresti come valido alla Gerit..... senti il notaio l 'errore è suo ...... anche se addurrà che eravate presenti all'atto.......
     
  3. coracon

    coracon Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ... le notizie migliorano...il notaio è deceduto due anni fa...

    Aggiunto dopo 1 :

    ...e cmq non credo che fosse onesto...nel senso che credo che non sia stato propriamente un errore...mi stupisce che ci fossero anche gli incaricati della banca e nessuno si sia accorto di questo "errore"...
     
  4. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    bella questa............ un notaio ha rilevato lo studio??
    Ma ti farà pagare la rettifica.
    A mi parere ti conviene farla........
     
    A coracon piace questo elemento.
  5. coracon

    coracon Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ...queste risposte mi rassicurano un po'... grazie!!
    Ma è fattibile rettificare un rogito??? Come fanno a credere proprio a me che fra l'altro l'ho firmato quel rogito??? :confuso:
    Può essere valida la proposta fatta all'agenzia??
    (scusate per le mille domande, ma non ci capisco proprio niente!!!) :confuso:
     
  6. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    NO il rogito supera la proposta ed è un atto pubblico.
    Certo che si può rettificare un rogito, tutto possono sbagliare, solo che ci sono i costi del notaio bolli ecc. ma lo farei anche in caso di una futura rivendita e per il problema che hai esposto.........
     
    A coracon piace questo elemento.
  7. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    secondo me non è uno sbaglio, ma è stato dichiarato in atto solo il valore catastale e non quello commerciale.
    Oggi non è più possibile, in atto si dichiarano entrambi i valori. :applauso: :ok:
     
    A coracon e brunobr piace questo messaggio.
  8. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    trattasi di errore materiale quindi la rettifica è possibile..
     
    A brunobr piace questo elemento.
  9. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Potrebbe anche essere che si tratti di edilizia convenzionata e quello fosse il prezzo risultante dall'aggiornamento ISTAT... da dichiarare obbligatoriamente in rogito...

    Io penso che nessuno possa accettare - e dopo 7 anni - che tu non lo sapessi, anche perchè avrai pagato pochissime spese a livello di tassa di registro ....

    Francamente, non credo proprio si possa fare...

    Silvana
     
  10. osammot

    osammot Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Secondo me ti conviene restituire gli interessi passivi e lasciare la situazione inalterata, e ti spiego perchè.
    Atto notarile di 7 anni fa, quindi anno 2003.
    Prezzo reale compravendita euro 103.000;
    Importo dichiarato in atto euro 16.300;
    Furono pagate le imposte sul prezzo dichiarato in atto, euro 16.300, e non sul prezzo reale 103.000,00, risparmio imposte (... E QUINDI EVASIONE D'IMPOSTA) per ben 2.541 euro; :sorrisone:

    Tutti daccordo nel dire ... rettifica l'atto ma... state scherzando tutti??:shock::shock:
    Nel 2003 non c'era ancora l'agevolazione di pagare le imposte sul valore fiscale ed indicare entrambi i prezzi, quindi si pagavano le imposte sul prezzo dichiarato nel rogito.
    E' per questo motivo che è stata indicata la minor somma possibile nell'atto....
    per pagare meno imposte e OGGI, tutti a dire ...rettifica l'atto;
    ma vi rendete conto che in questo modo si autodenuncia al fisco??
    Già le è andata più che bene che in tutti questi anni il Fisco non ha avviato un accertamento fiscale.
    (compravendita 16.300 ... mutuo 100.000)????? ... i presupposti ci sono tutti...

    Nel 2003 non c'era ancora l'agevolazione di pagare le imposte sul valore fiscale ed indicare entrambi i prezzi, quindi si pagavano le imposte sul prezzo dichiarato nel rogito.

    Perciò cari colleghi, ATTENZIONE a suggerire soluzioni sbagliate, anche se..... è talmente grande la gaffe che sono così perplesso :occhi_al_cielo::occhi_al_cielo: ....che.... :confuso::confuso:... mi sta venendo il dubbio che forse sono io a sbagliare!!!
    E' possibile:domanda::domanda::domanda:
    A presto.
     
  11. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    daccordo sull inesistenza del fatto che in rogito non esisteva la storiella della RENDITA CATASTALE,e quindi chiunque scriveva in atti il prezzo minore, quindi falso...certo da 103mila euro a 16300 ne passa...e bisogna sbagliare 2 cifre per scrivere 16.300.
    In più contestualmente è stato fatto un atto di mutuo,quindi il successivo all'atto di vendita se ha seguito la prassi..In esso vi è la nota del notai,o che non mi viene in mente il nome preciso al momento, riguardo l'immobile oggetto di garanzia ipotecaria.
    <Il fatto che le imposte sono state pagate su 16.300euro...anche quì non so che dire...il 103mila euro sarà spuntato fuori o no?bisogna leggere tutto l'atto...nella clausola riguardante il prezzo come è stato scritto che esso è stato pagato????
    Insomma non è un'errore che passa inosservato...
     
  12. resia

    resia Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ci sono montagne di rogiti con valore in atto uguale o sopra il valore catastale, perchè l'acquirente pagava sulla somma dichiarata.
    oggi che le tasse si pagano su sul valore catastale la vergogna dei rogiti con valore falso sta finendo.
    mi dispiace "coracon" ma penso che siano lacrime di coccodrillo.
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma non è un errore !

    Come dice Resia, era una pratica normalissima e benvoluta dagli acquirenti che pagavano poche tasse !

    Solo che la memoria è breve e magari non ci si ricorda più ...

    Inoltre, fino a qualche anno fa, atto di compravendita e mutuo erano completamente slegati, per cui comprare a 16 e fare un mutuo a 100 poteva andare...
    D'altra parte, rogitando alla rendita catastale NON CI POTEVA ESSERE ACCERTAMENTO... quindi !

    Silvana
     
  14. brunobr

    brunobr Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Sono dello stesso parere ....
    Assolutissimamente vero :affermazione: ...può portare un :fiore: alla Madonna per grazia ricevuta.
     
  15. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Vorrei sapere il motivo della valutazione in negativo che mi hai dato...ce sia alido..sei iscritto da poco e forse non sai che dare un giudizo negativo conta abbastanza e non siamo su facebook...
     
  16. brunobr

    brunobr Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Nulla di personale :fiore: , ho semplicemente ritenuto insostenibile e fuorviante la tesi dell'errore materiale. Solo un notaio (o un suo collaboratore di studio) affetto da discalculia e disgrafia gravi può scrivere 16.300,00 (sedicimilatrecento/00) al posto di 103.000,00 (centotremila/00)!
    Comunque la questione é facile da dirimere: basta calcolare l'imposta di registro (ordinaria 7% o agevolata 3%) su entrambe le cifre e confrontare i risultati con quanto effettivamente versato con il modello F23 (codice imposta 104T, se ricordo bene).
    ciao.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina